22 e 29 novembre: l’Osservatorio Permanente Legalità dell’Ateneo incontra gli studenti degli Istituti Comprensivi Micheli e Montebello

11

PARMA – Commemorare il Generale Carlo Alberto dalla Chiesa attraverso un progetto rivolto agli studenti della città, per fare in modo che i giovani assumano, con convinzione, il ruolo di “Ambasciatori della Legalità”. È l’obiettivo che, nell’ottica di una proficua collaborazione, si sono posti la Prefettura di Parma, l’Osservatorio Permanente Legalità dell’Università di Parma e l’Ufficio Scolastico Provinciale di Parma. Al progetto prenderà attivamente parte, con una serie di incontri, anche l’Associazione Libera Parma.

Nel solco di quanto sostenuto dal Generale dalla Chiesa, la promozione della cultura della legalità rappresenta una necessità imprescindibile e proprio le aule scolastiche offrono un fertile terreno per coltivarla e rafforzarla. Laboratori didattici, interazione e dialogo con le autorità costituiranno il denominatore comune delle attività che vedranno protagoniste dieci classi di studenti particolarmente attenti ai temi di cittadinanza attiva e contrasto alle mafie.

Nella mattinata di martedì 22 novembre saranno protagonisti gli alunni dell’Istituto Comprensivo Micheli, mentre martedì 29 novembre sarà il turno dell’IC Montebello.

Oltre alle collaboratrici dell’Osservatorio Permanente Legalità, nelle classi sarà presente il Prefetto di Parma, Antonio Lucio Garufi, che presenterà agli studenti il ruolo delle autorità territoriali nel contrasto alla criminalità organizzata.

Queste attività formative sono realizzate con la collaborazione di Alessia Depietri, rappresentante a Parma dell’Associazione culturale antimafia Cortocircuito e collaboratrice dell’Osservatorio, oltre ad Anna Chiara Nicoli e Anna Pellegrini, anch’esse collaboratrici dell’Osservatorio. L’Osservatorio Permanente Legalità prosegue le proprie attività sotto la direzione scientifica e il coordinamento di Monica Cocconi, delegata dal Rettore ad Anticorruzione e trasparenza, insieme a Elia Minari, coordinatore dell’Osservatorio.

Nei giorni scorsi, inoltre, è stato siglato un nuovo Accordo di programma tra la Regione Emilia-Romagna e l’Università di Parma per sostenere, anche nel corso di quest’anno accademico, le attività di ricerca, formazione e terza missione dell’Osservatorio. L’Accordo è stato firmato dal Presidente della Regione e dal Rettore dell’Ateneo di Parma. Nell’Accordo è presente un significativo programma di attività di formazione rivolte a professionisti e pubblici funzionari.

Per ulteriori informazioni è possibile scrivere un’e-mail a osservatorio@unipr.it e visitare il sito internet www.osservatorio.unipr.it.

Ufficio Stampa
U.O. Comunic