Affitto azzerato degli impianti sportivi per i sei mesi di chiusura per emergenza Covid

10

Maggi: sostegno concreto al mondo dello sport

FERRARA – Affitto azzerato per gli impianti sportivi per i sei mesi di chiusura da decreto anti Covid 19. Questa la decisione della giunta del Comune di Ferrara, deliberata questa mattina (25 maggio 2021) in materia di sostegno al mondo dello sport, particolarmente provato dagli effetti delle prescrizioni sanitarie da pandemia e a causa delle chiusure imposte.

La delibera prevede la riduzione del 100% del canone di concessione degli impianti sportivi di proprietà comunale per i sei mesi di sospensione delle attività a causa dell’emergenza Covid ed è indirizzata alle associazioni e società sportive dilettantistiche, iscritte al registro del Coni, che hanno in gestione impianti sportivi comunali e le cui attività sono state sospese dalle misure di contenimento della pandemia nei mesi di novembre e dicembre 2020, gennaio, febbraio, marzo e aprile 2021. La misura ricalca quella già adottata dall’Amministrazione comunale per i tre mesi di sospensione delle attività sportive nella primavera 2020 e determinerà un mancato introito per le casse comunali di 100mila euro.

“L’intento del provvedimento – spiega l’assessore allo sport Andrea Maggi è quello di continuare a sostenere le società sportive cittadine danneggiate dal lungo periodo di chiusura forzata delle attività, per favorirne la ripresa in un momento ancora molto difficile”.

In questi mesi di sospensione delle attività “i concessionari dei circa 70 impianti sportivi hanno continuato a svolgere attività di manutenzione e custodia degli impianti affidati loro in concessione, contribuendo al mantenimento delle buone condizioni dei locali, per consentirne la riapertura in sicurezza. Il tutto senza svolgere alcuna attività economica e dunque senza introiti” spiega ancora l’assessore. “Sappiamo quanto lo sport sia fondamentale per la salute di tutti e per la formazione e la crescita delle nuove generazioni, ma non va mai dimenticato che lo sport è anche un sistema economico importante che contribuisce alla crescita della città e va tutelato con attenzione”.

Il provvedimento approvato oggi dalla Giunta prevede inoltre, a cascata, un beneficio sulle attività degli operatori del mondo sportivo: nel caso le palestre comunali siano affidate in concessione d’uso e gestione per l’organizzazione delle attività sportive in orario extrascolastico, i concessionari beneficiari della riduzione del canone dovranno infatti applicare alle associazioni sportive che utilizzano gli impianti uno sconto del 50% rispetto alle tariffe comunali applicate per il 2021.