Modena: Biblioteche, in un mese 70 iniziative sulla lettura

In novembre aperture straordinarie tutte le domeniche e proposte per tutti che guardano al futuro del libro, tra laboratori, incontri, giochi, proiezioni, musica, interviste, mostre

MODENA – Carta e digitale, tradizione e nuove tecnologie si intrecciano nel programma del 50° delle biblioteche comunali modenesi, che si festeggia con 70 iniziative diverse per tutto il mese di novembre. Un intreccio che si specchia in quello che caratterizza le biblioteche di Modena oggi, già proiettate nel futuro.

In novembre aperture straordinarie tutte le domeniche, sempre la Delfini dalle 9.30 alle 20 e, a turno, una delle altre: domenica 6 tocca alla Giardino dalle 15 alle 19. Per tutto il mese, i lettori di ogni età possono scegliere tra letture ad alta voce, laboratori, incontri, concorsi per le scuole, giochi, proiezioni e musica. L’anteprima si svolge al Punto di lettura San Damaso, dove la storia delle biblioteche è iniziata nel 1966, col “Piccolo Principe” raccontato da Alessandro Rivola (2 novembre). Alla Delfini Eros Miari inaugura una mostra sugli albi illustrati degli anni ’70 e ’80 (“I migliori libri della nostra infanzia”, giovedì 3, ore 16,30), mentre gli attori Daniela Fini e Marco Bertarini propongono a viva voce un’antologia di racconti legati a quella stagione editoriale, ricca di novità e sperimentazioni (giovedì 3 e venerdì 4 alle 17). Sempre alla Delfini, sabato 5 e domenica 6 alle 16, su prenotazione (tel. 059 2032940) i ragazzi potranno assistere in diretta alle creazioni di grandi illustratrici, osservandone le tecniche (“Atelier con l’artista”, con Simona Mulazzani e “Alfabeto sentimentale” con Sonia Maria Luce Possentini).

Alla Delfini, invece, Bruno Ventavoli, direttore di “Tuttolibri” inserto del quotidiano “La Stampa”, intervista in cinque puntate le figure chiave dell’editoria contemporanea, dal traduttore all’agente letterario, fino all’e-book (il ciclo s’intitola “I mestieri del libro” e si svolge il 4, 5, 11, 13 e 26 novembre alle 18). Si parte venerdì 4 con Giuseppe Strazzeri, direttore editoriale Longanesi, mentre sabato 5 arriva Giulia Poli, responsabile italiana del progetto Amazon Kindle. Sabato 5, alle 10.30, alla Biblioteca Rotonda, l’esperta Leonella Conti dà suggerimenti ai genitori che vogliono proteggere i figli dai pericoli di internet.

Ascanio Celestini si racconta nella “Biblioteca secondo me” (domenica 6 novembre), mentre Ottavia Piccolo legge pagine dello scrittore inglese Alan Bennett (giovedì 17 novembre). Con Paolo Attivissimo si va a caccia di bufale su Internet (sabato 12 novembre); si parla di intelligenza uomo-animale con il neuroscienziato Giorgio Vallortigara (venerdì 18 novembre), di gioco con Stefano Bartezzaghi (sabato 19 novembre) e di serie tv con lo scrittore e sceneggiatore Sandrone Dazieri e l’attore Lino Guanciale (domenica 27 novembre).

Non può mancare il teatro per ragazzi con l’adattamento della “Tempesta” di Shakespeare in italiano e in inglese (venerdì 11 novembre) e “Il narratore” di Saki con il Teatro dell’Orsa (domenica 27 novembre).

Fino al 26 novembre si svolgono le iniziative del “Mese della Scienza per ragazzi” appuntamento ormai “classico” su temi scientifici, nel 2016 “Atomi e bit, dalla biologia al coding” con esperti e protagonisti della ricerca e della divulgazione, tra concorsi, mostre, incontri e laboratori nelle biblioteche e nei Punti di Lettura.

Alla Biblioteca Poletti è di scena la Street Art con gli artisti Franco Vaccari e Simone Ferrarini e il curatore Pietro Rivasi (sabato 26 novembre). Ricco e assortito il programma dei giochi, un tema sempre più attuale in biblioteca anche come strumento di apprendimento: si andrà dal torneo di scacchi ai Cosplay (“in scena” domenica 20 novembre).