Assegnazione spazi sportivi 2022/2023

6

Domande on line dal 23 maggio al 6 giugno. Per la prima volta, tutte le comunicazioni relative al bando utilizzano il corretto linguaggio di genere nel rispetto della Carta dei valori per lo sport femminile

BOLOGNA – È stato pubblicato il bando per l’assegnazione degli spazi sportivi per l’anno sportivo 2022/2023.

Dal 23 maggio al 6 giugno è possibile fare richiesta per l’utilizzo degli impianti di quartiere nelle giornate:

  • infrasettimanali (dal lunedì al venerdì) – per gare, allenamenti e manifestazioni;
  • sabato, domenica e festivi – per partite di campionato o manifestazioni.

Le domande si presentano on line, attraverso le credenziali SPID, anche rilasciate dal Comune di Bologna assieme alla relativa assistenza tecnica.

Le informazioni per l’utilizzo degli impianti sportivi di quartiere, nelle giornate di sabato, domenica e festivi per le partite di campionato sono contenute nella pagina dedicata all’assegnazione degli impianti sportivi e palestre scolastiche 2022-2023 e nel relativo bando.

Tutte le informazioni per l’utilizzo degli impianti sportivi di quartiere per allenamenti e manifestazioni nelle giornate infrasettimanali e per le manifestazioni nelle giornate di sabato domenica e festivi sono disponibili nei bandi pubblicati dei singoli quartieri:

  • Borgo Panigale – Reno
  • Navile
  • Porto – Saragozza
  • Santo Stefano
  • Savena
  • San Donato – San Vitale

Possono presentare domanda:

  1. società sportive affiliate a Federazioni del CONI, a società affiliate ad enti di promozione sportiva, a Federazioni sportive, Enti di promozione sportiva ed associazioni iscritte all’elenco comunale delle libere forme associative o ad albi previsti dalla vigente normativa regionale sull’associazionismo;
  2. aggregazioni spontanee di cittadini;
  3. soggetti aventi finalità di lucro.

A questo link: https://www.comune.bologna.it/per-cittadini/cultura-sport-tempo-libero#-Sport_per_tutte_e_tutti gli impianti sportivi di quartiere

Grazie al lavoro condiviso tra Settore Sport e Ufficio Pari opportunità, tutela delle differenze e contrasto alla violenza di genere del Comune, per la stesura del bando e di tutte le relative comunicazioni si è prestata particolare attenzione all‘uso di un corretto linguaggio di genere, secondo quanto definito nella Carta dei valori per lo sport femminile.

Il comune ha adottato la Carta nel gennaio 2021, mettendo in campo una serie di azioni in maniera costante e capillare.

Nell’autunno 2021 l’Ufficio Pari Opportunità ha organizzato un corso di formazione, dedicato al personale dipendente sul linguaggio attento al genere. Il corso, dal titolo “La responsabilità delle parole”, è stato curato dalla linguista docente dell’Università di Bologna, Professoressa Cristiana De Santis. L’obiettivo era quello di sensibilizzare sull’uso, spesso inconscio, che viene fatto del linguaggio anche da parte dell’amministrazione comunale nei propri documenti e che contribuisce, talvolta, alla costruzione e al rafforzamento di vecchi e nuovi stereotipi culturali.

È la prima volta che l’Amministrazione Comunale, attraverso la modifica di un testo amministrativo, diffonde una cultura contraria alle discriminazioni, che promuova la parità di genere.