“Autunno Ducale nelle Terre Estensi”: tradizioni e tipicità del territorio protagoniste per due giorni nel centro storico di Ferrara

38

Sabato 22 e domenica 23 ottobre 2022 iniziative, visite guidate e mostra mercato a ingresso libero

FERRARA – Per due giorni Ferrara torna ad essere capitale  del Ducato per riscoprire tradizioni, cultura e sapori delle antiche Terre Estensi. Sabato 22 e domenica 23 ottobre 2022 le principali piazze del centro storico cittadino ospiteranno infatti la settima edizione di ‘Autunno ducale’, ricco programma di eventi, incontri e visite guidate, corredati da una grande mostra mercato con oltre 120 espositori di prodotti enogastronomici tipici delle Terre estensi. La manifestazione, a ingresso libero, è promossa da Pro loco Ferrara con il patrocinio del Comune.

“Le produzioni tipiche stagionali delle Terre estensi – dice il sindaco Alan Fabbri – tornano protagoniste in centro a Ferrara. Ringrazio la Pro loco, e tutti gli operatori, per questa iniziativa che si rinnova di anno in anno, conservando l’attenzione e la sensibilità per la storia, il racconto delle tipicità, dell’abilità artigiana che si tramanda nei secoli. Autunno Ducale è un’occasione di scoperta o riscoperta di sapori, di promozione del consumo di qualità e legato alla stagionalità e alla tradizione, della conoscenza della materia prima, del cibo, delle procedure di trasformazione, con  convegni e laboratori dedicati anche  alla sostenibilità ambientale. Nel contesto della manifestazione le visite guidate consentiranno anche a turisti e visitatori di conoscere la città e di apprezzarne la bellezza e l’offerta culturale e di eventi”.

Il programma della due giorni è stata presentato il 19 ottobre in conferenza stampa dall’assessore comunale alle Attività produttive, fiere e mercati Angela Travagli, dal presidente di Pro Loco Ferrara Andrea Morona e dalla curatrice dell’evento Monica Negrini, assieme ad Alessandro Gulinati guida Turistica di Pro Loco Ferrara e a Massimiliano Falerni presidente Regionale dell’UNPLI Emilia Romagna.

“Questa manifestazione – ha sottolineato l’assessore Travagli – sposa in pieno quello che è l’indirizzo dell’amministrazione comunale di valorizzare i prodotti tipici locali, in tutta la loro filiera, per sostenere le nostre aziende e dare valore al nostro territorio, anche grazie all’istituzione del marchio Deco. Le Pro loco sono strumenti fondamentali nel promuovere i territori e le loro tipicità, con iniziative come questa per la quale ringrazio tutto lo staff della Pro loco di Ferrara, oltre all’Unpli e alle altre Pro loco che parteciperanno”.

Cornice dell’evento saranno piazza Castello, largo Castello, piazza Savonarola, piazza della Repubblica e corso Martiri della Libertà, che ospiteranno la mostra mercato, oltre alla Sala Estense che ospiterà la presentazione del libro ‘Castelli estensi. Un percorso tra aneddoti e curiosità’ domenica 23 ottobre alle 16.

In programma anche un corteo storico con musici e figuranti delle contrade di San Giacomo e San Paolo, sabato 22 alle 12 e alle 16 in piazza Castello.

Il Mercato, frutto di una stretta selezione delle merci proposte, dei produttori e degli artigiani, è organizzato per aree locali e si configura come un percorso ideale tra le diverse Terre Estensi, in cui biodiversità e le eccellenze alimentari sono il filo conduttore. Ulteriori elementi di qualità sono il florovivaismo, l’artigianato artistico e creativo e la salvaguardia di antichi saperi e manualità.

Andrea Morona, nel ringraziare il sindaco Fabbri per l’apprezzamento e l’interessamento rivolto alla manifestazione, ha ricordato che “questa è la settima edizione di Autunno Ducale nelle Terre Estesi, un’edizione importante che avviene nel post-pandemia e vede un allargamento degli spazi dedicati agli espositori, anche in corso Martiri”.

“Avremo la partecipazione di ben 10 Pro Loco, che mantengono vivo il patrimonio immateriale del nostro territorio, salvaguardando l’identità ferrarese – ha aggiunto Monica Negrini -. Prendendo in prestito le parole dello slow food, l’intento della manifestazione è anche quello di promuovere e far conoscere cibo buono, sano, pulito, sostenibile e giusto. Perciò un occhio di riguardo verrà dato al km0, ai prodotti di nicchia, ai contadini e ai produttori, come custodi della tradizione. Inoltre, per rendere consapevole il cittadino dell’importanza del buon cibo e della buona alimentazione, ci saranno cooking show durante i quali saranno illustrate le caratteristiche dei prodotti, come si cucinano, portando a conoscenza di tutti le ricette più segrete, come ad esempio quella del tirot”.

“La nostra manifestazione – ha sottolineato ancora Alessandro Gulinati – vuole essere una sintesi di sapori e saperi, di cultura materiale e immateriale. Ci proponiamo come punto di riferimento anche per la promozione turistica del territorio, attraverso un itinerario innovativo nei Castelli Estensi, da Mesola fino all’alto Appennino reggiano e modenese, che sarà presentato domenica alla sala Estense. Grazie al supporto di Holding Ferrara Servizi, offriremo anche una serie di visite guidate gratuite ai cittadini e i turisti nelle giornate di sabato mattina e pomeriggio”.