Progetto Risveglio Civico. I risultati dell’azione della Polizia Municipale di Bologna

polizia-municipale-BOLOGNA – Guidare col cellulare all’orecchio, non raccogliere le deiezioni del proprio cane, parcheggiare su uno stallo riservato ai disabili, lasciare l’auto in doppia fila o su una pista ciclabile, andare in bicicletta contromano o sotto ai portici: sono alcuni dei comportamenti illeciti, e non rispettosi del Codice della Strada e del Regolamento di Polizia Urbana, che la campagna del risveglio civico promossa dal Sindaco Virginio Merola intende contrastare grazie all’azione della Polizia Municipale.

Gli agenti, nelle ultime settimane, hanno intensificato i controlli su chi guida l’auto e utilizza il cellulare in modo scorretto e su coloro che alla guida della bicicletta non rispettano il Codice della Strada.

Nelle ultime due settimane gli agenti hanno staccato 91 verbali ad automobilisti col cellulare all’orecchio, mentre sono state 144 dal 30 ottobre scorso le sanzioni a ciclisti che circolavano contromano (90), sotto il portico (48), non rispettando il semaforo rosso (4), o stavano al cellulare mentre guidavano la bici (2).

Proseguono anche i controlli ad altre condotte scorrette.

Dall’inizio dell’anno sono state sanzionate 3.839 auto parcheggiate in doppia fila (il numero comprende anche i controlli con il sistema Scout Sosta) e 792 auto parcheggiate su stalli riservati ai disabili.

Le sanzioni a veicoli responsabili di aver sostato o circolato su piste ciclabili sono invece 256.

A quota 1.440 dall’inizio dell’anno le multe per sosta davanti a passi carrai.

I vigili hanno poi sanzionato 10 proprietari cani che non hanno raccolto i bisogni del proprio animale e 93 che lasciavano il cane senza guinzaglio.

Infine, 4 automobilisti sono stati beccati e multati per aver gettato piccoli rifiuti dal finestrino.