Abbassate il volume: un libro indaga su libertà e soprusi della movida

15

EMILIA ROMAGNA – Fra Covid, green pass e discoteche chiuse, in questa estate 2021 dovrebbe esserci poco spazio per la movida notturna, ma in tanti locali italiani si continua a ballare a tutto volume a dispetto di ogni regola.

Succede anche nel tratto di costa dove abita Resede Ferioli, notaio in pensione, che da anni in estate non chiude più occhio. E così, tra serietà e ironia, amore per il diritto e gusto per la narrazione, inizia la sua indagine per smascherare tutti gli abusi che si compiono sulla spiaggia, spesso e volentieri autorizzati dalle istituzioni.

Il risultato è il libro “Abbassate il volume”, tra indagine giuridica e memoir, edito da Le Lucerne Edizioni.

Abbassate il volume Indagine su libertà e soprusi della movida

di Resede Ferioli (ed. Le Lucerne, luglio 2021)

160 pagg. – 14 euro; ebook  4.99 euro – isbn 979-1280147110

Stretto fra una pineta e il mare, il paese di Vallesina sembrava il paradiso sulla terra: il luogo perfetto dove trasferirsi per godere i giorni della pensione. Ma per Resede Ferioli l’idillio svanisce presto. Arrivata la prima estate, l’impazzare a tutto volume della movida notturna sotto la sua nuova casa non le fa chiudere occhio. A nulla serve sperare nell’intervento delle forze dell’ordine, a Vallesina il disturbo della quiete pubblica è autorizzato direttamente dal Sindaco.

Così, tra serietà e ironia, con codici e leggi alla mano e la memoria sempre pronta a correre verso le più incredibili storie vissute, inizia la sua indagine. Obiettivo: smascherare le illegalità da spiaggia su cui le istituzioni chiudono gli occhi, persino in tempo di Covid.

Un libro unico nel suo genere in cui l’amore per il diritto si fonde con il gusto per la narrazione, episodi e avventure di una vita si intrecciano con riflessioni sul senso della giustizia e l’analisi precisa delle leggi dell’ex notaio si accompagna sempre alla verve di una donna inarrestabile.

 

 

Resede Ferioli. Nata negli anni ’30 e cresciuta in un villaggio chiamato XII Morelli, la geografia del luogo le ha trasmesso l’amore per la rettitudine e la giustizia. Ha studiato giurisprudenza e per tanti anni ha esercitato come notaio in Emilia Romagna. Questo è il suo primo libro.

Le Lucerne è una casa editrice attiva dal settembre 2020 con l’obiettivo di divulgare la cultura della storia e del diritto. Il progetto nasce dall’idea di raccontare il mondo giuridico da una prospettiva diversa, libera da tecnicismi e alla portata di tutti, e di presentare la figura del giurista come intellettuale a tutto tondo.