Consiglio comunale di Bologna, l’intervento d’inizio seduta della consigliera Maria Caterina Manca

torre degli asinelli bolognaBOLOGNA – Di seguito, l’intervento d’inizio seduta della consigliera Maria Caterina Manca (Partito Democratico) “Emergenza straordinaria nei Pronto Soccorso cittadini: straordinario tutto il personale e a loro vanno i nostri ringraziamenti”.

“Grazie Presidente, in questi ultimi giorni sia a livello nazionale che a livello locale i quotidiani hanno posto particolare attenzione nei confronti dell’ondata di gelo che sta colpendo i nostri territori.
Tutto ciò ha provocato, purtroppo, un’emergenza nei Pronto Soccorso che le nostre strutture sanitarie (S.Orsola, Rizzoli e soprattutto Ospedale Maggiore) si sono ritrovate a dover affrontare.
Parliamo di una situazione per certi versi straordinaria (ospedali in tilt per numerosi incidenti dovuti al ghiaccio sulle strade) che ha evidenziato maggiormente e posto all’attenzione cittadina alcune
importanti riflessioni.
Il Pronto Soccorso dell’Ospedale Maggiore e stato coinvolto in particolar modo anche perché questo è l’hub di una rete sanitaria complessa denominata hub and spoke di cui l’ OM è il centro specializzato e i cui raggi (spoke) sono costituiti dai Pronto Soccorso periferici del territorio circostante. Questo è peraltro un PS sede di trauma center che ha a suo carico la maggior casistica di grandi traumi a livello nazionale. In questo contesto ho ritenuto doveroso oggi intervenire sull’argomento soprattutto per applaudire e ringraziare medici, infermieri operatori della sanitá tutti che, in questi giorni, hanno risposto prontamente e con alta professionalitá all’emergenza straordinaria che ha ” intasato gli ospedali”. Tutti si sono adoperati come sempre al massimo e di più: alcuni di loro sono rientrati in servizio in nome di quella che è per tutti loro una missione: assistere e curare. Ciò non esclude il fatto che gli stessi operatori abbiano fatto presente la necessità di una riorganizzazione degli spazi e delle risorse della struttura stessa rilevando una carenza di personale medico e infermieristico soprattutto in notturno.
L’azienda sanitaria, d’altro canto, si é resa disponibile ad intervenire e, a tal proposto, risulta sia stato sottoscritto un verbale d’intesa che va nella direzione richiesta di soluzione a breve dei problemi rilevati. Avremo sicuramente modo di approfondire l’argomento nella Uc che ho ritenuto importante promuovere in merito e a cui si è aggiunta la richiesta del collega Lisei e nella quale spero potremo constatare, ne sono convinta, l’avvenuto superamento di qualsiasi criticità”.