Allo Storchi conversazioni filosofiche coi bambini

18

Mercoledì 22 novembre “La città è un paesaggio”: idee e i pensieri degli alunni dell’Ic 1 e delle scuole d’infanzia Barchetta e San Pancrazio nel dialogo con Luca Mori

MODENA – Mercoledì 22 novembre dalle 14 alle 16 al Teatro Storchi va in scena “La città è un paesaggio” conversazioni filosofiche con i bambini condotte dal filosofo Luca Mori con la partecipazione di alcune scuole primarie e dell’infanzia. Interverranno inoltre l’assessora a Istruzione Formazione professionale Sport e Pari opportunità Grazia Baracchi e il presidente della Fondazione Collegio San Carlo Giuliano Albarani. Il pomeriggio, promosso dal Settore Servizi educativi del Comune di Modena, è aperto a famiglie e docenti.

L’incontro è l’evento conclusivo del progetto di filosofia con i bambini realizzato dalle scuole primarie dell’Istituto Comprensivo 1 di Modena in continuità con la scuola dell’infanzia comunale Barchetta e con la scuola dell’infanzia San Pancrazio di Fondazione Cresciamo, con la collaborazione della Fondazione San Carlo di Modena. Da diversi anni nelle scuole primarie e materne del territorio vengono condotte esperienze di filosofia frutto del progetto nato da una collaborazione tra Comune e Fondazione San Carlo. L’esperienza modenese, riconosciuta anche a livello europeo, nasce dalla considerazione che l’esercizio della filosofia è utile per sviluppare la capacità critica dei bambini, favorendo la costruzione di forme di agire collettivo improntate ai valori della convivenza pacifica, del rispetto, del dialogo e del confronto. La filosofia con i bambini incoraggia lo sviluppo di strategie per la risoluzione pacifica delle differenze, in particolar modo in un contesto multiculturale, e favorisce processi di inclusione sociale.

Le insegnanti dei plessi interessati, negli ultimi due anni scolastici, hanno seguito un percorso formativo con Luca Mori sul tema della filosofia del paesaggio. Insieme ai bambini e alle bambine hanno riflettuto sul tema e, soprattutto nell’ultimo anno, sul paesaggio del quartiere che vivono e sullo spazio sia interno che esterno alla scuola. Ne sono nate interessanti considerazioni sul tema dei diritti, del bello e del brutto, del vuoto e del pieno e dell’immaginazione, oltre a proposte concrete dei bambini per migliorare gli spazi di vita.

Nell’incontro di mercoledì 22 queste considerazioni verranno riprese e dialogate dalla viva voce dei bambini che hanno partecipato al progetto. Guidati nel dialogo con il filosofo Luca Mori, esploreranno i temi, riporteranno i loro punti di vista nel confronto con i compagni e porranno all’attenzione degli adulti le loro ragioni, idee e pensieri.