Riscoprendo l’orto botanico, tra antiche essenze e piante tropicali

Sabato 24 settembre alle 10, ritrovo a parco Massari

orto-botanico-24settembre 2016FERRARA – C’è un luogo a Ferrara in cui piante officinali e rare crescono accanto a fiori di paesi lontani. E’ l’Orto botanico di corso Porta Mare, che sarà protagonista, il prossimo sabato 24 settembre, di un’escursione culturale guidata da esperti di storia e di botanica e aperta gratuitamente a tutti gli appassionati di queste materie.
Il ritrovo è fissato per le 10 all’ingresso del Parco Massari su corso Porta Mare e ad accompagnare i partecipanti alla scoperta della storia dell’orto botanico ferrarese saranno la presidente del Garden Club Ferrara Gianna Foschini Borghesani, il responsabile dell’Ufficio Ricerche Storiche del Comune Francesco Scafuri e Gianluca Lodi, dirigente medico e storico della sanità ferrarese, mentre Fabrizio Negrini (curatore dello stesso Orto botanico) e Lisa Brancaleoni (curatrice dell’Erbario) condurranno i visitatori a conoscere le tante specie che compongono l’oasi verde cittadina, situata accanto a palazzo Turchi-Di Bagno.
L’iniziativa, promossa dall’I.B.C. della Regione Emilia Romagna nell’ambito della manifestazione ‘Vivi il verde’, è stata organizzata dal Comune di Ferrara (Assessorato ai Beni Monumentali), in collaborazione con l’Università di Ferrara e le associazioni culturali Garden Club Ferrara e De Humanitate Sanctae Annae.

orto-botanico-presentazione-19settembre2016Il programma dell’iniziativa è stato illustrato lunedì mattina nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte, oltre ai cinque esperti che guideranno l’escursione, anche l’assessore comunale Aldo Modonesi, il vicepresidente dell’Associazione De Humanitatae Sanctae Annae Riccardo Modestino e Maria Grazia Campantico dell’Ufficio Comunicazione esterna di Unife.
“Come nostro costume – ha sottolineato Scafuri – sarà un’escursione culturale inedita, che potrà fungere da stimolo per l’organizzazione di percorsi analoghi, da parte di operatori turistici e associazioni del territorio, a beneficio dell’offerta turistica e culturale cittadina. Avvalendoci delle conoscenze degli esperti nelle varie materie, sarà l’occasione per parlare di botanica, con particolare riferimento alla nostra città, ma anche come una disciplina legata nei secoli alle attività mediche e terapeutiche”.
“Ferrara – ha evidenziato l’assessore Modonesi – non poteva non partecipare al programma regionale di ‘Vivi il verde’, visto il grande patrimonio verde, sia pubblico che privato, che possiede. Questa iniziativa rappresenta, tra l’altro, un’ottima occasione per valorizzare e far conoscere anche ai ferraresi un luogo straordinariamente ricco di specie vegetali, oltre che di grande suggestione, qual è il nostro Orto botanico”.
L’iniziativa si terrà anche in caso di maltempo con ritrovo nella sede dell’Orto botanico (corso Porta Mare 2b).

LA SCHEDA a cura dell’Ufficio Ricerche Storiche del Comune di Ferrara

Sabato 24 settembre 2016 ore 10.00
Alla scoperta dell’Orto Botanico di Ferrara tra storia e attualità
Gli esperti illustrano curiosità, personaggi, piante e antichi rimedi

Sabato 24 settembre 2016 alle 10.00, con appuntamento nel Parco Massari di Ferrara (presso l’ingresso di corso Porta Mare), si terrà l’iniziativa “Alla scoperta dell’Orto Botanico di Ferrara tra storia e attualità”. Si tratta di una breve passeggiata culturale, promossa dall’I.B.C. della Regione Emilia Romagna e dal Comune di Ferrara (Assessorato ai Beni Monumentali), in collaborazione con l’Università degli Studi di Ferrara e le associazioni culturali Garden Club Ferrara e De Humanitate Sanctae Annae, nell’ambito della quale noti esperti illustreranno curiosità e personaggi legati alla storia della botanica ferrarese, ma si parlerà anche di piante medicinali e antichi rimedi. Dopo l’introduzione di Gianna Foschini Borghesani (Presidente Garden Club Ferrara), interverranno Francesco Scafuri (Responsabile Ufficio Ricerche Storiche del Comune), Gianluca Lodi (Dirigente medico e storico della sanità ferrarese), con la prestigiosa partecipazione di Fabrizio Negrini (curatore dell’Orto Botanico) e Lisa Brancaleoni (curatrice dell’Erbario) i quali accompagneranno poi il pubblico in un’inedita visita guidata: un’occasione unica, che offrirà la possibilità di conoscere i segreti e gli spazi più suggestivi dell’Orto Botanico ferrarese, ubicato presso il prestigioso palazzo Turchi-Di Bagno.
Come noto, a partire dall’epoca estense Ferrara rivestì grande importanza nel campo della botanica (allora compresa nelle scienze mediche) grazie ai cosiddetti “giardini dei semplici”, dove si coltivavano tra l’altro le erbe medicinali. Tutto ciò favorì nel corso del XVI secolo l’afflusso in città di medici studiosi di tale disciplina, tra i quali Niccolò da Lonigo detto il Leoniceno, Giovanni Manardo, Antonio Musa Brasavola e Gabriele Falloppio. Celebri “semplicisti” come Evangelista Quattrami fecero, poi, dei giardini di Casa d’Este degli autentici paradisi terrestri, dove la bellezza di certe essenze arboree si doveva sposare con l’utilità delle piante medicinali. Oltre a questi temi, i relatori riserveranno poi ampio spazio all’istituzione dell’Orto Botanico (seconda metà del XVIII secolo), originariamente collocato nei giardini di palazzo Paradiso, che all’inizio dell’Ottocento venne affidato ad Antonio Campana (Ferrara 1751-1832), importante chimico e botanico nonché fisico, medico, trattatista e cattedratico.
Un viaggio nel tempo che ci porterà al 1963 quando, dopo diverse vicissitudini e alcuni trasferimenti, il nuovo Orto Botanico sarà predisposto nel giardino del palazzo Turchi-Di Bagno, dove oggi un lungo sentiero, serpeggiante fra prati alberati, serre e aiuole cinte da basse siepi sempreverdi, permette ai visitatori di ammirare una flora particolarmente ricca, con collezioni di grande inte­resse e piante esotiche.

Coordinamento e organizzazione: Ufficio Comunicazione ed eventi UNIFE; Ufficio Ricerche Storiche del Comune di Ferrara

Per info: m.moggi@comune.fe.it