Approvato il Bilancio preventivo della Provincia di Parma: concluso l’iter

21
Un momento della seduta dell’Assemblea

Stamattina, da Assemblea dei Sindaci e Consiglio provinciale

PARMA – L’Assemblea dei Sindaci prima e il Consiglio provinciale poi, nel corso della mattinata, hanno approvato il Bilancio di Previsione 2022-2024 della Provincia. Si conclude così il complesso iter approvativo.

In Assemblea non si sono registrati voti contrari, ma si è astenuto il 7% dei presenti.
Tra gli astenuti sono intervenuti: Dall’Orto (Traversetolo), Giusti (Bore), e Sabrina Alberini (Lesignano) che hanno rilevato tutti la necessità di maggiori interventi di manutenzione stradale sul territorio, Fiazza (Fontevivo) che ha chiesto attenzione in particolare sulle opere compensative della TiBre, e Lusardi (Tornolo).

Tra i favorevoli, numerosi gli interventi, tra cui Lucchi (Berceto) che ha ribadito la necessità di modificare la normativa sulla Provincia e l’inopportunità del prelievo di 13 milioni dello Stato, Serpagli (Bedonia) che ha auspicato attenzione su montagna, viabilità e scuole secondarie, e ha espresso apprezzamento per l’impegno della Provincia a favore dei piccoli Comuni; Moglia (Borgotaro) che ha apprezzato in particolare l’istituzione dell’Ufficio provinciale Europa, Bernardi (Sissa Trecasali) che si è soffermato sulla necessità di potenziare il coordinamento provinciale del territorio, Fritelli (Salsomaggiore) e Fecci (Noceto) che hanno lanciato un appello per una nuova stagione di investimenti. Hanno evidenziato l’importanza di una Provincia vicina alle realtà periferiche anche Giovannelli (Medesano) e Spinazzi (Fontanellato), che ha chiesto supporto anche sul problema della carenza di segretari comunali.
Hanno ribadito il loro impegno di Delegati Friggeri sulla Pianificazione e Cesari sull’ Ambiente.
Pizzarotti (Parma) ha annunciato un prossimo tavolo comune sui temi ambientali.
Il Presidente Massari ha ringraziato, affermando che ci sarà bisogno dell’aiuto di tutti i sindaci esprimendo sostegno, critiche e sollecitando l’amministrazione provinciale.

L’Assemblea ha poi approvato all’unanimità un ordine del giorno che invita i Consigli Comunali del Parmense a cogliere da subito l’opportunità che il Parlamento, con la legge di Bilancio 2022, ha disposto per le indennità di Sindaci e Amministratori, adeguamento previsto per il 2024; l’operazione è sostenuta da anni da Anci – Associazione Nazionale Comuni d’Italia, come primo riconoscimento dell’impegno e delle responsabilità plurime e quotidiane degli amministratori locali, sempre in prima linea con cittadini e imprese.

Il Presidente Massari nell’occasione ha annunciato all’Assemblea dei Sindaci alcune novità: nell’ambito dell’attività di supporto ai Comuni si procederà alla formazione di elenchi per personale tecnico e amministrativo da dedicare ad opere finanziate col Pnrr, inoltre saranno presenti a Palazzo Giordani dal 1° febbraio 5 tutor Pnrr assegnati dalla Regione al nostro territorio, che daranno supporto a Provincia e Comuni; infine, la Provincia istituirà un albo di coloro che intenderanno proporsi come rappresentanti nelle società partecipate dall’Ente.

Il Consiglio provinciale a sua volta ha approvato definitivamente il Bilancio di Previsione 2022-2024, già discusso nella seduta precedente, col voto contrario del Gruppo Insieme per la Provincia di Parma.

È stato quindi approvato all’unanimità lo schema di protocollo di intesa «Appennino tosco – emiliano» per la gestione sostenibile e responsabile delle foreste del futuro, illustrato dai Delegati Cesari e Friggeri.
Con questo atto la Provincia intende fare la propria parte contro il cambio climatico del pianeta, che ha un impatto negativo sulle foreste europee.
L’intesa riguarda la collaborazione tra gli enti detentori e gestori di foreste all’interno della Riserva di biosfera dell’Appennino Tosco – Emiliano, con la costituzione di un apposito Gruppo, i cui aderenti si impegnano a redigere il Piano di assestamento e dei tagli, con attenzione particolare al mantenimento, la conservazione e la valorizzazione della biodiversità degli ecosistemi forestali. Uno degli obiettivi strategici è la convenzione col Parco Nazionale per ottenere la certificazione di gruppo per la gestione sostenibile e responsabile delle foreste, certificazione che darà un valore aggiunto alle materie prime prodotte nelle nostre foreste.
Si tratta di un provvedimento che fa parte degli obiettivi dell’Alleanza per la neutralità carbonica e si inserisce quindi in un pacchetto ambientale più complesso della Provincia.

Il Consiglio ha anche approvato approvate all’unanimità alcune delibere tecniche.

Il Delegato alla Sicurezza Cesari in apertura di seduta aveva aggiornato il Consiglio sulla situazione della peste suina: non ci sono casi da segnalare sul nostro territorio, ora la malattia si manifesta solo sul crinale ligure, ma resta il rischio che si possa manifestare in futuro anche nel Parmense e il monitoraggio resta costante.

La registrazione della seduta è disponibile sul canale youtube della Provincia di Parma, al link https://www.youtube.com/channel/UCryi2ddrmGQjyneG57hRf0g