Agricoltura. Marcello Bonvicini eletto presidente del Consorzio Bonifica Emilia Centrale.

20

Gli auguri di buon lavoro dell’assessore Mammi e i ringraziamenti a Matteo Catellani per il lavoro svolto

logo regione emilia romagnaBOLOGNA – “Auguri di buon lavoro al neo presidente del Consorzio di Bonifica per l’Emilia Centrale, Marcello Bonvicini,per ilnuovo mandato al via oggi, e un sentito ringraziamento a Matteo Catellani per il lavoro svolto in questa prima parte del mandato e per l’impegno attuale che continuerà a svolgere, in particolare rispetto la soluzione all’annoso problema idrico della val d’Enza, come coordinatore dello staff tecnico per il progetto dell’invaso”. 

Così l’assessore regionale all’Agricoltura e agroalimentare, Alessio Mammi, saluta il neo presidente del Consorzio di Bonifica per l’Emilia Centrale Marcello Bonvicini.

“Un percorso complesso, quello che attende il Consorzio– prosegue Mammi – che necessita certamente di impegno specifico, competenza e disponibilità per affrontare un quadro di interventi che prevedono come sappiamo opere di efficientamento, miglioramento nella gestione della risorsa acqua, risparmio e ovviamente anche progettazione e realizzazione di un invaso per poter soddisfare pienamente il fabbisogno idrico individuato. Un’opera molto importante non solo per il territorio reggiano ma per tutto il contesto regionale e sulla quale ci sarà il massimo impegno della Regione per iniziare l’iter amministrativo e progettuale, nel solco tracciato dall’autorità di bacino”. 

“Su questo versante– assicura Mammi siamo impegnati anche con Anbi per ottenere dal Governo un importante finanziamento che ci consenta di avviare il percorso. La bonifica di Reggio svolge un ruolo fondamentale per la tenuta dell’assetto idrogeologico, per la tutela ambientale e della biodiversità, per il rifornimento idrico dell’agricoltura e delle altre attività economiche”. 

“Rinnovo i miei ringraziamenti- chiude Mammial Consorzio e ai suoi collaboratori per la notevole capacità progettuale e le competenze tecniche e amministrative dimostrate sul campo”.