Porte aperte… con dolcezza alla Terramara di Montale a Modena

Riapre il Parco archeologico all’aperto con un calendario ricco di appuntamenti per tutti in tutte le domeniche e i giorni festivi dal 2 aprile fino all’11 giugno 2017

terramara capanna e pubblicoMODENA – Oggi, domenica 2 aprile, il Parco archeologico all’aperto della Terramara di Montale, oltre a presentarsi con un sito internet rinnovato (www.parcomontale.it) riapre al pubblico per l’occasione a ingresso gratuito. E lo fa con la “Fusione del bronzo… e del cioccolato!”, uno degli appuntamenti più amati da grandi e bambini, tra quelli che si ripetono ogni anno. Mentre i metallurghi del Parco, infatti, fondono il bronzo come nella preistoria, il maestro cioccolatiere Stefano Donelli fonderà insieme ai bambini pugnali, spilloni e punte di freccia molto gustosi.

Gli abitanti delle terramare certamente non conoscevano il cioccolato ma eccezionalmente, mentre gli esperti metallurghi fondono il bronzo, il maestro cioccolatiere Stefano Donelli, noto ospite di Cioccolato Vero in piazza Grande, fonderà insieme ai bambini pugnali, spilloni e punte di freccia molto gustosi.

Dimostrazioni, visite guidate, laboratori per bambini e appuntamenti speciali per tutti proseguono quindi ad aprile, maggio e fino all’11 di giugno – in compagnia di archeologi, archeobotanici, archeozoologi ed esperti – per conoscere come si svolgeva la vita quotidiana dei nostri antenati in un villaggio di 3.500 anni fa.

Le dimostrazioni di fusione del metallo sono a cura di Federico Scacchetti, Luca Pellegrini e Andrea La Torre. In caso di forte maltempo l’iniziativa sarà rimandata al 7 maggio 2017. I laboratori sono consigliati per bimbi dai 3 ai 13 anni.

metallurgia del bronzo alla TerramaraLa domenica successiva (il 9 aprile con replica il 21 maggio), in calendario ci sono dimostrazioni di antiche tecniche di tessitura con realizzazione degli abiti, laboratori per sperimentare piccoli telai e riprodurre la moda dell’età del bronzo. Segue (16 aprile con replica l’11 giugno) un appuntamento sulla trasformazione del legno e la costruzione delle abitazioni. Quindi(23 aprile), la presentazione di come si creavano ornamenti (collane e bracciali) al tempo delle Terramare, accompagnata da laboratori creativi per bambini con perle di ceramica e filo di rame.

A seguire, dimostrazioni di lavorazione della pelle (25 aprile), scheggiatura della selce (1 maggio), fusione del bronzo (7 maggio), accensione del fuoco (14 maggio), modellazione dell’argilla (4 giugno), a cura degli esperti saranno sempre associate ad attività dedicate a bambini e ragazzi di diverse fasce di età. In programma anche appuntamenti sulle tecniche agricole e di allevamento, così come la ricostruzione delle abitudini alimentari, che verrannoterramara Donelli e bambini approfondite in due appuntamenti (30 aprile e 28 maggio) che dimostreranno ai partecipanti l’importanza di discipline complesse come l’archeobotanica e l’archeozoologia.

Non mancherà lo scavo per ragazzi e famiglie: doppio appuntamento il 17 aprile e il 2 giugno, per dare a tutti la possibilità di essere “Archeologi per un giorno”.

Una serata speciale, eccezionalmente di sabato, dopo il successo dell’apericena con delitto alla Terramara dello scorso anno, riporterà al Parco di Montale la Compagnia Cicuta (27 maggio ore 18.30, ingresso 12 euro, su prenotazione info@cicuta.org).

terramara freccia cioccolatoIn collaborazione con il Comune di Castelnuovo Rangone e l’Associazione Castelnuovo Immagina, il Parco della Terramara propone anche quest’anno di abbinare la visita al museo alla scoperta dell’enogastronomia del territorio. Le aziende che aprono gratuitamente le porte al pubblico della Terramara per visite e degustazioni sono l’Acetaia e mostra permanente Boni (Solignano), l’Acetaia Ferrari (Montale) e la Cantina Da Vinci (Montale). Una nuova convenzione con il MuSa Museo della Salumeria Villani di Castelnuovo prevede ingressi ridotti per chi visita la Terramara, e viceversa.

Il Parco museo archeologico di Montale, via Vandelli (Nuova Estense), apre al pubblico nelle domeniche e nei festivi dal 2 aprile all’11 giugno dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.30 (ultimi ingressi alle 11.45 e 17.30)

Ogni 45 minuti circa partono visite guidate per gruppi di massimo 50 persone

L’ingresso è gratuito in tutte le prime domeniche del mese, altrimenti costa intero 7 euro, ridotto 5, ed è sempre gratuito fino a 5 anni e oltre 65 anni di età.

Il programma e le informazioni per organizzare la visita su www.parcomontale.it