“Sagre e feste del territorio bolognese” diventa anche un sito

La storica pubblicazione della Città metropolitana “sbarca” sul web. Ecco tutti i carnevali, mercati contadini e sagre di febbraio

Provincia di BolognaBOLOGNA – “Sagre e feste del territorio bolognese”, il calendario delle sagre locali, grandi e piccole, che raccoglie le manifestazioni enogastronomiche del territorio bolognese arriva sul web (www.cittametropolitana.bo.it/sagrefeste).

La storica pubblicazione bimestrale della Città metropolitana distribuita fino ad oggi negli uffici informazioni del territorio ha infatti un nuovo sito dove è possibile consultare giorno per giorno, o per temi, il calendario con sagre, feste, mercati, carnevali…. di Bologna metropolitana. Rimane inoltre sfogliabile o scaricabile la pubblicazione bimestrale in formato pdf.

Febbraio e marzo segnano il passaggio dalla fine dell’inverno all’inizio della primavera, con i sapori tipici del territorio legati soprattutto alle feste di carnevale e alla riapertura dei mercati contadini.

In particolare i protagonisti del mese di febbraio sono gli zuccherini e i carnevali del territorio. Tra appuntamenti storici, maschere tipiche e grandi sfilate di carri allegorici, i punti ristoro propongono sfrappole, castagnole, torte e altre dolci specialità. Sempre a tema dolce ricordiamo la Festa di Sant’Agata (5 febbraio), dove la cittadina prepara in onore della patrona la tipica brazadèla tèndra (ciambella tenera) e altre specialità come le frittelle di riso.

Per gli amanti del salato nell’imolese si festeggiano due storiche “Sagre dei maccheroni”: il 13 febbraio a Borgo Tossignano, dove i maccheroni sono in buona compagnia con la polenta condita con ragù di salsiccia, e il 18 febbraio a Ponticelli di Imola. A Dozza, invece, ogni domenica ci sono i Banchi d’assaggio in Enoteca.

A febbraio inoltre riprendono gli appuntamenti con i mercati contadini del territorio, occasione per acquistare ottimi prodotti stagionali, dall’ortofrutta ai formaggi e alle conserve, sempre con un occhio attento alla qualità e al km zero.

A segnare il passaggio tra febbraio e marzo sono le ultime feste dedicate a “sua maestà il maiale”, appuntamenti che rievocano l’antica usanza di lavorazione della carne di maiale durante l’inverno per conservarla nei mesi a venire. Il 25 febbraio a Mezzolara di Budrio si festeggia l'”Inftidura dal ninén” (investitura del maiale), con cotta dei ciccioli nei paioli di rame, coppa di testa tiepida e carne fresca grigliata al momento, e l’11 marzo a Monghidoro torna la tipica Festa del maiale.