Modena: cimiteri, in mostra le immagini di Francesca Ferrari

Dal 25 ottobre al 5 novembre proiezione sul cimitero di Rossi nello “Spazio 1870”, antica cantina del convento a S. Cataldo. L’autrice ha partecipato al Master di Fondazione Fotografia

logocomune-modenaMODENA – Si intitola “A lato” la mostra con videoproiezione della fotografa contemporanea Francesca Ferrari allestita al cimitero di San Cataldo nelle giornate dedicate alla Commemorazione dei defunti.

Ospitata nello “Spazio 1870”, come è stata nominata l’antica cantina del convento, a cura della ditta Dugoni Facility Management che gestisce i cimiteri modenesi, l’esposizione si potrà visitare da mercoledì 25 ottobre a domenica 5 novembre nell’orario di apertura del cimitero (dalle 8 alle 17, uscita e chiusura alle 17.30).

“A lato” è un progetto fotografico in videoproiezione, con patrocinio del Comune, che si plasma sulla rivisitazione del Cimitero progettato per Modena dall’architetto Aldo Rossi, uno dei capolavori dell’architettura contemporanea italiana e internazionale. Nell’intenzione dell’autrice “A lato” vuol essere “un dialogo poetico tra ricordi e vita. Tra aria e cemento sono immersi volti e sguardi, le immagini fotografiche si susseguono e si sovrappongono, emozioni e prospettive architettoniche si dissolvono, e i colori saturi e vibranti si fanno custodi delle nostre memorie in un luogo dove il tempo sembra non esistere, dove i misteri più profondi nutrono senza confini i nostri affetti, e atmosfere intime e spirituali annullano distanze fisiche temporali”.

Francesca Ferrari, modenese che vive in città e in viaggio, ha partecipato al Master di alta formazione sull’Immagine contemporanea di Fondazione Fotografia di Modena. Esplora e cattura attraverso i suoi progetti artistici, si legge nella sua scheda di presentazione, quella linea sottile che esiste tra il reale e il surreale della mente; ricodifica e sperimenta luoghi e spazi, dando loro nuovi codici visivi. Reinterpreta attraverso il suo sguardo fotografico nuovi mondi possibili utilizzando la sorpresa, i colori, la poesia, la geometria. Persegue con le sue immagini video e fotografiche la ricerca continua di felicità.