25 aprile, il 76° anniversario della Liberazione nei comuni della città metropolitana sarà celebrato nel rispetto delle norme anti-covid

17

In programma dirette social, video d’archivio, presentazioni di libri

BOLOGNA – Per il secondo anno consecutivo le celebrazioni della Liberazione dell’Italia dall’occupazione nazi-fascista, sono organizzate nel rispetto delle norme anti-covid. In programma proiezioni in streaming, letture, video.

Le deposizioni di corone si terranno comunque, ma non saranno aperte al pubblico, per rispettare le norme di sicurezza.

Anche il tradizionale appuntamento a Monte Sole si sposta sul web (https://www.montesole.org/), nei prossimi giorni sarà disponibile il programma degli appuntamenti. La Scuola di Pace aderisce, inoltre, all’iniziativa promossa dall’Anpi nazionale e invita i cittadini a portare un fiore sulle lapidi, nelle piazze e ai monumenti dedicati alla memoria dei e delle resistenti e il 25 aprile condividere la foto sui social con l’hastag #equestoèilfiore e taggando la pagina Scuola di Pace di Montesole e quella del 25 Aprile Monte Sole – Marzabotto Percorsi Antifascisti!.

Sono tante le iniziative online organizzate per l’occasione nei Comuni della città metropolitana, di seguito le principali.

Nei Comuni dell’Appennino bolognese le commemorazioni, con deposizione di corone, in molti casi sono accompagnati da interventi dei Sindaci sui profili social degli Enti (Monterenzio, Castiglione dei Pepoli, San Benedetto Val di Sambro).

Le commemorazioni ufficiali di Bologna saranno trasmesse sulla pagina Facebook del Comune. Fino al 2 giugno, le Porte di Bologna sono protagoniste dell’installazione pittorica “Ciò che resiste”, L’abbraccio alla città da parte delle donne e degli uomini della Resistenza. Su ognuna delle 12 Porte sarà esposto il ritratto di una staffetta o di un partigiano, a cui è stato affiancato uno dei primi 12 articoli della Costituzione Italiana. Il progetto è a cura dell’ANPI di Bologna e le opere sono di Antonella Cinelli. Dal 25 aprile, sul canale YouTube del Comune di Bologna, sarà disponibile una visita virtuale all’installazione pittorica. Le immagini saranno accompagnate da lavoratrici e lavoratori che leggeranno i primi 12 articoli della Costituzione.

Il programma completo al link:http://comunicatistampa.comune.bologna.it/2021/iniziative-liberazione-21-25-aprile-2021

L’Anpi e il Comune di Anzola dell’Emilia hanno promosso l’iniziativa “100 libri. 100 Staffette. 100 Incontri”: gli e le anzolesi possono suggerire titoli di libri “significativi” (saggi, romanzi o fumetti) che trattino di diritti, di giustizia, di resistenza, di solidarietà, di discriminazioni. Il 25 aprile “100 staffette consegneranno un libro e un garofano rosso a 100 cittadini, ragazzi e ragazze, uomini e donne, italiani e stranieri, bambini e anziani, famiglie e single, per testimoniare la solidarietà e la vicinanza nella difficoltà.

Dal 22 al 25 aprile sulla pagina Facebook del Comune di Bentivoglio saranno pubblicati i contributi del Sindaco, degli Assessori e dei Consiglieri del Comune sul tema della liberazione.

Filo conduttore delle manifestazioni commemorative di Budrio sarà “La Resistenza delle Donne”. Il 25 aprile sulla pagina Facebook e sul canale YouTube, saranno trasmessi i contribuiti degli studenti della Scuola Media Quirico Filopanti, coordinati dalla Professoressa Franca Martinelli.

A Calderara di Reno domenica 25 aprile alle 10 i ragazzi del Consiglio comunale delle ragazze e dei ragazzi, in collaborazione con l’Anpi, deporranno fiori per le strade cittadine intitolate a partigiani e antifasciste; alle 12 sarà pubblicato il video “Le voci del 25 aprile” sulla pagina Facebook del Comune.

