Festa della donna, un programma di iniziative lungo un mese

ermanna montanariRICCIONE (RN) – In occasione della giornata del 8 marzo ma più in generale nel mese dedicato alle donne la Commissione Pari Opportunità del Comune di Riccione promuove e sostiene una serie di appuntamenti e iniziative che vanno a toccare tematiche diverse che pongono al centro la complessità del mondo femminile.

Da giovedì 8 marzo, grazie all’idea del Comitato Riccione Paese, chi passeggerà in Corso Fratelli Cervi sarà accompagnato da immagini e fotografie di donne illustri, tra cui Rita Levi Montalcini, Virna Lisi, Sara Simeoni, Bebe Vio, che riportano anche loro pensieri o frasi divenute celebri. Donne che con il loro talento e forza hanno saputo superare momenti di sofferenza che l’animo femminile spesso affronta in maniera silenziosa. Nella stessa giornata è inoltre prevista la consegna di un omaggio floreale a tutte le donne ricoverate all’ospedale Ceccarini.

marco tullio giordanaMartedì 14 marzo (ore 20.30) il Palazzo del turismo ospiterà l’incontro informativo organizzato con la collaborazione dell’Associazione Il Punto Rosa sul tema della diagnosi precoce. Tra i relatori medici esperti di varie discipline, da quella chirurgica al supporto psicologico.

Lella_Costa_1Sabato 17 marzo (Palazzo del Turismo, ore 17.30) è in programma la presentazione del libro di Antonia Guarini Un, due, tre stella! Storie di donne e di ordinaria violenza. L’autrice dialogherà con Sonia Saponi, Gabriella Vandi, Rita Arianna Belpassi. Coordinano Cinzia Carnevali e Massimo Spaggiari.

A tema femminile anche la rassegna Cinema d’autore al Cinepalace che propone per martedì 13 marzo il documentario di Silvia Chiodin Cristina. Il racconto di una malattia, una serata che vedrà la partecipazione in sala della regista e dell’attrice Lella Costa.

Il 19 e 20 marzo sarà invece sul grande schermo il film Nome di donna di Marco Tullio Giordana e il regista lo presenterà in sala lunedì sera alle ore 21.00.

A seguire, lunedì 26 marzo, sarà la volta di Figlia mia, di Laura Bispuri con Valeria Golino e Alba Rohrwacher, unico film italiano in concorso al Festival di Berlino 2018, per chiudere martedì 27 marzo con Vita agli arresti di Aung san Suu Kyi, l’adattamento cinematografico dell’omonimo testo teatrale portato in scena dal teatro delle Albe nel 2014 con protagoniste Ermanna Montanari, Elio De Capitani, Sonia Bergamasco. Ospiti in sala il regista Marco Martinelli e l’attrice Ermanna Montanari.

Nel mese di marzo proseguono inoltre gli appuntamenti del corso di autodifesa in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri e l’esperta Giulia Cecchini.