Attività estive, Modena pronta a partire l’8 giugno

26

Assessora Baracchi: Ottimo lavoro fatto coi gestori. Il Comune punto di riferimento di “RiusciaMO Insieme” per un’offerta estiva accogliente, inclusiva e anti-Covid

MODENA – Dall’8 giugno possono prendere il via le attività estive per bambini e ragazzi, in regola con le disposizioni indicate dalle linee nazionali e il Protocollo regionale appena uscito. Il settore Servizi educativi del Comune, che da tempo lavora insieme ai gestori e in stretto contatto con la Regione, non si è fatto trovare impreparato avendo predisposto una serie di azioni per supportare tutto il sistema dell’offerta estiva raccolta in RiusciaMO Insieme.

RiusciaMO Insieme è infatti il complesso delle attività ludico ricreative estive per bambini e ragazzi dai 3 ai 13 anni concordate con i gestori del territorio per garantire occasioni di divertimento ai bambini e un sostegno alle famiglie nel rispetto delle misure anti Covid-19. L’elenco delle proposte, autorizzate dall’amministrazione, sarà continuamente aggiornato in una sezione dedicata del sito Internet del settore (www.comune.modena.it/istruzione) dove saranno consultabili bandi, materiali, protocolli da osservare per lo svolgimento delle attività e anche il fac simile del Patto di responsabilità reciproca tra il gestore e le famiglie.

Tra polisportive e palestre, fattorie e agriturismi, cooperative sociali e gestori di servizi educativi sono già una trentina i gestori pronti a rimettersi in gioco con progetti e proposte che rispondono a nuovi criteri. Le attività si svolgeranno per lo più all’aperto, nel rispetto del distanziamento interpersonale e a piccoli gruppi, con un rapporto numerico ridotto tra educatori e bambini definito in base alla fascia d’età dei bambini; attenzione particolare sarà dedicata agli aspetti igienici e di educazione alla salute, al momento del pasto, alla modulazione degli arrivi, all’accesso delle famiglie all’area ed è previsto un triage all’ingresso per bambini e operatori che saranno appositamente formati.

“Davanti alla richiesta di attività estive espressa dalle famiglie, di fronte alla disponibilità di tanti gestori e con attenzione particolare al forte bisogno di occasioni di socialità dei bambini dopo mesi di isolamento – afferma l’assessora all’Istruzione Grazia Baracchi – il Comune non poteva e non voleva tirarsi indietro. Anzi, abbiamo scelto di essere punto di riferimento per l’offerta, agendo come cabina di regia di un sistema estivo accogliente e inclusivo, oltre che rispettoso delle disposizioni anti-Covid. Ci siamo adoperati per creare le condizioni per partire al più presto: stanno uscendo in queste ore diversi bandi per agevolare gestori e famiglie; stiamo lavorando per snellire le procedure autorizzative ai gestori in regola con le disposizioni”.