“L’Italia di tutte e di tutti” è il titolo del programma promosso dal Tavolo di co-progettazione della Memoria Civile e coordinato dal servizio Casalecchio delle Culture, che prevede diverse iniziative trasmessi sui canali Facebook e YouTube. Giovedì 22 aprile alle 17.30, in diretta streaming, “Di guerra e di genti”, presentazione del libro a cura di Andrea Marchi, Gabriele Ronchetti, Massimo Turchi. Sabato 24 aprile alle 11, in diretta streaming anche sui canali Facebook e YouTube del Comune, “Le violenze fasciste contro le organizzazioni democratiche tra il 1920 e il 1922”, a 100 anni dalla morte di Ettore Masetti e dall’incendio della Camera del Lavoro di Casalecchio di Reno.

Sono in programma anche iniziative per le scuole, a cura della Biblioteca C. Pavese, che nei giorni intorno al 25 Aprile, sui propri social proporrà una bibliografia specifica di approfondimento.

A Castel del Rio, il 25 aprile, la cittadinanza è invitata a esporre il tricolore.

Diverse le iniziative organizzate da Castel San Pietro Terme nelle giornate precedenti il 25 Aprile, fra queste segnaliamo: l’esposizione, a cura delle associazioni Pro Loco di Castel San Pietro Terme, Uroboro e Anpi, fino a domenica 25 nello spazio della ex stazione delle corriere, di foto delle edizioni passate di Liberamusica e scatti di Castel San Pietro liberata (recuperate dall’Anpi). Le immagini saranno esposte appese, legate da un filo rosso.

Sabato 24 e domenica 25 in piazza Galvani, dove di solito si svolge l’evento di Liberamusica, verrà allestita un’installazione artistica, che consiste in un “palchetto” con posizionato sopra un “baule dei ricordi” dal quale cresce un fiore, simbolo della rinascita e della speranza.

Domenica 25 aprile dalle 16,30 alle 18,30 nel centro della città si sentiranno in filodiffusione le canzoni delle band che negli anni scorsi hanno suonato a Liberamusica.

Castello d’Argile ha organizzato l’incontro “I valori universali della Resistenza”, dedicato ad approfondire aspetti meno noti della resistenza italiana e parlare delle nuove, sempre attuali e necessarie, “resistenze”, prendendo come esempio il caso di Patrik Zaki (al quale il Comune ha conferito la cittadinanza onoraria). L’appuntamento è on line, venerdì 23 alle 18, con Fabrizio Tosi (ANED Bologna) che interverrà sul tema “L’altra resistenza. Gli internati militari”. Sarà proiettata l’intervista fatta a Amr Abdelwahab – attivista per i diritti civili in Egitto e amico di Patrik Zaki.

Alle 10.45 del 25 aprile, in diretta Facebook, in Piazza Malpighi a Crevalcore si terrà l’intervento della presidentessa del Consiglio Comunale Giulia Baraldi e del Presidente dell’ANPI Sezione di Crevalcore. Alle 15, sempre sulla pagina Facebook del Comune, video-lettura: “Racconti partigiani” di Beppe Fenoglio, a cura della Biblioteca comunale.

Fra le diverse iniziative organizzate a Imola, segnaliamo: venerdì 23 aprile, alle 18 la presentazione di “Officine Re-esistenti”, il museo diffuso nel centro storico dedicato alla storia di Imola nel biennio ‘43 – ‘45. In diretta streaming dal Cidra (Centro Imolese di Documentazione sulla Resistenza Antifascista e storia contemporanea), interverrà il sindaco Marco Panieri e presenteranno il progetto i rappresentanti della rete promotrice. Lo storico Simeone Del Prete guiderà poi i cittadini nelle prime tre tappe del “Museo a porte aperte”, ripercorrendo i luoghi significativi per la storia e la memoria della Resistenza imolese. Sul sito www.officineresistenti.it sarà possibile approfondire la storia dei luoghi e dei testimoni narrati, con contenuti multimediali provenienti dal patrimonio culturale del Cidra, e fruibili tramite smartphone e tecnologia qr code.

