A Piacenza il 9 aprile Giovani solisti – Orchestra del Conservatorio

Domenica alle 17 per la Rassegna cameristica “Allegro con brio” alla Sala dei Teatini

tatiana alquatiPIACENZA – Prosegue domenica 9 aprile alle ore 17 alla Sala dei Teatini la rassegna cameristica aperta alla città ad ingresso gratuito “Allegro con Brio”, organizzata dalla Fondazione Teatri di Piacenza in collaborazione con il Conservatorio di Musica Nicolini di Piacenza.

Il concerto vedrà protagonista l’Orchestra del Conservatorio Nicolini, diretta da Domenico Tondo, e i giovani solisti Fiorenzo Ritorto (corno), Tatiana Alquati (arpa) e Clarissa Bevilacqua (violino), in un suggestivo programma che spazierà dal Concerto per corno e orchestra n.4 K 495 di Mozart al Concerto in tre tempi per arpa e orchestra di Boieldieu, dall’Ouverture D591 op.170 in do maggiore di Schubert alla Zingaresca op.20 per violino e orchestra di De Sarasate.
I tre solisti, pur giovanissimi, hanno già ottenuto premi e riconoscimenti importanti e hanno suonato in prestigiosi Teatri, rassegne ed eventi internazionali.

Fiorenzo Ritorto si è diplomato in corno a soli 16 anni con il massimo dei voti, la lode e menzione d’onore presso il Conservatorio Nicolini di Piacenza, con Alfredo Pedretti. Già vincitore di numerosi concorsi nazionali e internazionali. Ha frequentato masterclass con i maestri: Dale Clevenger, Bruno Schneider, Fergus Mcwilliam, Roberto Miele, Frøydis Ree Wekre, Stephan Jeziersky, Johannes Hinterholzer, Stephan Dohr (primo corno dei Berliner Philharmoniker).

fiorenzo ritortoHa suonato come corno solista in numerosi teatri e sale da concerto: Auditorium del Conservatorio Nicolini, Teatro di Mirandola, Sala Mozart di Bologna, Auditorium di Cremona, Palazzo Comunale di Locri, Accademia Filarmonica di Bologna, Aschau in Germania. Ha collaborato con il Teatro Municipale di Piacenza. Ha all’attivo numerosi concerti con varie formazioni cameristiche con cui ha anche vinto la borsa di studio “Trio Pakovsky”. Ha collaborato come primo corno alla tournée a Trieste e in Serbia con l’Orchestra Nazionale dei Conservatori nel 2015, e alla serata di gala del “Premio Claudio Abbado” al Teatro Argentina di Roma. Ha collaborato con l’Orchester Brucker Akademie Muncher presso la Herkulessaal di Monaco di Baviera. Attualmente si sta perfezionando con Nury Guarnaschelli presso la Brass Academy di Alicante (Spagna).

[nextpage]

