Fonderie cooperative, al via la sperimentazione

Attivo da lunedì 15 gennaio, come annunciato dall’azienda, l’impianto sperimentale per l’abbattimento ulteriore delle emissioni e la mitigazione degli odori

logocomune-modenaMODENA – Sarà attivo da oggi, lunedì 15 gennaio, alle Fonderie cooperative di via Zarlati l’impianto sperimentale per l’abbattimento ulteriore delle emissioni e la mitigazione degli odori.

L’azienda ha infatti confermato, con una lettera inviata all’assessorato all’Ambiente del Comune di Modena, la conclusione dei lavori e l’avvio della sperimentazione nei tempi che erano stati pianificati.

L’impianto sperimentale con iniezione di carboni attivi nelle condotte di aspirazione è stato installato sul punto di emissione E27, a monte dei filtri già presenti.

Il punto di emissione E27, distaffatura, insieme al punto E26 (lavorazione e recupero terra), sulla base delle analisi effettuate da Arpae nei mesi di maggio e giugno era stato individuato come responsabile delle emissioni più significative su cui intervenire per ridurre i disagi segnalati dai cittadini.

Il progetto sperimentale e i tempi di avvio sono stati concordati con il tavolo tecnico composto da Comune di Modena, Arpae e Ausl dal quale ha ottenuto il nulla osta.