Sabato 24 aprile, alle 10 in diretta streaming, sulle pagine Facebook del Cidra, del Comune di Imola e dei Musei Civici di Imola verrà trasmessa l’iniziativa, che rientra nel progetto “Quando un posto diventa un luogo”, promossa dall’Istituto Tecnico “L. Paolini”, “Studenti Resistenti. Omaggio alla scuola e agli studenti partigiani”, con un numero ridotto di rappresentanti delle classi 2C, 2D, 4G, 5G, 5N dell’Istituto Tecnico “L. Paolini” con le prof.sse Chiara Billi e Monica Tassoni.

Sul canale YouTube del Comune di Monte San Pietro domenica 25 alle 11.30 proiezione della conferenza:”25 Aprile, Festa della Liberazione dal nazifascismo. Perché essere antifascisti nel 2021″. Intervengono: Monica Cinti, Sindaca; Alice Reina, Assessora alla Memoria; Anna Cocchi, Presidente Provinciale ANPI; Fabrizio Tosi, Presidente provinciale ANED.

Sala Bolognese e Valsamoggia: il Teatro delle Temperie ha deciso di produrre una serie di video, in onda in streaming Facebook durante la giornata del 23 aprile, dal titolo “Voci nel Sole: la Memoria di Monte Sole”. Si tratta di otto video artistico-documentali sulla tragedia che ha avuto luogo a Monte Sole nel 1944, per far sentire le voci dei sopravvissuti, celebrare la memoria delle vittime e fare rivivere i ricordi attraverso la condivisione. La diretta, a partire dalle 11.30, andrà in onda in contemporanea sulle pagine Facebook di Teatro delle Temperie, Fondazione Rocca dei Bentivoglio, Biblioteca Comunale di Sala Bolognese, Comune di Valsamoggia e ANPI.

Inoltre, il Comune di Valsamoggia aderisce all’iniziativa “E questo è il fiore” lanciata da ANPI e Comitato per le onoranze ai Caduti di Marzabotto: l’invito, a tutte le cittadine e cittadini, è quello di portare un fiore, in forma individuale e senza assembramenti, presso i cippi e le lapidi del proprio territorio. Ciascuno potrà poi condividere la propria foto con l’hashtag #equestoèilfiore.

Il 24 aprile e 25 aprile a San Lazzaro di Savena torna la rassegna di reading “Verso sera” della Mediateca, in collaborazione con l’ITC Teatro. Si comincia il 24 aprile con “Il sentiero dei nidi di ragno” di Italo Calvino, letto da Lea Cirianni con l’accompagnamento musicale di Francesco Guerri e la narrazione di Mauro Boarelli, mentre il 25 aprile sarà il turno de “L’Agnese va a morire” di Renata Viganò, letto da Giulia Franzaresi con l’accompagnamento musicale di Olivia Bignardi e la narrazione di Mauro Boarelli. Entrambi gli appuntamenti saranno disponibili alle ore 19 sul canale YouTube del Comune.

Sabato 25 aprile, sulla pagina Facebook del Comune, sarà pubblicato online il video realizzato dal Comitato per le Onoranze ai Caduti di Sabbiuno per mantenere viva la memoria dell’Eccidio di Sabbiuno.

Giovedì 22 aprile, anniversario della Liberazione di San Giorgio di Piano, sul profilo Facebook sarà presentato il saggio “Anche i partigiani però….” di Chiara Colombini, storica e ricercatrice presso l’Istituto piemontese per la Storia della Resistenza, che dialogherà con l’assessore alla Cultura Mattia Zucchini. L’evento è in collaborazione con ANPI San Giorgio di Piano.

Domenica 25 aprile saranno pubblicati video e foto del giro dei cippi del 22, e l’Amministrazione contribuirà all’iniziativa “Sono antifascista perché…”,  un video collage di contributi da parte dei cittadini realizzato in collaborazione con ANPI e ANED, l’Unione Reno Galleria.

