Rimini, abusi edilizi: 880 gli accertamenti svolti dalla Polizia municipale e dal Settore controlli edilizi nei primi sette mesi dell’anno

143 le notizie di reato

polizia-municipaleRIMINI – Cresce nel 2016 l’attività del Settore controlli edilizi della Polizia Municipale di Rimini, che nei primi sette mesi ha registrato ben 880 accertamenti per il controllo di cantieri e/o immobili e per l’espletamento di indagini di polizia giudiziaria (furono 1460 quelli svolti nell’intero arco del 2015).

Accanto a questa attività sono stati svolti:

– 305 gli atti di polizia giudiziaria redatti per il completamento delle notizie di reato e delle indagini di polizia giudiziaria;

– 143 notizie di reato redatte a seguito degli accertamenti svolti, riguardanti violazioni alla normativa urbanistica/edilizia, alla normativa sismica e paesaggistica;

– 31 violazioni penali contestate per la mancanza del certificato di collaudo;

– 7 le violazioni contestate per dichiarazioni false;

– 91 deleghe di indagini svolte a seguito di disposizione della Procura della Repubblica di Rimini;

– 5 cantieri sottoposti a sequestro giudiziario;

– 8 cantieri regolari;

– 48 violazioni contestate al codice della strada e regolamenti comunali.

“Un’attività strategica, a tutela della legalità – ha detto l’assessore alla programmazione e gestione del territorio Roberta Frisoni – che, in continuità con quanto fin qui fatto, riteniamo prioritaria nell’azione di governo di questa amministrazione. E’ chiaro che nel momento in cui il Comune di Rimini, attraverso i nuovi strumenti di pianificazione urbanistica come il Psc e il Rue, prospetta un rilancio vero e concreto dell’edilizia sana, sostenibile e orientata alla riqualificazione attraverso procedure più snelle e un’organizzazione più rapida, non possa coesistere parallelamente la cultura della scorciatoia e dell’abuso, vero e/o tentato. Per questo continueremo ad agire in maniera sistematica e inflessibile nei confronti di chi non rispetta né regole né il territorio.”