Polizia Municipale di Piacenza, continuano i controlli mirati alla sicurezza stradale

polizia-municipale-PIACENZA – Intensificati nel corso degli ultimi giorni i controlli della Polizia Municipale mirati alla sicurezza stradale, con verifiche specifiche dei veicoli per ciò che riguarda la copertura assicurativa e gli adempimenti relativi alla revisione del mezzo. Sette sono stati i conducenti sanzionati, due dei quali per la mancata revisione e per l’intestazione fittizia del veicolo, mentre cinque sono stati gli automezzi sequestrati in quanto non assicurati.

Nel dettaglio, nel fine settimana, durante un posto di controllo a piazzale Libertà, gli agenti della polizia Municipale hanno intimato l’alt a una Mercedes con targa bulgara, condotta da un quarantenne piacentino. Dagli accertamenti effettuati è risultato che l’autovettura, immatricolata in Bulgaria, era lo stesso veicolo che il conducente possedeva e utilizzava fino a poco tempo prima, ma con targa italiana. Inoltre, dalle verifiche dei documenti, sono emerse varie difformità nell’attestato di revisione rispetto al modello originale, nonché ripetute omissioni per ciò che riguarda la revisione periodica del veicolo. L’uomo è stato quindi denunciato all’autorità giudiziaria per uso di atto falso e sanzionato per le violazioni al codice della strada per un importo di 1021 euro, pagati immediatamente.

In un secondo caso, i controlli sono scattati dopo la rimozione di un’autovettura Opel. A seguito di ulteriori accertamenti, gli agenti hanno appurato che il veicolo, immatricolato in Bulgaria, poco tempo prima era stato sanzionato per omessa revisione e quindi sospeso dalla circolazione fino all’effettuazione della revisione in Bulgaria. Il controllo dei documenti esibiti alla Polizia Municipale al momento del ritiro del veicolo dalla proprietaria, una donna di circa 40 anni di nazionalità macedone e residente a Piacenza, ha quindi fatto emergere la non conformità del certificato di ispezione tecnica di revisione al modello originale. La conducente è stata quindi deferita all’autorità giudiziaria per uso di atto falso e sanzionata per aver utilizzato il veicolo nonostante fosse sospeso dalla circolazione e per la mancata revisione. Inoltre, il veicolo è stato sottoposto a fermo amministrativo in quanto la conducente non ha ottemperato all’obbligo dell’immediato pagamento dell’importo totale delle sanzioni, pari a 1726 euro.