A Natale non potranno raggiungere le proprie famiglie (FOTO)

26

Arci Solidarietà Cesenate “abbraccia” gli anziani ospiti delle Case di Riposo e consegna loro il calendario

CESENA – Arci Solidarietà Cesenate si trasforma in “Babbo Natale” e dona agli anziani ospiti delle Case di Riposo del territorio il “Calendario della Solidarietà”. Tradizionalmente, in occasione delle festività natalizie gli operatori e i volontari Arci garantiscono alle famiglie del Cesenate un servizio fondamentale: ricongiungere i nonni ai nipoti e i genitori ai propri figli. “Quest’anno – commenta il Presidente di Arci Solidarietà Cesenate Paolo Brunetti – non sarà possibile svolgere questo servizio a causa dell’emergenza sanitaria in corso ma abbiamo voluto dare comunque un segnale di vicinanza e di affetto a tutti gli anziani che annualmente, il giorno di Natale, viaggiano sui nostri mezzi per trascorrere queste giornate in compagnia dei propri cari”. Su queste premesse nasce il Calendario della Solidarietà la cui consegna nelle Case di Riposo ha preso avvio lunedì 14 dicembre. Nella mattinata di giovedì 17 dicembre il Presidente Brunetti, insieme alla Presidente di Arci Cesena Silvia Cascetta e a due volontari del Servizio Civile, Giorgia Fischi e Mattia Brunetti, hanno consegnato il Calendario anche al Sindaco Enzo Lattuca e all’Assessora alle Politiche per la famiglia Carmelina Labruzzo.

“È stato un anno molto particolare – commentano Sindaco e Assessora – e siamo chiamati a vivere queste festività nel rispetto di tutti e in una forma che non ci è consona però è giusto che ai nostri anziani arrivi l’augurio di tutta la città. Un augurio virtuale. Ci stiamo abituando infatti ad adoperare le tecnologie a nostra disposizione per garantire una comunicazione continua con tutti coloro che sono ospiti nelle Case di Riposo. È vitale non interrompere questa abitudine e la lodevole iniziativa di Arci Solidarietà Cesenate rappresenta un ulteriore modo per ribadire che è molto importante che le persone residenti nelle strutture per anziani, in particolare nel periodo natalizio, non vengano lasciate sole e vengano assistite. Non solo sotto il profilo sanitario, ma anche dal punto di vista emotivo ed umano.

I soggetti più fragili in questo momento particolare sono proprio gli anziani “isolati” nelle CRA i quali non possono ricevere il conforto dei propri cari. Per questa ragione l’Associazione di volontariato nata nel 1992 ha pensato a questo piccolo dono consegnato a circa 500 ospiti di queste strutture. Le tappe della consegna sono state: Casa di Riposo Nuovo Roverella, Violante Malatesta, La Meridiana di Sant’Andrea in Bagnolo, Maria Fantini, Lieto Soggiorno di Macerone, Don Baronio e Il Castello di Longiano.

Cesena, 18 dicembre 2020