“ANIMATERIA” 2021 – terza edizione: aperte le iscrizioni

32

Corso di formazione per operatore esperto nelle tecniche e nei linguaggi del teatro di figura. Domande entro 16 maggio 2021

PIACENZA – Un percorso di formazione professionale sul teatro di figura: 650 ore di offerta formativa, di cui 480 di teoria e pratica, che si svilupperà tra giugno e ottobre 2021 a Piacenza e Gambettola (Fc) e 170 di project work, che si terrà tra ottobre e dicembre 2021 a Piacenza e Ravenna. Con l’obiettivo di formare attori/animatori esperti nelle tecniche e nei linguaggi del teatro di figura (teatro d’ombre, burattini, teatro su nero, teatro degli oggetti etc.), che possano applicare le competenze acquisite nel campo delle arti performative, del multimediale, del cinema, della televisione, delle arti figurative e plastiche.

Si tratta della terza edizione di “Animateria”- corso di formazione per operatore esperto nelle tecniche e nei linguaggi del teatro di figura.

A fare da capofila del progetto, analogamente alle due edizioni precedenti, Teatro Gioco Vita, in quanto ente di formazione professionale accreditato dalla Regione Emilia-Romagna. Il corso è stato approvato con delibera della giunta regionale e cofinanziato con risorse del Fondo sociale europeo (Operazione Rif. PA 2020-15427/RER approvata con DGR 401 del 29/03/2021 e co-finanziata dal Fondo sociale europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna).

La direzione pedagogica è di Fabrizio Montecchi; tutor Nicoletta Garioni. Partecipano alla progettazione e realizzazione del percorso, che ha il patrocinio di Unima Italia (Unione Internazionale della Marionetta), Teatro del Drago di Ravenna e Fondazione Alberto Simonini di Reggio Emilia. Per le attività di formazione teatrale Teatro Gioco Vita si avvale della collaborazione di Fondazione di Piacenza e Vigevano e Fondazione Teatri di Piacenza.

Diversi i partner promotori, italiani e stranieri: Associazione Centro Teatrale Mamimò di Reggio Emilia; Associazione Grupporiani (Compagnia Carlo Colla e Figli) di Milano; Associazione MicroMacro di Parma; Ater Fondazione di Modena; Castello dei Burattini – Museo Giordano Ferrari di Parma; Controluce Teatro d’Ombra di Torino; Festival Segni d’Infanzia di Mantova; Fondazione I Teatri di Reggio Emilia; Ravenna Teatro di Ravenna; Teatro del Buratto di Milano; UNIMA Italia; Università di Parma – Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali; Centre de la Marionnette de la Féderation Wallonie-Bruxelles di Tournai (Belgio); Le Table de Sable ches le Penses Vertes di Amiens (Francia); Lutkovno Gledališče Ljubljana di Liubljana (Slovenia); Institut International de la Marionnette di Charleville Mézières (Francia); Synkoino, cooperativa sociale di Salonicco (Grecia); Topic – Centro Internacional del Titere di Tolosa (Spagna).

ANIMATERIA è un Corso di alta formazione che intende promuovere e stimolare, in particolare presso le nuove generazioni di artisti, ma non solo, la pratica del teatro di figura in tutte le sue forme, suscitando interesse verso le sue straordinarie possibilità di sperimentazione scenica e drammaturgica.

Il Corso si propone di preparare professionisti competenti nelle tecniche e nei linguaggi del teatro di figura che possano applicare le conoscenze acquisite nel campo delle arti performative; professionisti con un alto grado di specializzazione, capaci di confrontarsi, professionalmente e artisticamente, con il mercato del lavoro dipendente o autonomo, in ambito sia nazionale sia internazionale.

Il Corso si propone di fornire a questi stessi professionisti strumenti di base per applicare le conoscenze acquisite anche ad altri settori della creazione artistica, come il multimediale, il cinema, la televisione, le arti figurative e plastiche. Si propone di fornire, inoltre, strumenti per interventi in ambito culturale, sociale, scolastico e terapeutico.

Dopo il successo delle prime due edizioni – 120 i candidati provenienti da tutta Italia e residenti o domiciliati in Emilia- Romagna; 32 i selezionati con una età media di 28 anni (attori, artisti plastici, scenografi e ricercatori); più di 40 i docenti e gli artisti complessivamente coinvolti – questa terza edizione di ANIMATERIA, grazie a una sempre più solida proposta pedagogica e a un preparato e coeso corpo docente, conferma il suo essere luogo privilegiato di formazione, ma anche di sperimentazione, sul teatro di figura contemporaneo.

Saranno ammessi 12 allievi, residenti o domiciliati in Emilia-Romagna, che devono avere assolto l’obbligo d’istruzione e il diritto-dovere all’istruzione e formazione e devono essere in possesso di conoscenze e capacità attinenti l’area professionale.

I candidati devono avere conoscenze e capacità attinenti all’area professionale, acquisite in contesti di apprendimento formali, non formali o informali nel campo delle arti performative (teatro, danza, musica, etc.), delle arti plastiche (pittura, scultura, etc.), delle arti multimediali (cinema, video, etc.). Sarà inoltre valutata positivamente la conoscenza di almeno una lingua straniera.

