Ferrara, Iniziata oggi la prima edizione di Museomix

Il Museo del Risorgimento e della Resistenza ai blocchi di partenza

i-rifugiati-tra-i-museomixerFERRARA – Questa mattina il Museo del Risorgimento e della Resistenza ha aperto la prima edizione italiana di Museomix, la maratona creativa che, fino a domenica prossima, vede impegnati 17 luoghi del mondo in un evento culturale all’insegna della tecnologia, partecipazione e creatività. Museomix è un evento culturale collaborativo e una comunità internazionale. Nello stesso weekend accade anche al Museo Tolomeo di Bologna, al Carlo Zauli di Faenza e al CAOS di Terni.

«In alcuni paesi africani per costruire un tetto si muove il villaggio – afferma Paolo Marcolini – all’aggiornamento della fruizione culturale della città deve partecipare la città. Perciò sono stato uno dei primi a iscrivermi a Museomix, per condividere la mia esperienza insieme ad altri giovani e non solo, per fornire nuovi strumenti da mettere a disposizione del pubblico. La partecipazione è l’unico metodo per innovare, grazie agli strumenti a disposizione, dalla tecnologia alle competenze storiche, dal vissuto di chi conosce Ferrara a chi ha viaggiato per il mondo. Tutto questo dovrebbe portare a un update il più interessate e aggiornato possibile».

il-tecnico-del-fablabNel museo ferrarese tutto è pronto per iniziare seguendo alcune tappe che vanno dall’accoglienza dei 18 museomixer all’avvio del percorso creativo: una visita guidata del museo, la presentazione degli staff nati in questi mesi di preparazione, impegnati nel facilitare il processo creativo delle équipe, l’illustrazione di tutte le apparecchiature utilizzabili per ispirare e supportare la presentazione dei ‘terreni di gioco’, filoni tematici individuati dallo staff del museo per mostrarlo da punti di vista alternativi. Il primo giorno di Museomix è interamente dedicato alla conoscenza delle collezioni, al brainstorming e alla progettazione di nuovi prototipi che, solo durante la seconda giornata, inizieranno a prendere vita, grazie ai maker (artigiani) e ai designer che, in ogni équipe hanno il compito di dare una forma concreta all’idea.

«Museomix è un’occasione per rivedere con esperti di altri settori una collezione unequipe-al-lavoropermanente e rimetterla in gioco – aggiunge Valeria Cereghini, un’esperta in materia che arriva da Torino – In particolare il Museo del Risorgimento ha bisogno di esporre in maniera più definita i contenuti che possiede. Sicuramente l’approccio senza barriere può dare spunti per rivedere una riorganizzazione degli oggetti in mostra, ad esempio aggiungendo schede di lettura e didascalie che agevolino il fruitore».

La community di Museomix Italia, nata da poco più di un anno – grazie a BAM! Strategie Culturali supportata da IBC Emilia-Romagna e NEMO, Network of European Museums Organisations – e impegnata nell’attività organizzativa, nel confrontarsi con le altre community di museomix presenti nel mondo e nella comunicazione di questa prima edizione italiana, è riuscita, insieme ai musei coinvolti, a generare molta curiosità verso l’evento. Per questo è importante ricordare in diversi modi per assistere e partecipare:
venerdì 11, sabato 12 e domenica 13 novembre, mentre la maratona creativa è in corso, è possibile visitare i musei nei normali orari di apertura e curiosare tra le équipe impegnate nella realizzazione dei prototipi.
La domenica pomeriggio, alle 16, il pubblico è chiamato a partecipare attivamente: i musei aprono le porte e mettono a disposizione i prototipi per farli testare ai visitatori.
In tutti i museomix in corso nel mondo sono attivi team di comunicazione che rendono possibile seguire sul web e sui social tutti i momenti salienti dell’evento: attraverso gli hashtag #museomix #museomixIT16, #museomixBO, #museomixFE #museomixMCZ e #museomixCAOS è possibile restare connessi con i musei impegnati nella maratona.
Attraverso gli account social di Museomix Italia, a partire dal gruppo Facebook, passando per gli account twitter e instagram @museomixIT e il sito www.museomix.it, sono aggiornato giorno per giorno e in tempo reale con nuovi contenuti, video e immagini.
Ogni giorno, dopo le 18, ogni museo che partecipa a Museomix, pubblicherà un video di pochi minuti sul proprio canale YouTube (Museomix Italia nel nostro caso) con l’obiettivo di raccontare in poche immagini una giornata di lavoro di squadra nel museo. Del resto, il motto di Museomix è ‘PEOPLE MAKE MUSEUMS’!

Lo staff di Museomix Ferrara ha pubblicato, per primo, il video sulla tre giorni più creativa d’Italia al link seguente: