Attesa a Forlì per la serata dedicata a Chet Baker

2

FORLÌ – Con la presentazione del libro   IL MIO AMICO CHET- STORIA UN PO’ VERA E UN PO’ NO SUL PROCESSO A CHET BAKER, del sostituto procuratore della Repubblica di Lucca, Domenico Manzione, che seguì il processo come amante della musica jazz, presso l’Arena dei Musei San Domenico, martedì 7 settembre, ore 21.15,  entra nel vivo la quarta Edizione del FORLI JAZZ/CHET FESTIVAL.

Ecco cosa scrisse la critica letteraria su questo libro-documento. Musicista dal volto d’angelo ma dalla vita turbolenta, soprattutto a causa dei suoi famigerati problemi di droga, Chet Baker arrivò in Toscana alla metà degli anni ’50. A Lucca era ospite fisso all’Hotel Universo, camera n. 15 dove, seduto sul davanzale della finestra, spesso suonava la tromba, e in Versilia i suoi fan lo seguivano alla Bussola di Focette e al vicino Bussolotto, l’afterhours dove tiravano tardi al suono di fantastiche jam session. Ma impresso nella memoria collettiva di tutti i lucchesi, è senz’altro il periodo della sua detenzione nel carcere di San Giorgio dove scontò ben sedici mesi di reclusione. Nemmeno qui, tuttavia, cessò la passione di Baker per la musica e per il suo strumento, la tromba: quotidianamente una piccola folla riunita sulle mura di fronte al carcere, poteva emozionarsi sulle note del grande Chet che si liberavano dalle finestre della prigione. Questo libro ripercorre la lunga e complessa vicenda.

Subito dopo, il giovane musicista marchigiano Daniele Odorici parlerà della sua tesi di laurea dedicata al mitico trombettista americano, che contiene anche il capitolo sul concerto di Chet al Naima club di Forlì nel marzo del 1984, a cui seguirà la lettura da parte dell’ attore forlivese Giorgio Cervesi Ripa dell’incontro di Michele Minisci, allora direttore artistico del Naima club, col mito Baker, prima del concerto di Forlì, tratta dal libro “ La notte che si bruciò il Jazz”.

Toccherà quindi alle “ Cantantesse” forlivesi ( Daniela Bertoli, Nicoletta Noè, Claudia Cieli, Anna Ghetti) cantare alcune canzoni di Chet Baker, tra cui le più celebri, come My funny Valentine, Estate, Arrivederci, etc…, accompagnate al pianoforte dal Maestro Giuliano Cavicchi, già Direttore dell’Orchestra RAI per oltre venti anni.

Alle 22.15, gran finale con il concerto di  FABRIZIO BOSSO, alla tromba, uno dei nostri jazzisti di punta, a livello europeo, accompagnato al pianoforte dal poliedrico JULIAN OLIVER MAZZARIELLO .

Il tutto con l’organizzazione di Naima Fondation, in collaborazione con la CAMERA DI COMMERCIO e con il COMUNE DI FORLÌ.

INFO E PRENOTAZIONI BIGLIETTI : 366.1512799 – 328.1244762

(Per accedere ai concerti occorre la Green Card o il tampone di 48 ore prima)

IL  FORLÌ JAZZ/CHET FESTIVAL proseguira’all’ OTTANTADUE MUSIC CLUB  di Corso Garibaldi 82, tutti i sabati di ottobre, con Flavio Boltro, Tom Kirkpatrik, Roberto Bartoli Quartet, Zanca Quartet, Teo Ciavarella Quartet.

Prenotazione cena e concerto al 335 6145707 .