22°ERF: Elisa Balbo e Martina Belli il 3 settembre in concerto a Imola

21
Elisa Balbo

IMOLA (BO) – Sabato 3 settembre alle ore 21.00 nello splendido parco di Villa La Babina di Sasso Morelli (BO), Elisa Balbo, soprano e Martina Belli, mezzosoprano, accompagnate al pianoforte dal Maestro Davide Cavalli daranno vita a un Galà Lirico con un ricco programma che ripercorre la straordinaria stagione lirica europea tra ‘800 e l’albeggiare del ‘900.

Si aprirà col Tancredi di Rossini (Oh qual scegliesti… Laura che intorno spiri), una melodia che gioca su registri virtuosistici e armonie progressivamente sempre più elaborate. Seguiranno due arie dall’opera I Capuleti e i Montecchi di Vincenzo Bellini, da sempre amatissime dal pubblico, con i loro motivi immediati, armonie lineari, strutture narrative riconoscibili e un duetto semplice e di grande tenerezza (Tu sola, o mia Giulietta). Non mancherà La Bohème di Puccini con il valzer di Quando men vo, il cui nucleo melodico viene gestito dai fiati. La chiusura sarà dedicata ad uno dei più celebri duetti di tutti i tempi, Sous le dôme épais dalla Lakmé di Léo Delibes, pittura luminosa di una idilliaca scena di primavera, in cui l’armonia tra il soprano e il mezzosoprano sembra evaporare come rugiada al sole.

Soprano ligure apprezzata per l’ottima musicalità, la morbidezza, la freschezza di timbro e le spiccate doti attoriali, Elisa Balbo si è imposta a livello internazionale esibendosi su importanti palcoscenici con eminenti direttori fra cui Riccardo Muti. Artista dotata di grande duttilità stilistica e vocale affronta un vasto repertorio, che comprende anche il sacro e sinfonico, con grande consenso di pubblico e critica. Dal 2013 è stata ospite di galà lirici presso l’Arena di Verona. Di grande rilievo anche l’attività concertistica per il grande pubblico tra cui spicca un tour mondiale al fianco di Andrea Bocelli. Nel 2021 ha preso parte a progetti operistici particolari a fianco di Luca Micheletti in una produzione teatrale e televisiva presso il Teatro Carlo Felice di Genova.

Martina Belli, mezzosoprano italiano, intraprende molto giovane lo studio del violoncello, per accostarsi poi al canto. Si diploma con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio Santa Cecilia a Roma e a soli diciotto anni risulta prima assoluta nella sezione contralti tra i concorrenti italiani chiamati a far parte dell’ensemble “Voices of Europe”, collaborando con il compositore Arvo Paert. Nel 2014 vince il secondo premio al Concorso Etta Limiti e nel 2015 debutta alla Royal Opera House.

Davide Cavalli, pianista di fama internazionale, si è esibito come solista e in formazioni da camera presso prestigiosi enti ed istituzioni musicali. Vincitore assoluto di importanti Concorsi internazionali, ha ottenuto il primo premio assoluto in numerosi concorsi pianistici nazionali. È Direttore musicale dell’edizione 2022 dell’Accademia di alto perfezionamento per cantanti lirici del Teatro Carlo Felice di Genova e docente di Pianoforte presso il Liceo Musicale Antonio Canova di Forlì.

In caso di maltempo il concerto sarà annullato

Grazie al sostegno di:

CLAI

Ingresso
Ingresso gratuito, fino a esaurimento posti

A tutela del parco storico, prenotazione obbligatoria a ERF 0542 25747 dal 3 agosto

Programma

GIOACHINO ROSSINI (1792 – 1868)

“Fiero incontro!.. Lasciami: non t’ascolto”

recitativo e duetto di Amenaide e Tancredi dall’opera Tancredi

GIOACHINO ROSSINI (1792 – 1868)

“Oh patria!.. Di tanti palpiti”

recitativo e cavatina di Tancredi dall’opera Tancredi

VINCENZO BELLINI (1801 – 1835)

“Oh! Quante volte”

aria di Giulietta dall’opera I Capuleti e i Montecchi

VINCENZO BELLINI (1801 – 1835)

“Tu sola, o mia Giulietta”

duetto di Giulietta e Romeo dall’opera I Capuleti e i Montecchi

JACQUES OFFENBACH (1819 – 1880)

“Belle nuit, ô nuit d’amour”

barcarolle di Nicklausse e Giulietta dall’opera Les Contes d’Hoffmann

GEORGE BIZET (1838 – 1875)

