Agorà: questa sera Stoicismo di e con Pietro Babina- Domenica 21 febbraio alle ore 21- piattaforma Zoom

42

Domenica 21 febbraio alle ore 21 si chiude la seconda parte di La parola soffiata – voci di attori e attrici

BOLOGNA – Domenica 21 febbraio alle ore 21 con Stoicismo, composizione originale di e con Pietro Babina si chiude la seconda parte di La parola soffiatavoci di attori e attrici / Agorà on line,– rassegna di letture sonore via ZOOM, diretta da Elena Di Gioia, che ha portato nelle case degli spettatori le voci di attori e attrici, come segno di questi tempi.

In diretta dalla Sala del Consiglio Comunale di Castel Maggiore, Babina legge una sua composizione originale, scritta per l’occasione e sperimenta il coinvolgimento del pubblico attraverso l’utilizzo di alcune funzioni offerte dalla piattaforma zoom, come quello della parte video e della chat, per lavorare su alcuni “segni” drammaturgici e su alcuni elementi di “assenza” che la modalità audio produce a differenza dello spettacolo dal vivo.

È un viaggio filosofico quello che propone l’attore e regista bolognese, che motiva così la scelta della parola stoicismo: “La vita mi è cambiata sotto i denti, senza preavvisi. Tutto è cambiato e continua a cambiare. Credevo si trattasse di una percezione personale, ma con il tempo ho capito che il cambiamento era universale, riguardava tutto il consesso umano e anche il mondo extra umano (che non se ne occupa affatto). Per lungo tempo mi sono astenuto dal commentare questa percezione. Ho affrontato giorno per giorno il progressivo straniamento. In silenzio. Con il passare degli anni, tutto ha cominciato ad incepparsi. Ora le certezze che ci eravamo costruiti per fronteggiare le situazioni della vita, non funzionano più. Per quanto si cerchi di dissimulare tutti hanno ormai chiaro che la situazione è fuori controllo. È la fine del mondo? Non credo. È la fine dell’umanità? Questo è più probabile. L’ottusità di riproporre ossessivamente modelli scaduti o lanciarsi in continue ricette futuribili, non fa altro che annodare la situazione. Sotto la superficie qualcosa di assolutamente diverso preme e trova spazio. Essere indifferenti alle cose indifferenti. Ci sono cose sulle quali non abbiamo alcun potere, le cose indifferenti, dedicarvisi rende schiavi, in disequilibrio, infelici. L’indifferenza stoica è una pratica difficile in un mondo che ha investito le cose indifferenti della massima importanza. Sono figlio degli dei antichi, mimetizzati in ogni elemento. Contemplo sempre di più cose che per molto tempo non ho guardato o ascoltato, cose vicine a volte vicinissime. Un tremore si approssima. Mi esercito quotidianamente a divenire indifferente alle cose indifferenti”.

La diretta dalla Sala del Consiglio Comunale di Castel Maggiore vuole essere un segnale significativo e simbolico: dal luogo centrale della vita delle comunità si diffonde la voce degli attori e attrici che durante il lockdown hanno sospeso l’attività.

Il progetto La parola soffiata è stato l’invito a restituirci una lente sui nostri tempi – attraverso la scelta degli artisti di una parola chiave intorno alla quale compongono una lettura per voce sola. La parola soffiata ha amplificato e moltiplicato le platee on air, per far entrare nelle case, come un soffio, la forza dell’arte e del teatro.

Agorà, giunta alla 5° edizione, è la rassegna teatrale itinerante nei comuni dell’Unione Reno Galliera nella Area metropolitana di Bologna: Argelato, Bentivoglio, Castel Maggiore, Castello d’Argile, Galliera, Pieve di Cento, San Giorgio di Piano, San Pietro in Casale. La rassegna è promossa da Unione Reno Galliera con la direzione artistica di Elena Di Gioia, realizzata con il contributo di Regione Emilia-Romagna e prodotta da Associazione Liberty.

Stagione Agorà

promossa da Unione Reno Galliera con il sostegno di Regione Emilia-Romagna

direzione artistica Elena Di Gioia produzione Associazione Liberty e Unione Reno Galliera

Al centro di Agorà un articolato progetto di teatro diffuso: spettacoli, laboratori, incontri, nuove creazioni e condivisioni con artisti della scena contemporanea, nei teatri e nei luoghi diffusi di otto comuni della Unione Reno Galliera nella Area metropolitana di Bologna.

Main sponsor: Unipol Gruppo e Hera

Sponsor Coop Alleanza 3.0, Coop Reno, Gruppo Camst, Lachiter, Borghi Impianti oleodinamici S.p.a., Società Dolce,

Ariostea Broker, Emil Banca, Energy Group, Roboqbo, ASA Azienda Servizi Ambientali S.C.p.A,

Con la partecipazione di ATER, Fondazione Circuito Regionale Multidisciplinare Emilia-Romagna

Con la collaborazione di Biblioteche Associate, Uscire dal Guscio- Educare alle differenze, Collettivo Amalia, Il Corpo delle Donne – Corpo Sociale

Media partnership: RadioEmiliaRomagna

Agorà

stagione teatrale 2020-2021 – Seconda parte

promossa da Unione Reno Galliera

con il contributo di Regione Emilia Romagna

direzione artistica Elena Di Gioia

produzione Unione Reno Galliera e Associazione Liberty

Domenica 21 febbraio ore 21

nell’ambito di

La parola soffiata

voci di attori e attrici/ spettacolo on line

Stoicismo

di e con

Pietro Babina

Per info:

Per la partecipazione è necessario prenotarsi entro le 20.30 del del giorno di spettacolo (costo 3€) e disporre di un computer o di uno smartphone e di una connessione ad internet.

Il pagamento può essere effettuato attraverso il seguente link :https://stagioneagora.it/stagione-20-21/stoicismo/

Programma La parola soffiata: https://stagioneagora.it/laparolasoffiata/

Programma della stagione www.stagioneagora.it

*Per maggiori informazioni*:

biglietteria.teatri@renogalliera.it

tel. -sms – whatsapp 333.883.9450