Ad Anzola dell’Emilia nascerà il nuovo stabilimento EMAG-SAMP

37
BOLOGNA – Incontro oggi in Regione, convocato dall’assessore Vincenzo Colla, riferito alla vicenda di Samputensili Machine Tools, attualmente in concordato nell’ambito della vicenda che ha coinvolto aziende e società del Gruppo Maccaferri.
All’incontro erano presenti Fausto Tinti per la Città metropolitana di Bologna, la dirigenza di Emag Su srl, rappresentanti sindacali della Fiom di Bologna e di Reggio Emilia.
Lo scorso 21 gennaio sempre presso la sede dell’Assessorato regionale allo Sviluppo economico e al Lavoro si era tenuto un incontro in cui Regione, Città metropolitana di Bologna e le parti sociali ed economiche avevano valutato alcune questioni attinenti l’interesse manifestato da Emag per i rami d’azienda di Samputensili M. T. srl., tra cui la possibile individuazione di un’area nel territorio di Anzola come sede produttiva italiana.
Al termine dell’incontro di oggi è stato siglato un accordo quadro sindacale in vista della formalizzazione dell’interesse di Emag Su srl a partecipare al bando d’asta per Samputensili Machine tools, comprensivo del ramo CLC di Reggio Emilia.
“Siamo molto soddisfatti dell’accordo siglato oggi che prevede la costruzione di un nuovo stabilimento ad Anzola e creerà nuovi posti di lavoro nei prossimi anni. Inoltre, l’investimento rimane nel territorio della città metropolitana e in questo modo sono salvaguardati occupazione e patrimonio produttivo” ha dichiarato Fausto Tinti, consigliere metropolitano con delega a Politiche del lavoro e Tavoli di salvaguardia del patrimonio produttivo.
“Il lavoro di investimento fatto in questi anni sul nostro territorio e sulla nostra gente continua a ripagarci in modo straordinario, nonostante la morsa del Coronavirus non accenni a diminuire –  è il commento di Giampiero Veronesi, sindaco di Anzola dell’Emilia e consigliere metropolitano – La Samp approda ad Anzola con circa cento lavoratori e la previsione del raddoppio di occupazione e fatturato in cinque anni”.