Al via il progetto LED a Meldola per la riqualificazione energetica del 70% dei punti luce sul territorio

Hera Luce inizierà il 4 novembre la sostituzione di 1.100 punti luce con nuovi apparecchi a LED ad alta efficienza

MELDOLA (FC) – Inizieranno lunedì 4 novembre a cura di Hera Luce, Energy Saving Company (ESCO) del Gruppo Hera e secondo gestore italiano in questo settore, gli interventi per il miglioramento dell’efficienza energetica del servizio di illuminazione pubblica a Meldola

I lavori, che inizieranno in via I Maggio per poi proseguire nella frazione di San Colombano, termineranno entro fine febbraio, prevedono la conversione di 1.100 punti luce sui 1.650 totali, pari a circa il 70% dei corpi illuminanti ora con lampade a tecnologia tradizionale del territorio comunale, alla nuova e più efficiente moderna tecnologia a LED.

In un secondo stralcio, indicativamente dall’estate prossima, si completerà l’intervento sui rimanenti 450 punti luce.

L’intervento di manutenzione straordinaria rientra fra le attività incluse nel contratto di gestione del servizio di pubblica illuminazione che la società del Gruppo Hera ha in concessione e prevede la sostituzione e l’ammodernamento tecnologico dei punti luce di varie zone della città con nuovi apparecchi di ultima generazione. A regime, l’intervento di ammodernamento tecnologico consentirà un forte risparmio nella bolletta elettrica e un notevole beneficio in termini di minori emissioni di CO2.

“Grazie a questo progetto di riqualificazione energetica portato avanti dall’Amministrazione e progettato da Hera Luce, a regime il servizio di pubblica illuminazione raggiungerà un livello di efficienza energetica pari al 54% rispetto allo stato di partenza degli impianti interessati – sottolinea con soddisfazione il sindaco di Meldola Roberto CavallucciCon questo importante progetto, la maggiore efficienza dei led ci consentirà di rendere le strade del territorio comunale meglio illuminate e soprattutto più sicure, senza trascurare, naturalmente, i benefici economici e ambientali che otterremo con il ricorso a un sistema di illuminazione più moderno ed efficiente’’.

“Hera Luce è costantemente impegnata nella ricerca di soluzioni per rendere le città sempre più efficienti e smart e utilizza già lampade a basso consumo nella quasi totalità dei punti luce gestiti, per essere non solo il fornitore di un servizio, ma un partner qualificato con cui sviluppare progetti in grado di valorizzare il territorio e migliorare la sostenibilità ambientale – afferma Alessandro Battistini, Direttore Generale di Hera Luce-. Un risultato importante, che raggiungeremo grazie all’utilizzo di tecnologie di ultima generazione, selezionate adottando i Criteri Ambientali Minimi per l’illuminazione pubblica sviluppati secondo le indicazioni della politica europea, che mira a coniugare competitività e sostenibilità”.

Meldola comune a LED: un risparmio del 54% annuo per i lampioni del territorio cittadino e benefici ambientali

Il progetto di riqualificazione energetica riguarderà i punti luce a vapori di sodio non più efficienti dal punto di vista illuminotecnico, che saranno sostituiti con altrettanti nuovi apparecchi con tecnologia a LED. La riqualificazione darà una risposta significativa a un’ampia parte del territorio di Meldola: infatti, a regime, una volta completati i lavori di efficientamento, il Comune potrà contare su un risparmio energetico medio pari al 54% (circa 418.000kWh) rispetto allo stato di partenza degli impianti, equivalente a 78 TEP (Tonnellate Equivalenti Petrolio) l’anno e alla mancata emissione in atmosfera di oltre 168 tonnellate di CO2 .

Oltre 300.000,00 euro di investimento

L’importante investimento per questo progetto di riqualificazione energetica è di oltre 300.000 euro, interamente a carico dell’Amministrazione Comunale, che recupererà l’importo con il risparmio energetico ottenuto grazie alla sostituzione di punti luce non più efficienti dal punto di vista illuminotecnico con nuovi apparecchi a LED, quindi senza nessun onere per i cittadini.

Cos’è il LED

Il LED (Light Emitting Diode) è la sorgente luminosa attualmente di riferimento nell’ambito dell’efficientamento dell’illuminazione pubblica. Hera Luce, grazie all’esperienza maturata su questi sistemi, è in grado di valutare e scegliere le soluzioni migliori presenti sul mercato, adattandole alle esigenze delle realtà in cui opera per rispettare al meglio i Criteri Ambientali Minimi definiti a livello europeo.

Un numero di pronto intervento dedicato

Ricordiamo che ai cittadini è dedicato un servizio tramite il quale possono segnalare direttamente eventuali guasti o malfunzionamenti: attivo 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno, è utilizzabile telefonando al numero verde di Hera Luce 800.498616.

“Grazie a questo progetto di riqualificazione energetica portato avanti dall’Amministrazione e progettato da Hera Luce, a regime il servizio di pubblica illuminazione raggiungerà un livello di efficienza energetica pari al 54% rispetto allo stato di partenza degli impianti interessati – sottolinea con soddisfazione il sindaco di Meldola Roberto Cavallucci – Con questo importante progetto, la maggiore efficienza dei led ci consentirà di rendere le strade del territorio comunale meglio illuminate e soprattutto più sicure, senza trascurare, naturalmente, i benefici economici e ambientali che otterremo con il ricorso a un sistema di illuminazione più moderno ed efficiente’’.

“Hera Luce è costantemente impegnata nella ricerca di soluzioni per rendere le città sempre più efficienti e smart e utilizza già lampade a basso consumo nella quasi totalità dei punti luce gestiti, per essere non solo il fornitore di un servizio, ma un partner qualificato con cui sviluppare progetti in grado di valorizzare il territorio e migliorare la sostenibilità ambientale – afferma Alessandro Battistini, Direttore Generale di Hera Luce-. Un risultato importante, che raggiungeremo grazie all’utilizzo di tecnologie di ultima generazione, selezionate adottando i Criteri Ambientali Minimi per l’illuminazione pubblica sviluppati secondo le indicazioni della politica europea, che mira a coniugare competitività e sostenibilità”.