Primo mese di attività del nucleo antiabusivismo commerciale della Polizia municipale di Rimini

Primo bilancio da parte del Comando di PMAlfa-Romeo-Polizia-Municipale

RIMINI – “I servizi e l’attività diurne e notturne messe in atto a partire dalle terza settimana del mese di maggio 2016 mettono in evidenza un nettissimo calo del fenomeno della vendite non autorizzate sul litorale riminese e alcune altre positive novità.

In questo avvio di stagione balneare, sull’arenile di Rimini si riscontra la presenza del fenomeno dell’abusivismo commerciale solo nelle estemporanee forme della vendita itinerante tra gli ombrelloni. Le aree dove negli anni passati erano presenti file di venditori a ridosso l’una dell’altra, specie nella zona sud del litorale, sono oggi libere.

In questo primo mese di attività del Nucleo predisposto appositamente dal Comando di Polizia municipale i pochi venditori abusivi incontrati e sanzionati con il sequestro delle merci sono risultati essere tutti originari del Bangladesh. Assenti del tutto in spiaggia i venditori senegalesi. Gli enormi sacchi che portavano in spiaggia sono solo un ricordo, ora i pochi presenti, hanno al seguito pochissimi pezzi, 7-8 al massimo. Di merci contraffatte, per ora, nemmeno l’ombra. Anche per quanto riguarda il controllo serale sul camminamento di Miramare, dove negli anni passati la presenza dei venditori era numerosa e costante, si registra l’assenza totale di venditori abusivi. Una situazione per ora molto positiva analogamente a quella registrata anche sui viali della passeggiata di Marina centro, come Viale Vespucci, Regina Elena e Margherita, nonché su Piazzale Toascanelli a Rivabella. Sono in zona nord sono stati segnalati, di giorno, alcuni venditori e per questo l’attenzione del NOAC si concentrerà nei prossimi giorni anche in quell’area.

Questo risultato, unico per il mese di giugno, è da attribuirsi alla strategia impostata lo scorso anno e potenziata quest’anno anche grazie all’impiego di nuove dotazioni tecnologiche, in quotidiana sinergia con Polizia di Stato e Capitaneria di Porto sulla spiaggia e con il controllo costante degli appartamenti segnalati come sovraffollati da parte dell’Arma dei Carabinieri in applicazione dell’ordinanza per il sovraffollamento emessa dal comune di Rimini.

La strategia elaborata in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica dalla Prefettura ed applicata sul territorio dalle Forze dell’ordine ha consentito quest’anno di avere un giugno veramente positivo sul fronte dell’abusivismo commerciale. Un risultato sottolineato congiuntamente dai commenti positivi di tutti gli operatori balneari che quotidianamente ringraziano le forze dell’ordine.

Risultati dal controllo diretto e coordinato del territorio a cui si affianca un’attività informativa diretta nei confronti dei potenziali acquirenti.

“Gentili ospiti, il Comune di Rimini – è il messaggio che dal 1° giugno due volte al giorno è lanciato in spiaggia dai megafoni della Publiphono – vi invita a non acquistare sulla spiaggia e lungo la costa merce e prodotti di qualsiasi genere da ambulanti e rivenditori che esercitano il commercio abusivo. E’ una pratica illegale, per questo le Forze dell’Ordine sono impegnate nella repressione del fenomeno che, per essere efficace, ha bisogno anche del vostro contributo. E’ utile altresì ricordare che contro il fenomeno del commercio abusivo la legge italiana prevede severe sanzioni sia per i venditori che per gli acquirenti.

Vi invitiamo inoltre – prosegue il messaggio – a non sottoporvi ai massaggi che sulla spiaggia vengono proposti da sedicenti massaggiatori. Questi massaggiatori non sono qualificati e operano al di fuori dei protocolli medici mettendo a rischio la salute di chi vi si presta.

Il Comune di Rimini e le Forze dell’Ordine ringraziano tutti i cittadini ed i turisti che collaboreranno insieme a loro nella lotta al contrasto di queste attività illegali.”