Forlì: opere preventive “Riduzione rischio allagamenti”

Approvato un pacchetto di interventi per 485.000 euro

comune-di-forliFORLÌ – Fra i provvedimenti approvati dalla Giunta comunale di Forlì a fine anno, figura un pacchetto di opere del “Piano degli Interventi” elaborato dal “Tavolo Tecnico Alluvioni” recentemente istituito dall’Amministrazione comunale.

“Si tratta di un investimento complessivo pari a 485.000 euro che, in seguito agli eventi meteorici di accresciuta intensità verificatisi negli ultimi anni, punta a implementare la funzionalità idraulica delle infrastrutture comunali e delle loro pertinenze, nonché la difesa del suolo”: così l’Assessore ai Lavori Pubblici Francesca Gardini presenta il progetto di prevenzione e riduzione del rischio allagamenti messo in campo dal Comune.

“Il pacchetto di interventi – prosegue l’Assessore – è interamente finanziato con risorse comunali, prevede lavori per la sistemazione di reti fognarie funzionali al drenaggio urbano, fossi stradali del forese, rifacimento o potenziamento di attraversamenti stradali e di scoli della Bonifica, canali”.

Questi i principali interventi che saranno realizzati nei primi mesi dell’anno.
1) Opere per il miglioramento del deflusso idraulico del Rio Petrignone, nel tratto di attraversamento della via Campagna di Roma. Fenomeni esondativi hanno causato criticità ai fabbricati presenti e l’intervento, approvato dal Servizio Tecnico di Bacino – Regione Emilia Romagna, prevede l’adeguamento della sezione del ponte stradale.
2) Espurgo e sistemazione dell’alveo del canale di Ravaldino in alcune tratte: a Grisignano-San Martino in Strada e a Barisano.
3) Adeguamento di attraversamenti stradali e tombinature di fossi e nuove realizzazioni, a mitigazione del rischio idraulico determinato da tubazioni con sezione insufficiente a garantire il corretto drenaggio delle acque meteoriche. Fra i lavori previsti in questa tipologia di intervento figurano: il miglioramento dello scolo consorziale Fiumazzo nell’attraversamento della via Petrosa (adeguamento del ponticello stradale, in concomitanza con il potenziamento idraulico dello scolo a cura del Consorzio); la manutenzione straordinaria degli attraversamenti in viale Roma degli scoli consorziali Correcchio e Correcchino, al fine di eliminare punti critici determinatisi nel tempo e quindi ripristinare la capacità di smaltire anche portate idriche importanti; l’adeguamento della sezione idraulica della tombinatura realizzata in corrispondenza della partenza dello scolo Correcchio, su cui recapita la fognatura “bianca” di via Fontanelle; la realizzazione di un nuovo attraversamento della via XIII Novembre 1944, per convogliare in maniera ottimale i fossi stradali della via Minarda e della stessa provinciale nello scolo consorziale Bora; la manutenzione straordinaria di alcuni attraversamenti e ponticelli degli scoli consorziali, in particolare quelli interessati dai lavori di risezionamento del Consorzio di Bonifica (zone di Villafranca, Carpinello, Pievequinta).
4) Risagomatura di fossi comunali, compresa eliminazione arbusti incongrui sviluppatisi nel tempo nelle relative pertinenze.
5) Risanamento e potenziamento di alcune porzioni di fognature di tipo “bianche”. A tale proposito è importante evidenziare che l’attività di ispezione del territorio, avviata nello specifico con l’istituzione del Tavolo Tecnico Alluvioni insieme alla raccolta delle segnalazioni che pervengono dai cittadini, ha portato alla luce situazioni di rischio non solo idraulico ma anche ambientale, originate sia da rotture delle tubazioni, sia da sottodimensionamento delle sezioni idrauliche dei manufatti, pubblici e privati.