Amministratori pubblici a lezione sui fondi europei

58

Assessori e funzionari di 19 Comuni modenesi alle giornate di formazione dell’Ufficio progetti europei. E lunedì Modena a Presa diretta per i progetti di Next generation EU

MODENA – Sono una quarantina, provenienti da 19 Comuni modenesi, gli amministratori pubblici interessati ad acquisire maggiori competenze sulla gestione dei fondi e dei progetti europei che partecipano alle “lezioni” curate dall’Ufficio progetti europei del Comune di Modena.

Partito venerdì 12 febbraio con un focus sui finanziamenti europei nei settori della creatività e della cultura, il progetto è articolato in cinque giornate di formazione, in modalità a distanza (ogni venerdì, fino al 12 marzo), che hanno l’obiettivo di trasmettere ad assessori e funzionari dei diversi settori, anche dei Comuni più piccoli, le competenze per elaborare proposte progettuali di successo in vista della nuova programmazione dei fondi europei 2021-2027 ma anche per approfittare delle opportunità offerte da Next generation EU e dal Recovery Fund. Gli stessi temi per i quali la città di Modena è protagonista, insieme ad altre realtà dell’Emilia Romagna, di “di “Recovery Fund: ultima chiamata”, la puntata di Presa diretta in onda su Rai Tre lunedì 15 febbraio, dedicata, appunto, alla capacità degli enti locali di spendere efficacemente i fondi straordinari messi a disposizione dall’Unione europea per contrastare l’impatto sociale ed economico della pandemia di Covid-19.

Il ciclo di formazioni per gli amministratori pubblici è incentrato sullo studio dei documenti utili a candidare richieste di finanziamento sia nell’ambito dei programmi gestiti direttamente dalla Commissione europea (Europa Creativa, Fondo Asilo Migrazione e Integrazione, Programma Diritti, Uguaglianza e Cittadinanza), sia nel campo dei Fondi strutturali (come i bandi per la riqualificazione energetica degli edifici pubblici e per i progetti di valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale).

Al corso partecipano assessori, dirigenti e funzionari dei Comuni di Bomporto, Carpi, Cavezzo, Castelfranco, Castelnuovo Rangone, Fanano, Formigine, Frassinoro, Guiglia, Marano, Medolla, Mirandola, Palagano, San Felice sul Panaro, San Possidonio, Sassuolo, oltre all’Unione dei Comuni Terre del Sorbara.

La proposta formativa del Comune di Modena rientra nell’iniziativa “modenapuntoeu”, rete di coordinamento degli enti locali del territorio modenese nata nel 2008 per lo scambio di esperienze e conoscenze e per la condivisione di informazioni e competenze nel campo dei finanziamenti europei.