Cesena: Bando per le nuove concessioni in mercati e fiere

L’iter va avanti in attesa di indicazioni più precise dalla Regione. Comune e Unione chiariscono la loro posizione in una nota indirizzata alle associazioni di settore e a tutti gli operatori commerciali

comune-cesenaCESENA – In attesa di più precise indicazioni da parte della Regione, il Comune di Cesena e l’Unione dei Comuni della Valle del Savio hanno deciso di andare avanti con l’iter – appena avviato – per l’assegnazione delle nuove concessioni di posteggio nei mercati, nelle fiere, ecc dei sei Comuni aderenti.
L’indicazione arriva dall’Assessore allo Sviluppo economico di Cesena Tommaso Dionigi e dal Sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini (titolare della delega allo al Sportello Unico delle Attività Produttive nella Giunta dell’Unione) che ieri mattina, insieme al dirigente del Suap Alessandro Francioni, hanno inviato una comunicazione in merito ai responsabili di ANVA Confesercenti, FIVA Confcommercio e, per loro tramite, a tutti gli operatori commerciali interessati.

“In questi giorni – si legge nella nota inviata dagli Amministratori – il Comune di Cesena e l’Unione Valle Savio, stanno monitorando la delicata situazione che si è venuta a creare in merito alle procedure di gara per l’assegnazione delle nuove concessioni su area pubblica per fiere e mercati, che, ricordiamo, sarebbero in scadenza nella primavera del corrente anno”.

“Ricordiamo – prosegue la comunicazione – che il tema, alquanto complesso, è stato affrontato fin dal 2012 da più di un soggetto istituzionale (Regioni, Ministero dello Sviluppo Economico, Unione Europea, Associazioni di categoria) e aveva trovato la sua sintesi negli schemi di gara e punteggio che, come Unione, in rappresentanza di tutti i sei comuni, abbiamo pienamente recepito su indicazione della nostra Regione. Siamo rimasti alquanto sorpresi, crediamo, come tutti, dal recentissimo parere dell’Autorità Antitrust, non tanto per i contenuti, quanto per i tempi con cui questo parere è stato proposto. Sappiamo che il Governo, nel suo schema di decreto legge “mille proroghe” ha proposto di far slittare la validità delle concessioni al 31 dicembre 2020, ma ciò nonostante non ci sentiamo ancora liberi di prendere una posizione ufficiale a riguardo, bloccando la gara in corso, in quanto la Regione Emilia-Romagna ha chiarito nella sua nota del 2 gennaio che la questione è sotto osservazione e sono ancora tanti i punti da definire rispetto alla posizione assunta dal Governo. La Regione, ad oggi, ha suggerito di proseguire nella gara in corso, che scade il 31 gennaio, suggerendo di intervenire solo successivamente, in autotutela, qualora nel frattempo vengano sciolte tutte le perplessità di siffatta proroga che crediamo l’Esecutivo aveva ipotizzato per consentire di ripensare a tutti i criteri di assegnazione, delle concessioni, in modo coerente a quanto sostenuto dall’Antistrust. L’Unione Valle del Savio e il Comune di Cesena ribadiscono la volontà di rimanere ancorati alle osservazioni e suggerimenti proposti dalla Regione Emilia-Romagna, proprio per salvaguardare la correttezza amministrativa e la trasparenza delle procedure in corso, fermo restando che saremo immediatamente pronti ad intervenire non appena dovesse arrivare una posizione ufficiale. Ciò posto, il portale è tuttora operativo per recepire le domande di assegnazione sulla base degli schemi già definiti e disponibile all’indirizzo http://unionevallesavio.it/attivita-produttive da cui poi è possibile accedere alla piattaforma regionale”.