Regione: Sisma. La Commissione europea accorda la proroga per i contributi alle attività produttive

Potranno essere concessi anche oltre il 31 dicembre 2016. Il commissario Bonaccini: “Un riconoscimento alla correttezza dell’Emilia-Romagna”

BOLOGNA – La Commissione europea ha prorogato su richiesta del commissario Stefano Bonaccini i termini per la concessione di contributi alle attività produttive, che ora potranno essere concessi anche oltre il 31 dicembre 2016, data limite inizialmente prevista.

“La Commissione europea– spiega il commissario Bonaccini- in virtù del rapporto di correttezza e della reputazione acquisita nel tempo dalla Regione Emilia-Romagna ci ha accordato i tempi necessari per garantire il corretto esame di tutte le pratiche del sistema produttivo pervenute. La ricostruzione è già molto avanzata, ma necessita di qualche mese in più per completare l’iter delle domande”.

Per le attività produttive che possono accedere direttamente al sistema Sfinge, la struttura commissariale sta comunque lavorando per completare la prima concessione di contributi entro l’anno e utilizzare la proroga del 2017 solo per gli eventuali ricalcoli. Potranno essere quindi concessi nei primi mesi 2017 anche i contributi per le domande che vengono presentate ai Comuni attraverso il sistema informativo Mude. Si tratta principalmente delle realtà produttive collocate nei centri storici, in contesti urbanistici complessi e che necessitano di un tempo maggiore per la riprogettazione, e quindi anche per la richiesta di contributi.
La ridefinizione dei termini sarà oggetto di una apposita ordinanza che il Commissario emanerà nelle prossime settimane, al fine di dare certezza ai lavori della ricostruzione.