A Cesenatico le vacanze al mare sono eco

0
Ricci Hotels – Lo Staff – Foto di Francesca Bocchia

Plastic free, risparmio e riciclo di acqua ed energia, prodotti di stagione delle campagne romagnole, acqua in confezioni riciclabili e servizi bike

CESENATICO (FC) – Tanto verde, parchi sul lungomare, il mare pulito e premiato con la Bandiera Blu da oltre 10 anni, piste ciclabili, la spiaggia delle tamerici (il primo arenile in Italia ad essere stato rinaturalizzato) e il rapporto più alto di spazi verdi di tutta la Riviera Romagnola. A Cesenatico (FC) è naturale scegliere di vivere vacanze green, cercando il più possibile di dare il proprio contributo ad uno stile di vita sostenibile. È questo il mantra dei Ricci Hotels, Family e Bike Hotels della città marinara ad un passo dal mare, che da anni hanno intrapreso un percorso ecologico, in continua evoluzione, da condividere con gli ospiti. Un percorso premiato con la certificazione Eco Leader Gold TripAdvisor, la certificazione Eco Label di Legambiente e poi con l’Oscar del Turismo di Legambiente.
Il risparmio dell’acqua e il suo riutilizzo sono alcuni dei principi che guidano la rivoluzione green di queste strutture. Sono stati infatti installati meccanismi di doppio scarico e filtri per ridurre la portata dell’acqua; costantemente vengono svolti lavori di manutenzione per rilevare e riparare eventuali perdite; nei giardini si usa acqua riciclata o proveniente da pozzi. Inoltre, gli ospiti sono invitati con avvisi e suggerimenti alla riduzione dell’acqua.
Anche i consumi energetici sono ridotti al minimo: si usano lampadine a basso consumo ed elettrodomestici di classe A, l’aria condizionata e il riscaldamento sono usate in modo efficiente: nelle camere c’è un sistema che ne interrompe l’erogazione se si apre il balcone o se si esce fuori dalla porta. L’illuminazione è gestita con timer e sensori nelle zone comuni. Impianti solari permettono di riscaldare l’acqua e ci sono caldaie a condensazione e a basse emissioni.
L’impegno continua a tavola già dal mattino, con una colazione ecologica, dove non ci sono contenitori monodose che creano sprechi e rifiuti, ma prodotti freschi selezionati sul territorio e nelle campagne romagnole e di stagione, tra cui il miele prodotto dalle api del Podere La Fattoria di Canonica (RN) una cascina dei Ricci Hotels sulla collina, tra vigneti e uliveti. L’olio extravergine d’oliva e il vino giungono poi sulle tavole dei ristoranti degli alberghi, con la pasta fatta in casa e piatti genuini. Nelle cucine, l’olio vegetale viene raccolto da una ditta specializzata nella gestione di residui. La raccolta differenziata si fa ovunque, dalla cucina alle camere.
Inoltre, dal 2016 i Ricci Hotels sono Tesla Destination Charging, con stazioni di ricarica per auto elettriche. Il mezzo di trasporto preferito a Cesenatico è però la bicicletta, a disposizione degli ospiti, con tanti servizi specializzati per gli appassionati di 2 ruote (i Ricci Hotels sono Bike Hotel) per esplorare i percorsi che dal mare salgono dolcemente sulle colline. E non mancano le e-bike ideali per pedalate più lunghe tra i borghi e la natura della Romagna.
Tutti gli hotel sono plastic free e nelle camere gli ospiti trovano saponi e bagnoschiumi biologici e ricaricabili. E da quest’anno c’è una sorpresa di benvenuto: l’Acquainbrick, confezioni in materiale vegetale (la cellulosa proviene da foreste FSC, il tappo è composto da polimeri di canna da zucchero) che si possono riciclare. Un’iniziativa ecologica e sostenibile anche dal punto di vista sociale, con la quale i Ricci Hotels partecipano al programma della ONG Pozos sin Fronteras, per creare pozzi artesiani nei luoghi del mondo in cui non c’è acqua.
I prezzi sono a partire da 69 euro a notte in mezza pensione, con almeno 3 pernottamenti.