Le domande d’iscrizione dovranno pervenire entro e non oltre la mezzanotte del 16 maggio 2021 a Teatro Gioco Vita (workshop@teatrogiocovita.it). Per iscriversi è necessario inviare la propria candidatura compilando il modulo ANIMATERIA in ogni sua parte (disponibile sul sito internet di Teatro Gioco Vita), allegando CV con foto e lettera di motivazione. Nel caso in cui risultino in possesso dei requisiti formali e sostanziali più di 12 candidati, verranno predisposte 2 giornate di selezione, che si terranno a Piacenza il 28 e il 29 maggio 2021. La prima lezione del Corso è prevista a Piacenza lunedì 14 giugno 2021.

Il Corso, finanziato dalla Regione Emilia-Romagna e dal Fondo Sociale Europeo, è interamente gratuito per tutti i partecipanti. Verrà rilasciato un attestato di frequenza a chi avrà frequentato almeno il 70% delle ore totali.

Il corso è strutturato in 4 moduli che corrispondono ad altrettanti percorsi formativi:

1° Modulo – L’ANIMA DELLE FIGURE (164 ore)

Organizzato in lezioni pratiche fornisce una formazione base sul lavoro dell’interprete del teatro di figura che spazia dalle pratiche fondamentali dell’animazione, dal corpo alla voce, dalla relazione con la maschera a quella con gli oggetti fino alla scrittura di un testo e alla sua messa in scena. Si compone di Animazione/Interpretazione, Disegno/Plastica, Movimento/Maschera, Drammaturgia/Scrittura scenica.

2° Modulo – LA MATERIA DELLE FIGURE (176 ore)

Organizzato in laboratori pratici, fornisce ai partecipanti una formazione di base su alcuni dei linguaggi fondamentali del teatro di figura: ombre, oggetti, fantocci animati con varie tecniche, fantocci a guanto come i burattini o le guarattelle. Una particolare attenzione è data alla relazione tra i linguaggi e a come questi possono interagire in un’idea di teatro di figura contemporaneo.

3° Modulo – FARE TEATRO DI FIGURA (140 ore)

Organizzato in laboratori teorico-pratici e lezioni teoriche frontali con esperti, studiosi e artisti, fornisce ai partecipanti strumenti per conoscere l’universo del teatro di figura con riguardo alla sua storia e ai suoi attuali protagonisti. Fornisce inoltre strumenti agli allievi per formarsi come professionisti, favorendo un loro inserimento nel mondo del lavoro consapevoli delle sue forme produttive e distributive, nazionali e internazionali.

4° Modulo – PICCOLI STUDI (PROJECT WORK – 170 ore)

È dedicato alla concezione, realizzazione e messa in scena, individuale o di gruppo, di un piccolo spettacolo di fine Corso. Questo modulo incoraggia la libera sperimentazione e permette di mettere in pratica gli strumenti e le conoscenze apprese durante il Corso. I risultati prodotti saranno presentati in diversi festival e rassegne nazionali/internazionali, in modo da promuovere i lavori artistici degli allievi.

Tra i docenti di “Animateria”, Nicola Arrigoni (ufficio stampa e critica teatrale); Beatrice Baruffini (teatro degli oggetti); Alessandra Belledi (organizzazione); Walter Broggini (autoimprenditorialità); Cristina Carlini (bandi e progettualità europea); Nicola Cavallari (movimento/maschera); Alfonso Cipolla (storia del teatro di figura); Roberta Colombo (organizzazione);Andrea Coppone (movimento/maschera); Marco Ferro (drammaturgia/scrittura scenica e storia del teatro di figura); Nicoletta Garioni (disegno/plastica e teatro d’ombre); Luana Gramegna (maschera); Nadia Milani (animazione fantocci); Fabrizio Montecchi (scrittura scenica e teatro d’ombre); Andrea Monticelli (animazione pupazzi); Mauro Monticelli (animazione burattini); Luca Ronga (animazione guarattelle); Valeria Sacco (animazione/interpretazione) e altri tra i più importanti artisti italiani ed europei nel campo del teatro di figura.

Per informazioni e modulistica:

TEATRO GIOCO VITA www.teatrogiocovita.it; workshop@teatrogiocovita.it; +39 335 5368694

TEATRO DEL DRAGO www.teatrodeldrago.it; info@teatrodeldrago.it; +39 335 6171900

“ANIMATERIA”

Corso di formazione per operatore esperto nelle tecniche e nei linguaggi del teatro di figura

2021 – terza edizione

Operazione Rif. PA 2020-15427/RER approvata con DGR 401 del 29/03/2021

e co-finanziata dal Fondo sociale europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna

Teatro Gioco Vita – Piacenza

in collaborazione con

Teatro del Drago – Ravenna, Fondazione Alberto Simonini – Reggio Emilia

con il patrocinio di UNIMA Italia

si ringraziano Fondazione di Piacenza e Vigevano, Fondazione Teatri di Piacenza

650 ore totali di offerta formativa, completamente gratuito

DOMANDE D’ISCRIZIONE ENTRO IL 16 MAGGIO 2021