Rocca Malatestiana di Cesena con il vento in poppa

Quasi 50mila visitatori nei primi sei mesi del 2016

Rocca MalatestianaCESENA – Quasi 50mila presenze in sei mesi: è questo il bilancio di mezza estate della Rocca Malatestiana di Cesena, che si conferma speciale polo d’attrazione sia per i turisti che per i cesenati.

“Merito, senza dubbio, – osservano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alla Cultura e Turismo Christian Castorri – del fascino del monumento: la nostra Rocca è una delle più belle della Romagna, con un panorama incomparabile e spazi di grande suggestione, alcuni dei quali (come i camminamenti interni e gli spalti) resi pienamente fruibili grazie ai restauri degli ultimi anni. Ma, soprattutto, ad attirare un numero crescente di visitatori è il ricco ventaglio di iniziative di vario genere (eventi per bambini e famiglie, visite guidate, concerti, spettacoli, ecc.) promosse autonomamente, o in collaborazione con altri soggetti, da Aidoru Associazione – Rocca Malatestiana Bene Comune, a cui  affidata la gestione dall’estate 2012, . La validità di questa formula è attestata dal trend delle presenze: nel primo anno e mezzo (da giugno 2012 a dicembre 2013) se ne contarono circa 60mila, che divennero circa 79mila nel 2014 e quasi 82mila nel 2015. Il primo semestre del 2016 lascia ben sperare per un’ulteriore crescita”.

I dati d’attività della Rocca sono eloquenti: nel 2015, su poco meno di 82mila presenze, oltre 51.500 (pari al 62%) si riferivano ai partecipanti ad eventi e manifestazioni. Analogo andamento nei primi sei mesi 2016: su 49.953 visitatori, oltre 27.000 (pari al 54% del totale) sono arrivati in occasione delle iniziative.
Che il pubblico apprezzi proposte più ricche e innovative per vivere il monumento, sembra suggerirlo anche l’andamento delle visite guidate. Quelle ‘tradizionali’ sono state 1828 fra gennaio e giugno, mentre quelle speciali, a cura di Aidoru, sono state 3352. Senza dimenticare i circa 1500 ragazzi che hanno fatto visita alla Rocca con la loro scuola.

Molto ricca e varia, del resto, l’offerta della Rocca. Non c’è che l’imbarazzo della scelta: i patiti della forma fisica possono contare sugli appuntamenti di Muoviti che ti fa bene, Rocca in Wellness, Bimbi in Wellness, e di eventi speciali come la Stracesena, corsetta per bene. Per i più piccoli c’è la fantasia di Rocca Gira & Gioca, progetto di didattica museale per bambini dai 3 anni e adulti attivo,tutto l’anno, e che a luglio ha stretto alleanza con “Schemi e Lavagne”, ma anche il brivido di Halloween. Sul fronte didattico e divulgativo, ci sono le visite speciali di Lumen Malatesta (declinate sia per i bambini che per gli adulti), ma anche le esperienze di didattica museale di Cappuccetto Rosso, . Alfa e Beto, Masquerade, Dal grano alla piadina.
E soprattutto, ci sono le rassegne e i festival che sono ormai diventati appuntamenti irrinunciabili per gli appassionati dei vari generi. Attualmente in corso la rassegna di musica internazionale Acieloaperto, Rocca in Concerto dedicata alle cover band, il Salotto del Custode, che propone serate di musica, libri e sapori del territorio. Ma l’intero cartellone mette insieme decine e decine di appuntamenti.
In questo contesto, una menzione speciale la merita Itinerario Festival, festival di Musica, Arte, Performance, Paesaggio, Architettura promosso direttamente da Aidoru Associazione.
Questa grande capacità produttiva ha ottenuto anche il sostegno della Regione, che ha appena assegnato ad Aidoru un contributo di 13mila euro per i “Progetti di produzione di opere performative proprie, dell’Itinerario festival e di eventi presso la Rocca Malatestiana di Cesena”, nell’ambito dei fondi stanziati tramite la Legge 13/99 in materia di spettacolo dal vivo.