Alla Tenda terza edizione di “Transmission Bands”

18

Da giovedì 15 a domenica 18 ottobre concerti live e installazioni multimediali

MODENA – La nuova stagione alla Tenda di Modena si apre da giovedì 15 a domenica 18 ottobre con una serie di eventi, uno alla Torre del Centro Musica di via Morandi 71, focalizzati sulla contaminazione tra arti, musica e immagine, con ospiti di caratura nazionale e nuove promesse della scena artistica locale. È la terza edizione di “Transmission Bands”, rassegna nata assieme allo spazio performativo La Torre al Centro Musica, frutto del recupero di una sezione del complesso industriale ex-Amiu.

In una formula inedita per “Transmission Bands”, La Torre ospiterà un’installazione audio video, mentre i concerti si sposteranno in viale Monte Kosica, scelta nel rispetto delle misure anti Covid-19 per consentire maggiore affluenza di pubblico.

Giovedì 15 ottobre ore 18.30 appuntamento con l’inaugurazione di “Sei Lavoro” installazione multimediale del 3D artist modenese Michele Ronchetti. Un percorso che coinvolge lo spettatore per farlo riflettere sulla nuova concezione di lavoro come è stata modificata da multimedialità, intrattenimento digitale, e dall’eterno presente che il mondo digitale ci costringe a vivere, modificando la nostra percezione di noi stessi e del mondo che ci circonda. L’installazione resta visitabile fino a sabato 17 ottobre (non si prenota, accesso e distanziamenti gestiti in loco dagli operatori).

Lo stesso giorno alle 21 (ingresso gratuito, su prenotazione), sale sul palco Andrea Faccioli a.k.a Cabeki che presenta il nuovo album “Da qui i grattaceli erano meravigliosi”, uscito per Lady Blunt Records. Chitarrista, sperimentatore, inventore e compositore, Cabeki ha pubblicato questo suo quarto Lp nella sua discografia solista iniziata una decina di anni fa. Il disco, a un ascolto attento, può far rilevare le diverse influenze che hanno giocato nella sua formazione di musicista, con la sua capacità di costruire un progetto e creare un universo sonoro significativo, originale e soprattutto adatto a essere proposto nelle performance live. Anche se la sua musica non può essere definita propriamente “ambient”, il processo realizzativo spazia dal sapiente utilizzo dell’elettronica ai suoni acustici prodotti dalle sue chitarre. L’obiettivo è creare una musica descrittiva di paesaggi immaginari e in questo caso futuribili visto che porta in un domani non troppo lontano nel quale le strutture architettoniche d’acciaio si staglieranno nelle sky-lines urbane a testimonianza di un’era – forse – passata.

Venerdì 16 ottobre alle 21 i riflettori si spostano alla Torre del Centro Musica dove inaugura l’installazione multimediale “Zero A/V”, visitabile fino a domenica 18 ottobre dalle 16 alle 20. Per l’inaugurazione il collettivo torinese “Spime.Im” realizza una performance dal vivo sull’installazione. Dalle identità false a un flusso di immagini di coscienza, è un viaggio attraverso lo spettro dell’umanità. Immagina il presente come un punto di non ritorno, la fine di un viaggio instabile nella realtà attraverso una sequenza di immagini. Dal micro al macro, dalle abitudini umane ai percorsi delle stelle, ogni elemento di realtà che percepiamo viene sminuzzato e ogni piccola particella fa parte di una primordiale zuppa digitale, un nuovo inizio. L’inaugurazione è ad ingresso gratuito su invito, previa prenotazione (nei giorni successivi non si prenota, accesso e distanziamenti gestiti in loco dagli operatori).

Sabato 17 ottobre alle 21 il programma si completa con un secondo concerto dal vivo (ingresso gratuito, su prenotazione), sul palco della Tenda col duo Tomat Petrella che presenta il suo esordio discografico “Kepler”, pubblicat da K7! Records. Il duo composto da Davide Tomat e Gianluca Petrella contiene tante stratificazioni artistiche diverse da arrivare a superare il concetto di “jazz che incontra l’elettronica”: Davide Tomat è infatti un artista elettronico di Torino, con oltre 20 anni di esperienza come multi strumentista, band leader e sound designer in tanti progetti italiani e internazionali, oltre ad essere tra i fondatori del collettivo Superbudda collective; Gianluca Petrella, anche lui di base a Torino, è considerato tra i migliori trombonisti jazz al mondo, con pubblicazioni per label importantissime come Blue Note ed ECM, oltre a un background di sperimentazioni al di fuori della musica classicamente jazz, che lo hanno portato a collaborare con artisti come Ricardo Villalobos, Max Loderbauer, Lazy 9, Moritz von Oswald, Matmos e altri. Insieme producono un flusso magnetico che mastica ambient e drone music in cerca d’equilibrio fra l’approccio free di Petrella, tipico del jazzista, e la necessità di realizzare una composizione strutturata tipica di un artista elettronico come Tomat.

Tutti gli eventi a La Tenda, nel rispetto delle misure anti Covid (distanziamento mascherine, disinfezione mani) sono a ingresso gratuito, prenotazione consigliata.

L’evento inaugurale dell’installazione Zero A/V alla Torre è a ingresso gratuito su invito, previa prenotazione. Programma completo e prenotazioni a www.musicplus.it o sui social Facebook/Instagram del Centro Musica Modena (tel. 059 2034810).

“Transmission Bands” è un progetto curato da 71MusicHub_Centro Musica e promosso dal Comune di Modena con contributo della Regione Emilia-Romagna.