“L’amour est un oiseau rebelle” habanera di Carmen dall’opera Carmen

GIACOMO PUCCINI (1858 – 1924)

“Quando m’en vo”

valzer di Musetta dall’opera La Bohème

CAMILLE SAINT-SAËNS (1835 – 1921)

“Mon coeur s’ouvre à ta voix”

aria di Dalila dall’opera Samson et Dalila

ALEXANDER SCRIABIN (1872 – 1915)

Andante op. 2 n. 1

per pianoforte

ANTONÍN DVOŘÁK (1841 – 1904)

“Měesíčku na nebi hlubokém ”

canto alla luna di Rušalka dall’opera Rušalka

LÉO DELIBES (1836 – 1891)

“Sous le dôme épais”

duo des fleurs di Lakmé e Mallika dall’opera Lakmé

Curricula artisti

Elisa Balbo – Soprano ligure apprezzata per l’ottima musicalità, la morbidezza, la freschezza di timbro e le spiccate doti attoriali, ha avuto modo imporsi a livello internazionale esibendosi su importanti palcoscenici con eminenti direttori fra cui Riccardo Muti. Artista dotata di grande duttilità stilistica e vocale affronta un vasto repertorio che include Rossini (Anna Erisso nel Maometto II, Anaï nel Moïse, Amenaide in Tancredi), Verdi Desdemona nell’Otello, Alice nel Falstaff, Violetta ne La Traviata), Puccini (Mimi e Musetta ne La Bohème, Liù in Turandot). Interpreta Micaela nella Carmen di Bizet e si spinge inoltre nel repertorio verista cantando Nedda nei Pagliacci di Leoncavallo e Stephana nella Siberia di Giordano, e nel repertorio più raro interpretando, ad esempio, l’impervia Contessa di Boissy ne Lo Schiavo di Gomes con grande consenso di pubblico e critica. Prende parte a progetti operistici particolari, interpretando nel 2021 i ruoli di Serpina e Dinah (rispettivamente ne La Serva Padrona e Trouble in Taihiti presentati in dittico) a fianco di Luca Micheletti in una produzione teatrale e televisiva presso il Teatro Carlo Felice di Genova, e in seguito canta, con successo unanime, al Ravenna Festival come Margherita e La Cura nelle Scene dal Faust di Schumann, in un allestimento scenico a cavallo tra la musica sinfonica e prosa. Inoltre, dopo alcuni anni dal debutto al Filiarmonico di Verona ne La Vedova Allegra, e dopo l’apertura della stagione estiva 2021 del Teatro Lirico di Cagliari nello stesso titolo, tornerà a vestire i panni della ricca Hanna Glawari nel dicembre 2021 e gennaio 2022 al Teatro Carlo Felice di Genova. Appassionata e sensibile al repertorio sacro e sinfonico, canta i Carmina Burana alla Moscow International Music House, la Sinfonia No.2 op. 52 di Mendelsohn-Bartholdy al Teatro Lirico di Cagliari, l’Oratorie de Noël di Saint-Sëans al Duomo di Milano, il Requiem di Mozart in una tournée in Giappone con l’Orchestra Rossini di Pesaro e i Vier Letze Lieder di Richard Strauss. Si ricordano inoltre le sue interpretazioni del Rossini sacro nella Petite Messe Solennelle al Teatro dell’Opera di Roma e nello Stabat Mater a Pesaro. Nel 2021 debutta al Ljubjana Festival e al Festival Enescu di Bucharest nel ruolo di Maria nell’oratorio Ecce Homo di José Cura. Dal 2013 è stata ospite di gala lirici presso l’Arena di Verona. Di grande rilievo anche l’attività concertistica per il grande pubblico tra cui spicca un tour mondiale al fianco di Andrea Bocelli.

