Modena, Formazione per il contrasto a evasione e riciclaggio

Sabato 29 ottobre, dalle 9.30 alle 13, nella Sala del Consiglio del Palazzo comunale, il corso del progetto Labalt – Laboratorio appalti, legalità e trasparenza”

MODENA – Che strumenti hanno a disposizione gli enti locali per contrastare elusione, evasione e riciclaggio? È questo il tema che sarà approfondito nel terzo appuntamento del “Corso di formazione a supporto di una rete provinciale per la prevenzione del crimine organizzato e mafioso e la promozione della cultura della legalità”, in programma sabato 29 ottobre, dalle 9.30 alle 13, nella Sala del Consiglio a Palazzo Comunale di Modena, in piazza Grande.

Nella giornata, introdotta dall’assessore comunale alla Promozione della legalità Andrea Bosi, Vittorio Ricciardelli, vice comandante della Polizia locale di Milano, tratterà il tema della normativa antiriciclaggio applicata all’Amministrazione pubblica, portando l’esperienza del Comune di Milano nel contrasto a questi fenomeni, partendo dall’individuazione, analisi e segnalazione di operazioni sospette e dall’utilizzo degli strumenti informatici fino al rapporto con la Banca d’Italia e ai controlli. A seguire, Mario Turla, esperto di antiriciclaggio, traccerà un quadro della situazione fornendo numeri e caratteristiche dei fenomeni di elusione, evasione e riciclaggio, approfondendo il ruolo delle società e dei professionisti, gli strumenti informatici e la funzione delle banche dati degli enti locali.

Il corso è rivolto principalmente ad amministratori pubblici, dirigenti e dipendenti di enti locali e altri enti pubblici, ma è aperto anche alle varie componenti del tessuto sociale ed economico (sindacati, insegnanti, associazioni economiche, associazioni di volontariato, professionisti, operatori di polizia).

Il corso di formazione è organizzato dal Comune di Modena in collaborazione con l’associazione Avviso pubblico nell’ambito di “Labalt-Laboratorio appalti, legalità, trasparenza”, il progetto per rafforzare la rete provinciale per l’integrità delle pubbliche amministrazioni e la prevenzione del crimine organizzato di stampo mafioso avviato grazie all’accordo di programma sottoscritto nel luglio scorso dal Comune di Modena e dalla Regione Emilia Romagna. Informazioni on line (www.comune.modena.it/politichedellesicurezze).