Al Policlinico riapre la biblioteca della strega Teodora

6

Da lunedì 2 agosto i piccoli pazienti di Pediatria potranno tornare a fruire del punto di lettura. Bortolamasi: “Riprende in sicurezza un servizio importante per le famiglie”

MODENA – Riapre lunedì 2 agosto la Biblioteca di strega Teodora, il punto di lettura del reparto di Pediatria del Policlinico di Modena, chiuso da mesi a causa dell’emergenza sanitaria.

Grazie all’intesa tra il Comune di Modena e l’Azienda ospedaliero-universitaria, il servizio potrà riprendere con il consueto orario di apertura: dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 18.30; il sabato dalle 15.30 alle 17.30; la domenica dalle 9.30 alle 11.30. La biblioteca sarà gestita da due operatrici della cooperativa Opengroup (che cura le biblioteche decentrate e parte dei servizi della Delfini) che si avvicenderanno fino alla fine dell’anno occupandosi dei prestiti e delle restituzioni. Le operatrici saranno sempre le stesse, in modo da garantire continuità e tracciamento delle presenze. Per ora, le norme di sicurezza in vigore non permettono invece il rientro delle volontarie dell’associazione “Il Segnalibro – Amici delle biblioteche” che animavano l’attività del punto di lettura.

“La Biblioteca della strega Teodora è un punto di riferimento molto importante per i bambini ricoverati e per le loro famiglie – è il commento dell’assessore alla Cultura Andrea Bortolamasi – e finalmente, dopo mesi, possiamo riaprirla in sicurezza grazie al lavoro fatto insieme all’Azienda ospedaliero-universitaria. La biblioteca, con i suoi tremila libri e tutte le storie e i mondi che contengono, offre una parentesi di normalità e di svago nelle lunghe giornate di ricovero, un momento di relazione e un antidoto alla solitudine”.

Inaugurata il 28 febbraio 1999, la Biblioteca della Strega Teodora, che ha il nome di un noto personaggio disegnato dall’illustratrice e autrice di libri per ragazzi Nicoletta Costa, è un servizio delle biblioteche comunali di Modena, gestito in collaborazione con i volontari. Si affaccia sul corridoio del reparto di Pediatria, fra le stanze dello Spazio Incontro e dello Spazio Scuola alle quali è collegata dall’interno. L’allestimento dello spazio, così come la scelta e la collocazione dei libri, intendono ricreare un luogo familiare per i piccoli lettori già abituati a frequentare la biblioteca vicino a casa. Per gli altri, Teodora può essere un’opportunità di incontro con il servizio bibliotecario: un luogo in cui si può stare da soli o fare amicizia tra le pagine di un libro, magari condividendo con altri l’esperienza della lettura ad alta voce.

Nata con una dotazione di un migliaio di volumi, dispone ora di circa tremila libri per bambini, per le mamme e i papà. È a disposizione dei piccoli ricoverati, dei loro genitori, degli amici e dei parenti in visita.