A San Giovanni in Persiceto giovedì 22 aprile alle ore 18, sulla piattaforma civicam.comunepersiceto.it, verrà trasmesso in diretta streaming l’incontro “Resistenza, sostantivo femminile – Storia e memoria della lotta partigiana senza armi”, organizzato dalla Biblioteca “G.C. Croce” sezione adulti, che tratterà del ruolo della donna nella Resistenza, tra testimonianze locali, approfondimenti storici e narrazioni. Domenica, alle 21, appuntamento online con “Il mio 25 aprile… La Liberazione attraverso racconti di testimoni, interviste, foto e lettere inedite”, un interessante approfondimento sulla Liberazione e il racconto di quello che accadde a vari cittadini persicetani attraverso i ricordi di testimoni, foto e lettere inedite ai familiari.  Il meeting si svolgerà sulla piattaforma Google Meet e sarà aperto alla partecipazione della cittadinanza (per prenotarsi e ricevere il link per il collegamento è necessario compilare l’apposito modulo online).

Il Comune di San Pietro in Casale realizzerà due contenuti digitali per raccontare le celebrazioni in occasione del 76° Anniversario della Liberazione. Un primo video mostrerà la deposizione dei garofani presso i Cippi del territorio ad opera del Sindaco, con in sottofondo una serie di letture  tratte da “Donne della Resistenza – testimonianze di staffette partigiane della pianura bolognese”, mentre una seconda clip riporterà le immagini della cerimonia istituzionale presso il monumento ai caduti e il cimitero del capoluogo, con il consueto discorso del Sindaco. I video saranno pubblicati nella pagina Facebook del Comune.

A Sasso Marconi, diretta Facebook sulla pagina di ANPI Sasso Marconi venerdì 23 aprile alle 18.30, è in programma la presentazione del libro “Tracce. L’avarizia della storia” (Pendragon ed.): un romanzo scritto dall’ex sindaco di Sasso Marconi, Gianni Pellegrini e ambientato nella nostra terra durante la Resistenza. Dialogheranno con l’autore il direttore della casa editrice Pendragon, Antonio Bagnoli, e il sindaco Roberto Parmeggiani. Domenica 25 aprile alle 12, sempre sulla pagina Facebook di ANPI Sasso Marconi, saranno pubblicate le interviste doppie realizzate dai volontari di ANPI, in cui viene messa a confronto l’esperienza di chi ha dovuto rinunciare alla scuola per la guerra o altri motivi, e di chi oggi non può frequentare la scuola perché chiusa a causa della pandemia.

Sulla pagina Facebook e sul canale YouTube dell’Unione Reno Galliera sabato 24 aprile alle 18 Canto d’Aprile per la festa della Liberazione con il Coro delle Mondine di Bentivoglio, domenica 25 aprile alle 15.30 “Resistenza e antifascismo”, a cura dell’Unione Reno Galliera e ANPI Associazione Nazionale Partigiani d’Italia.

Il Comune di Zola Predosa per domenica 25 ha preparato un ricco programma di iniziative sulla propria pagina Facebook e sul canale YouTube, avvalendosi della collaborazione di ANPI Zola Predosa, ANED Bologna, Compagnia teatrale Cantharide, Direzione Didattica e Istituto Comprensivo di Zola Predosa. Segnaliamo, tra gli altri, alle 12 la condivisione del video “Raccontami Sabbiuno”, alle 14 il video con i lavori sulla Shoah delle alunne e degli alunni dell’Istituto Comprensivo, alle 16  “Mario Turra, martire della libertà”, filmato della testimonianza di Raul Turra e Raffaele Marani.

Da non perdere il sito Storia e Memoria di Bologna www.storiaememoriadibologna.it, curato dal Museo del Risorgimento di Bologna, che mette a disposizione schede biografiche di ognuno dei 23.822 combattenti della città metropolitana di Bologna, collegate al luogo in cui sono nati e hanno operato. Ogni singolo Comune ha una pagina dedicata, dove sono raccolte le storie dei protagonisti e agli eventi del proprio territorio. Per il 25 aprile saranno poi ripubblicate alcune testimonianze video di partigiani, rimasterizzate e migliorate nella qualità audio e video. I video saranno dotati di sottotitoli adattati per non vedenti e ipovedenti e con lettura facilitata per non udenti. I filmati saranno resi disponibili sul canale YouTube Storia e Memoria di Bologna e linkati all’interno delle schede del partigiano cui si riferiscono.