A Parma il massimo delle risorse che il Pnrr poteva assegnare per la rigenerazione urbana

66
2022-01-27 Pnnr

In arrivo 20 milioni per 5 progetti

PARMA –  Il Pnrr prevede ulteriori 905 milioni (annualità 2022-2026) a rinforzo degli investimenti che andranno a finanziare progetti di rigenerazione urbana volti a ridurre le situazioni di emarginazione e degrado sociale rispetto a quelli già varati in attuazione del Pnrr. Rispondendo alle esigenze emerse a livello regionale e su proposta avanzata da Massimiliano Fedriga (presidente dalla Conferenza delle regioni), Antonio Decaro (presidente Anci) e da Michele De Pascale (presidente Upi) il Governo ha infatti accolto la proposta di patrocinare un un forte sviluppo alle economie locali. In pratica verrà esaurita la graduatoria dei progetti presentati e, all’interno di quelli che trovano finanziamento rientreranno anche i progetti di Parma in precedenza dichiarati ammissibili, ma rimasti esclusi per parametri legati all’alta qualità della vita della città ducale. In un primo momento, infatti, molte città del nord erano state escluse dal riparto dei finanziamenti.

Per Parma, in concreto, la manovra si sostanzia con l’arrivo di venti milioni (quota massima delle risorse che la nostra città poteva vedersi assegnare) che permetteranno di finanziare cinque progetti già previsti senza attingere al Bilancio comunale.

Gli interventi, che dovranno concludersi entro il 2026,  sono:

  • La nuova scuola nell’area del Castelletto fra via Zarotto e via Sidoli (9,6 milioni di euro),
  • la riqualificazione del palazzetto dello sport PalaRaschi in via Spezia (quattro milioni)
  • ulteriori interventi nella sottocrociera dell’ospedale Vecchio (cinque milioni)
  • la rimessa a nuovo del centro civico in via Zarotto nell’ex municipio di San Lazzaro (1,8 milioni)
  • la nuova illuminazione nel Parco Ducale (600mila euro).

L’Assessore alle Politiche di pianificazione e sviluppo del territorio e delle opere pubbliche Michele Alinovi ha accolto con soddisfazione la notizia della decisione del Governo “Ringraziamo in particolare Anci e il presidente Decaro per essersi fatti portavoce delle nostre richieste, rimediando ad una situazione che appariva paradossale. In attesa degli atti ufficiali ci metteremo subito al lavoro per concretizzare questi 20 milioni di euro di fondi Pnrr destinati ad interventi di rigenerazione urbana, che porteranno un sicuro beneficio alla vita dei nostri quartieri e all’attrattivita’ della nostra città”.