Al via la 29° festa di Rifondazione Comunista di Spilamberto

102

Dal 17 agosto al 3 settembre presso l’area Panarock appuntamenti politici, musica e convivialità

SPILAMBERTO (MO) –  Giovedì 17 agosto prende il via la 29° edizione della festa di Rifondazione Comunista di Spilamberto, che fino al 3 settembre propone appuntamenti politici, presentazione di libri, musica e buona cucina con il ristorante tradizionale, l’osteria con gnocco e tigelle ma anche due serate con cucina vegana che proporrà golosità oltre la carne.

La festa si svolge presso l’area Panarock in via Ponte Marianna 35, e giovedì 17 agosto la cerimonia inaugurale si terrà alla presenza di Eliana Ferrari, responsabile nazionale feste del partito, di Stefano Lugli, co-segretario regionale e la segretaria di Federazione Elena Govoni.

Gli appuntamenti politici si snodando lungo tutto l’arco della festa e saranno un’occasione per discutere dei temi di più stretta attualità: dall’esempio della lotta dei lavoratori GKN di Firenze all’inquinamento da allevamenti intensivi, dai problemi della sanità pubblica agli infortuni sul lavoro.

Non mancheranno le iniziative di solidarietà: la serata dedicata alla consulta delle associazioni di Spilamberto, la cena a sostegno della campagna di crowdfunding per fare della GKN di Firenze la prima fabbrica socialmente integrata, due serate di raccolta fondi per l’invio di container di medicinali e presidi medici a Cuba e sostenere una popolazione vittima dell’embargo.

Tutte le sere della festa sarà inoltre possibile firmare le leggi iniziativa popolare per un salario minimo legale di 10 € all’ora e per il ritiro della richiesta di autonomia differenziata avanzata dalla Regione Emilia-Romagna.

Domenica 3 settembre gran serata di chiusura con lo spettacolo di Francesca Fornario, scrittrice, giornalista Rai e conduttrice del programma satirico Un giorno da Pecora, con la partecipazione del segretario nazionale di Rifondazione Comunista Maurizio Acerbo. Europea.

Il programma integrale della festa è disponibile sul sito www.rifondazionemodena.it