Biblioteca Gambalunga, oltre 60mila accessi in un anno e 48mila libri presi a prestito

37
restauro bibbia veneziana biblioteca

Carofiglio e Perrin gli autori più richiesti

RIMINI – Tempo di consuntivi sull’anno appena trascorso anche per la Biblioteca Gambalunga. Le porte del palazzo sono rimaste sempre aperte e più di 60.000 persone sono tornate a frequentare in sicurezza le sale studio ed i servizi in presenza. Oltre 3.000 le consultazioni in sede dei materiali storici: manoscritti, periodici storici, quotidiani, libri antichi, fotografie. Si sono riaperte anche le porte delle Sale antiche che hanno accolto cittadini e turisti. Negli ultimi 4 mesi dell’anno la mostra del centenario dantesco è stata visitata da almeno 700 persone e, dopo due anni di fermo, ha visto il ritorno in presenza di classi delle scuole secondarie di secondo livello. Il deposito del prezioso codice Astronomicon, il sostegno del Rotary Club Riviera per il restauro di tre incunaboli, l’acquisto delle cartoline della collezione Mauri, testimoniano la centralità della Biblioteca come luogo simbolo dell’identità cittadina e principale deposito della sua eredità culturale.

Sono 4.000 i nuovi libri entrati in Biblioteca di cui 537 per la Biblioteca ragazzi, acquistati anche col sostegno importante del Gruppo Maggioli, mecenate della Gambalunga attraverso Art bonus, e coi fondi resi disponibili dal Ministero della Cultura. Superano ora quota 340.000 i volumi a disposizione per lo studio e la lettura. Oltre 48.000 i libri presi a prestito dai lettori, di cui circa diecimila richiesti da remoto e ritirati in modalità self (+50% rispetto al 2020). Per gli appassionati di classifiche è Gianrico Carofiglio l’autore più richiesto dagli adulti con ben due titoli: La disciplina di Penelope, La misura del tempo, segue Cambiare l’acqua ai fiori e il Quaderno dell’amore perduto di Valerie Perrin. L’appello e Ciò che inferno non è di Alessandro D’Avenia sono risultati i titoli preferiti dagli adolescenti che frequentano lo Spazio Holden. In Biblioteca Ragazzi rimane insuperato Harry Potter e la pietra filosofale di J.K. Rowling, seguito da Sono io il piu forte! di Mario Ramos.

Le attività rivolte a facilitare l’accesso alla conoscenza contemporanea attraverso la promozione della lettura e della formazione, come gruppi di lettura, letture animate, laboratori e workshop, hanno segnato sempre il tutto esaurito. Moltiplicando la sua offerta di contenuti e servizi a distanza, la  Biblioteca prosegue l’impegno ad essere una delle risorse più avanzate a sostegno della cittadinanza attiva e digitale. Quasi 100.000 le richieste di informazioni pervenute tramite mail e telefono, di carattere generale o specialistico o per accedere ai servizi digitali di Scoprirete e MLOL.

Lo storico sodalizio Biblioteca – scuola è stato mantenuto e accresciuto nonostante le limitazioni legate al contenimento pandemico: sono stati i libri a muoversi verso la scuola: ben 2.261 sono i volumi che hanno viaggiato in cargo bike verso 65 classi di scuole elementari, medie e superiori, grazie all’iniziativa “Libri in bici. Cargo Bike al servizio della lettura” inserita nel progetto europeo City Changer Cargo Bike (CCCB).

Attraverso il prestito interBibliotecario e il document Delivery sono state circa 1500 le richieste arrivate e partite da Rimini verso la comunità internazionale degli studiosi e dei ricercatori. La metà riguardava testi da riviste appartenenti alla ricca collezione di periodici i cui titoli sono tutti condivisi con i principali cataloghi collettivi nazionali in rete.

L’intensa attività di comunicazione e valorizzazione per una Biblioteca sempre più social e connessa, registra il superamento della soglia di 7.500 like su Facebook; sono stati prodotti 286 post che hanno raggiunto 462.260 persone; 185 i post su Instagram con 41.505 persone raggiunte; 766.337 gli utenti raggiunti dalla newsletter; 148.223 le visualizzazioni del sito web. Gli eventi organizzati dalla Biblioteca sono seguiti con grande successo sui social (oltre 19.000 visualizzazioni per la mostra dantesca, oltre 14.000 per il deposito, oltre 60.000 per la collezione Mauri)

Continuano i lavori di restyling e ammodernamento di sale arredi e attrezzature informatiche con l’obiettivo di tonare a essere pienamente luogo dove incontrarsi, conoscere, apprendere, stimolare la creatività, l’adattabilità e il cambiamento.