“Aspettando la Mille Miglia…” mercoledì 15 giugno in piazza Saffi

8
FORLÌ – Mercoledì 15 giugno 2022 dalle ore 20 in piazza Saffi, in concomitanza con i mercoledì forlivesi, sarà possibile ammirare favolose auto d’epoca. Aspettando la Mille Miglia, questo il nome dato all’evento, che permetterà di ammirare oltre cento auto e moto storiche che i più autorevoli collezionisti metteranno a disposizione dei forlivesi e di tutti coloro che vorranno vedere da vicino mezzi storici mantenuti come nuovi nel pieno del loro originale splendore.
“Grazie alla collaborazione messa in campo tra questa amministrazione, collezionisti e associazioni sportive dedite a questa disciplina, dichiara il Vicesindaco del Comune di Forlì Daniele Mezzacapo,  è stato possibile organizzare un evento così importante che anticipa l’arrivo delle Mille Miglia nella nostra città. La serata in centro quindi avrà una cornice prestigiosa in quanto si potranno ammirare auto storiche come Lamborghini, Ferrari e tante altre non meno note e importanti”.
La carovana delle Mille Miglia, giungerà in città il giorno seguente, giovedì 16 giugno e attraverserà il centro passando da corso Mazzini per poi raggiungere piazza Saffi, uscendo da corso della Repubblica. La manifestazione automobilistica, giunta alla sua quarantesima edizione, è una rievocazione della storica corsa, tradizione che si porta avanti ormai dal 1927. “Il passaggio delle Mille Miglia nel centro storico, aggiunge ancora Daniele Mezzacapo, Assessore allo Sport, che torna a sfilare lungo le strade forlivesi dopo trentasette anni, permetterà di ammirare oltre 400 auto d’epoca che prendono parte a questa importante manifestazione. Il serpentone di auto storiche e auto a supporto di questi mezzi si estenderà per quasi 250 km, senza dimenticare che al seguito sono presenti quasi mille giornalisti provenienti da tutto il mondo. Sono convinto che anche questa manifesta rappresenti un “cartolina” estremamente importante per la nostra bella città. Forlì continua ad essere il fulcro di eventi sportivi di interesse nazionale e internazionali”.