ABABO ART WEEK 2023: 1-5 febbraio 2023

9

Tutti gli eventi di Accademia di Belle Arti di Bologna nell’ambito di ART CITY Bologna e in occasione di Arte Fiera

BOLOGNA – Con ABABO ART WEEK, l’Accademia di Belle Arti di Bologna si apre nuovamente al pubblico in occasione della settimana dell’arte bolognese, e lancia un programma che include la seconda edizione del fortunato ciclo di talk con artiste e artisti protagonisti di ART CITY Bologna, la mostra EX5, quinto capitolo della ricognizione sugli artisti diplomati all’Accademia, il progetto POSTCARDS from Iran e l’annuale appuntamento con il Convegno dedicato al restauro del Contemporaneo, mentre le opere dei giovani talenti troveranno spazio ad Arte Fiera in uno stand dedicato.

Dall’1 al 5 febbraio, l’Accademia di Belle Arti di Bologna propone una nuova edizione di ABABO ART WEEK, il calendario di appuntamenti sviluppato in collaborazione con ART CITY Bologna, programma istituzionale di mostre e iniziative speciali coordinato dall’Area Arte Moderna e Contemporanea del Settore Musei Civici Bologna, in concomitanza con Arte Fiera.

ARTalk CITY. Incontri in accademia con gli artisti del Main program

Dopo il grande successo di pubblico della scorsa edizione, torna il ciclo di incontri ARTalk CITY, coordinato da Maria Rita Bentini, con un programma di cinque appuntamenti con gli artisti del Main program di ART CITY Bologna 2023, previsti tutte le mattine dal 1 al 5 febbraio in Aula Magna. Yuri Ancarani, Roberto Fassone, Eva Marisaldi, Lucy+Jorge Orta si racconteranno in prima persona a partire dal progetto artistico concepito per ART CITY Bologna 2023, in dialogo con curatori e docenti. Saranno inoltre protagonisti di brevi video-interviste realizzate da Veronica Santi, in collaborazione con studentesse e studenti del Corso di Linguaggi del Cinema e dell’Audiovisivo dell’Accademia di Bologna. Il quinto appuntamento di ARTalk CITY sarà dedicato alla figura di Patrick Procktor, scomparso nel 2003, raccontato dal curatore Tommaso Pasquali.

EX5

Giunto alla sua quinta edizione, il progetto espositivo EX, a cura di Carmen Lorenzetti, mira a riportare all’attenzione del pubblico storia e memoria dell’Accademia di Belle Arti di Bologna e dell’affiliata Accademia di Ravenna, che negli anni hanno formato decine e decine di artisti oggi riconosciuti a livello nazionale ed internazionale. La collettiva, ospitata nel Salone degli Incamminati della Pinacoteca Nazionale di Bologna, include opere di sei artisti accomunati dal punto di vista generazionale ma anche dalla pratica della pittura: Giovanni Blanco (1980), Jacopo Casadei (1982), Rudy Cremonini (1981), Domenico Grenci (1981), Enrico Minguzzi (1981) e Nicola Samorì (1977).
La mostra, che inaugura sabato 4 febbraio alle ore 18.00 (con orario prolungato fino alle 24 in occasione della ART CITY White Night) e che proseguirà fino al 12 marzo 2023, è accompagnata da un catalogo e da tre workshop con gli artisti. Il pubblico potrà accedere alla mostra anche attraverso visite guidate gratuite su prenotazione, condotte da studentesse e studenti del Dipartimento di Comunicazione e Didattica dell’arte, che riguarderanno anche la mostra Giulio II e Raffaello. Una nuova stagione del Rinascimento.

POSTCARDS from Iran

In segno di solidarietà con le coraggiose azioni di protesta contro la repressione messa in atto dall’attuale regime iraniano, l’Accademia di Belle Arti di Bologna propone il progetto partecipativo POSTCARDS from Iran, ideato da un gruppo di studentesse iraniane e realizzato con il supporto della Consulta studentesca, in collaborazione con Gianluca Costantini, con l’intento di raccontare il presente di un paese meraviglioso con una storia millenaria, da cui arrivano racconti di abusi, diritti e dignità calpestati, genitori privati dei loro figli e figli condannati a un destino già segnato a cui però fortunatamente non si rassegnano. Le cartoline, ricevute dagli iraniani residenti in patria e all’estero, comporranno insieme un’installazione dove le testimonianze sono intervallate da racconti della speranza di un popolo che con l’arma dell’arte e della cultura reclama la libertà che gli è stata negata.

POSTCARDS from Iran è parte di RiparAzioni – rielaborare ad arte, progetto ideato dall’Accademia di Belle Arti di Bologna per il PON METRO 14 – 20 finanziato dal FSE nell’ambito della risposta dell’Unione alla pandemia di COVID-19.

ABABO @ ARTE FIERA

Anche quest’anno, l’Accademia di Belle Arti di Bologna sarà presente all’interno di Arte Fiera con uno stand dedicato alle opere di studentesse e studenti, a cura di Maura Pozzati (Padiglione 26 / Stand B74). Il progetto espositivo, dal titolo ABABO Gallery, sarà colorato, ricco di espressività e inventiva, a testimonianza della creatività che si sperimenta quotidianamente nelle aule dell’Accademia. In mostra, le opere di 6 studentesse e studenti dei Bienni di specializzazione in Pittura Arti Visive (Donato Di Schiena e Wu Jilan), Scultura (Francesco Bendini), Fotografia (Rosa Brianda), Decorazione per l’architettura (Ilaria Pulcini), Grafica d’arte (Francesca Bonifazi). Il Dipartimento di Comunicazione e Didattica dell’arte partecipa con un contributo importante nel raccontare al pubblico le opere selezionate.

Convegno sul restauro del Contemporaneo

Venerdì 3 febbraio, in concomitanza con le giornate di ART CITY Bologna e Arte Fiera, l’Accademia di Belle Arti di Bologna organizza, in collaborazione con IGIIC (Gruppo Italiano dell’International Institute for Conservation), il tradizionale Convegno sul restauro del Contemporaneo, giunto quest’anno all’ottava edizione. La Giornata di Studi, quest’anno dedicata al cemento come espressione artistica e alle malte adesive di supporto, si svolgerà negli spazi dell’Accademia e vedrà confrontarsi curatori, restauratori, artisti ed esperti di tecnologie attinenti al settore.

Per maggiori informazioni, visitare il sito www.igiic.org

Accademia di Belle Arti di Bologna

Via delle Belle Arti, 54, Bologna
www.ababo.it