Più risparmio energetico e rispetto dell’ambiente: adesso la Plauto è una vera “scuola del futuro”

Scuola Plauto dic 15 2Giornata conclusiva del progetto europeo School of the future

CESENA – Più efficiente sotto il profilo energetico, più rispettosa dell’ambiente e anche più economica: questa la carta di identità della scuola media Plauto dopo la riqualificazione energetica di cui è stata protagonista grazie al progetto europeo ‘School of the future’, finanziato dal Settimo Programma Quadro per la Ricerca dell’Ue.

Partito nel febbraio 2011, ora il progetto è giunto al termine e così, nei gironi scorsi, il Comune di Cesena insieme a Energie per la città ed Enea (che hanno collaborato nella realizzazione dell’intervento) hanno organizzato una serie di iniziative all’interno della scuola per festeggiare gli importanti risultati raggiunti.

“Ci sono molti motivi per festeggiare. Infatti, grazie ai lavori eseguiti in questi anni – ricordano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alle Politiche Ambientali Francesca Lucchi – la scuola Plauto ha ridotto del 75% il consumo energetico complessivo. Non solo: ora tutta l’elettricità necessaria all’istituto arriva da fonti rinnovabili, grazie ai pannelli fotovoltaici installati sulla copertura. Ma l’importanza di questo progetto non è solo legata ai miglioramenti strutturali e al risparmio energetico ottenuto. Infatti, in questi anni gli allievi sono stati coinvolti in percorsi di educazione all’energia sostenibile con l’intento, da un lato, di insegnare loro il corretto utilizzo delle nuove apparecchiature a disposizione, in modo da ottenere i massimi risultati, e dall’altro di sensibilizzarli sul tema di un uso intelligente e sostenibile dell’energia. E anche nella giornata conclusiva del progetto abbiamo puntato su questi temi, organizzando tre laboratori per alunni, insegnanti e personale scolastico per fare un bilancio del lavoro svolto insieme in questi anni e proseguire nell’opera di sensibilizzazione, guardando al futuro. Insomma, anche se il progetto ufficialmente è terminato, in realtà continuerà nell’impegno di tutti per una maggiore sensibilità ambientale”.

Alla giornata conclusiva, accanto agli amministratori del Comune di Cesena è intervenuta la Consigliera regionale Lia Montalti che, da Assessore all’Ambiente del Comune di Cesena, ha avviato il progetto.