Tatiana Alquati, nata a Piacenza, inizia gli studi con Ester Gattoni; a otto anni è ammessa al Conservatorio Nicolini con Anna Maria Restani, si trasferisce poi al Conservatorio Marenzio di Brescia per studiare con Anna Loro, con la quale si è diplomata nel 2009, a 17 anni, con il massimo dei voti, la lode e menzione speciale. Si è laureata con il massimo dei voti in Master biennale di arpa con Cristina Bianchi alla Hochschule für Musik und Theater di Monaco di Baviera. Ha conseguito la laurea in Musica da Camera con 110 e lode e menzione speciale con Marco Decimo al Conservatorio Nicolini. Descritta dalla critica come un’enfante prodige dell’arpa, oggi, a 24 anni ha ottenuto grandi riconoscimenti in concorsi nazionali e internazionali. Nel 2014 è la prima italiana a vincere l’International Competition Golden Harp di San Pietroburgo; da due anni è invitata dalla Petersburg Philharmonic Orchestra e dalla Mariinsky Orchestra. Nel 2015 è stata in tournée a Reggio Emilia, Brescia, Bergamo, Baku, Izmir, Bologna e al Concerto del 1° giugno al Quirinale con la Cherubini diretta da Riccardo Muti. Ha registrato per la Radio Vaticana. Ha suonato sotto la direzione di Redik, Corti, Heinymann, Chailly, Bignamini, Billi, Grazioli, Fisch, Kawka, Paszkowsky, Pretto, Marshall. Prima Arpa dell’ Orchestra Giovanile Italiana di Fiesole dal 2010 al 2013, ha vinto la Borsa di Studio Professori d’Orchestra dell’ Accademia del Teatro alla Scala nel biennio 2011/13. Prima arpa e arpa solista della Filarmonica del Festival Pianistico di Brescia e Bergamo, Prima arpa dell’Orchestra Filarmonica Italiana, è stata prima parte della Cherubini diretta da Muti, e vincitrice dell’audizione per Prima arpa dell’Orchestra Toscanini. Collabora con l’ORT di Firenze, la Symphonischen Orchester München, LaVerdi di Milano, la Filarmonica Rossini di Pesaro, la Camerata di Prato. Il 22 giugno 2016 in occasione della Festa della Musica, a Montecitorio, la Presidente Laura Boldrini le ha conferito la medaglia della Camera.

clarissa bevilacquaClarissa Bevilacqua ha quindici anni e inizia a studiare il violino all’età di cinque. Debutta come solista al Pritzker Pavilion di Chicago davanti a migliaia di persone a nove anni. Ha tenuto recital a Chicago, Parigi, Weimar, Milano, Firenze, Piacenza, Varese, Genova, Terni e Cremona. Ha suonato alla Carnegie Hall di New York. È stata invitata nell’ambito delle stagioni di concerti della Società Umanitaria, Fondazione La Società dei Concerti, Serate Musicali alla Società del Giardino, Filarmonica Umbra, Museo Casa Pogliaghi, Nuovi Talenti al Tempio e Orchestra Filarmonica dei Navigli. Si è esibita alla Camera dei Deputati e al MiBACT a Roma, a Chicago durante la Mayoral Inauguration Ceremony e al Summit NATO, in una serata riservata a Capi di Stato e Dignitari. Clarissa è stata nominata ‘Breaking Ground Artist’ da Picosa Chicago, ‘Giovane Talento’ al Sony Classical Talent Scout e si è aggiudicata la Borsa di Studio Giovanni Guadagnini del Rotary Club Valtidone. Ha ottenuto premi e riconoscimenti in svariate competizioni nazionali e internazionali. Attualmente studia con Maria Luisa Ugoni presso il Conservatorio Nicolini di Piacenza, dove frequenta il terzo anno del Triennio Accademico, e con Daniele Gay a Milano. È stata allieva di Olga Kaler della DePaul University School of Music di Chicago e di David Taylor, New Music School Violin Faculty and Chicago Symphony Orchestra Assistant Concertmaster. Suona un violino “Stradivari Cremonese 1715” creato appositamente per lei dal Maestro Liutaio Daniele Scolari nel 2013.

Domenica 9 aprile alle 17 alla Sala dei Teatini

per la Rassegna cameristica “Allegro con brio”
ORCHESTRA DEL CONSERVATORIO NICOLINI
Domenico TONDO direttore
Fiorenzo RITORTO corno
Tatiana ALQUATI arpa
Clarissa BEVILACQUA violino

PROGRAMMA

W.A. MOZART
Concerto per corno e orchestra n. 4 K 495
Allegro moderato / Romanza: Andante / Rondò: Allegro vivace

F.A. BOIELDIEU
Concerto in tre tempi per arpa e orchestra
Allegro brillante / Andante, lento / Rondeau (Allegro agitato)

F. SCHUBERT
Ouverture D591 op. 170 in do maggiore “nello stile italiano”

P. DE SARASATE
Zingaresca (Gypsy Airs) op. 20 per violino e orchestra
Moderato / Lento / Allegro molto vivace