Mezzosoprano italiano Martina Belli ha studiato all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma, nel 2014 ha vinto il Secondo Premio al Concorso Etta Limiti a Milano. Le sue apparizioni sui palcoscenici dei teatri d’opera includono il suo debutto al Royal Opera House nel 2015 nel ruolo di Lola (Cavalleria rusticana) con A. Pappano, Tancredi (Isaura) con R. Abbado al Palau Les Arts di Valencia, Melanto (Il ritorno d’Ulisse in patria) alla Cité de la Musique di Parigi/Amsterdam Concertgebouw, Nerone (L’incoronazione di Poppea), Smeton (Anna Bolena) al Teatro alla Scala, Opera di Roma, Regio di Parma, Federica (Luisa Miller) al San Carlo di Napoli con D. Rustioni, Verdi Festival a Parma con R. Abbado, Carmen ad Ancona, Ravenna-Piacenza, Lucca ed il Regio di Torino, Gemma nella prima mondiale in scena della Miseria e Nobiltà di Tutino al Carlo Felice di Genova, Isabella (L’Italiana in Algeri) al Regio di Torino, e Maddalena (Rigoletto) al Massimo di Palermo e il Macerata Festival. Belli ha partecipato a tournée in Asia ed in Europa con M. Biondi, con repertorio che include L’Oracolo in Messenia, il Gloria e il Salve Regina di Vivaldi, Missa dell’Incoronazione di Mozart, Morte e sepoltura di Cristo di Caldara. Altro repertorio sinfonico-cameristico include il Requiem di Verdi (Prince Mahidol Hall, Tailandia).

Davide Cavalli ha cominciato gli studi di pianoforte con Alfredo Speranza, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio Luisa D’Annunzio di Pescara. Successivamente ha frequentato i corsi di perfezionamento di Edith Fischer, Robert Szidon, Aquiles Delle Vigne e Pier Narciso Masi e ha conseguito, con il massimo dei voti e la lode, i Diplomi Accademici di II livello in Discipline Musicali nella classe di Pianoforte di Roberto Cappello e nella classe di Musica da Camera di Pierpaolo Maurizzi, presso il Conservatorio Arrigo Boito di Parma. Collabora regolarmente con l’Orchestra giovanile Luigi Cherubini ed ha partecipato alle tournées de I Due Figaro di Saverio Mercadante al Teatro Colón di Buenos Aires, Il Trovatore al Royal Opera House di Muscat in Oman, Rigoletto presso il Bahrain National Theatre, Falstaff e Macbeth al Savonlinna Opera Festival in Finlandia ed ai concerti Le vie dell’Amicizia diretti da Riccardo Muti a Kiev, Teheran e Atene e Yerevan. Negli ultimi anni ha collaborato col Teatro dell’Opera di Roma per la produzione di Manon Lescaut di Giacomo Puccini e col Festival di Salisburgo per Ernani e Aida di Giuseppe Verdi dirette dal Maestro Muti. In occasione delle celebrazioni del bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi, ha partecipato al progetto Echi notturni di incanti verdiani in collaborazione con Rai 1, presso la casa natale del Maestro a Roncole di Busseto, realizzando l’arrangiamento musicale delle scene di morte delle eroine della Trilogia popolare. Il 19 Dicembre 2014, in occasione del decimo anniversario della morte di Renata Tebaldi, ha eseguito la Petite Messe Solennelle di Gioachino Rossini nella Basilica di San Marino. Dal 2015 è pianista della Riccardo Muti Italian Opera Academy. Nell’Agosto 2017 è stato maestro di sala e assistente musicale per l’allestimento di Aida di Giuseppe Verdi al Festival di Salisburgo diretta da Riccardo Muti con Anna Netrebko, Francesco Meli, Katerina Semenchuk e Luca Salsi nei ruoli dei protagonisti. Il 6 Aprile 2019, insieme a Francesco Meli, si è esibito a Palazzo Madama nel ciclo Senato & Cultura in occasione del premio alla carriera consegnato dal Presidente del Senato a Franco Zeffirelli. Nel 2020, insieme al baritono Luca Micheletti, alla presenza del Presidente della Repubblica, ha eseguito a Ravenna Il Conte Ugolino di Gaetano Donizetti, in occasione dell’apertura delle celebrazioni per i 700 anni della morte di Dante Alighieri. È Direttore musicale dell’edizione 2022 dell’Accademia di alto perfezionamento per cantanti lirici del Teatro Carlo Felice di Genova. È Docente di Pianoforte presso il Liceo Musicale Antonio Canova di Forlì.

XXII EMILIA ROMAGNA FESTIVAL

MUSIC HAS NO BARRIERS

5 luglio – 9 settembre 2022

GALÀ LIRICO

ELISA BALBO soprano

MARTINA BELLI mezzosoprano

DAVIDE CAVALLI pianoforte

Sabato 3 settembre – ore 21.00

SASSO MORELLI – Villa La Babina – Centro direzionale CLAI

 

WWW.EMILIAROMAGNAFESTIVAL.IT