Cesena, Spiriti Ardenti” fra arte & fotografia

L’inaugurazione sabato 16 luglio, ore 19 nella Galleria comunale d’arte del Palazzo del Ridotto

logo-comune-cesenaCESENA – Sabato 16 luglio 2016, alle ore 19.00 presso la GALLERIA COMUNALE D’ARTE del Palazzo del Ridotto di Cesena, si terrà l’inaugurazione della mostra SPIRITI ARDENTI-fra arte & fotografia, un omaggio al 170° Anniversario del Teatro “Alessandro Bonci” e al suo costruttore, l’architetto Vincenzo Ghinelli, alla presenza dell’Assessore alla Cultura Christian Castorri, della curatrice Marisa Zattini e degli artisti coinvolti.

Un evento voluto e promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cesena nell’ambito della valorizzazione dell’arte contemporanea.
Dal 1846 il Teatro Bonci è stato fulcro di numerosi significativi eventi che hanno lasciato spazio, fra le altre, a due compagnie cesenati di fama nazionale e internazionale: il Teatro Valdoca e la Socìetas “Raffaello Sanzio”. Dei vari spettacoli ospitati sul palcoscenico del Bonci sono state selezionate alcune fotografie. Agli artisti invitati – PAOLA BABINI (Ravenna 1962), MORENO BONDI (Carrara 1959), PAOLA CAMPIDELLI (Longiano 1948), DANIELE MASINI (Forlì 1951), CARLO RAVAIOLI (Coccolia [Ravenna] 1954), EROS RENZETTI (Roma 1965) – è stato chiesto di reinterpretarle, con il loro stile e la loro sensibilità artistica. Così, in un autentico “cortocircuito”, si offrono oggi allo sguardo – congiuntamente ai dipinti – quale “omaggio nell’omaggio” in un dialogo sincronico e diacronico tra arte figurativa e arte scenica, memoria di una comune radice “visiva” del teatro e dell’arte, senza dimenticare quella speciale “dimensione numerologica” che l’anniversario offre.
La mostra si completa con un omaggio a ILARIO FIORAVANTI (Cesena 1922 – Savignano sul Rubicone 2012) e con l’esposizione di alcuni documenti dell’architetto VINCENZO GHINELLI: una sua lettera, alcuni schizzi della pianta del Teatro e altri documenti gentilmente concessi per l’evento dall’Archivio di Stato di Cesena.

«“Spiriti Ardenti” vuole essere l’ouverture di questo nuovo capitolo per riscoprire l’identità dei luoghi. Perché l’identità col territorio si riconquista attraverso i luoghi fortemente connotati che da sempre costituiscono il ganglio culturale della nostra città» (dall’introduzione al catalogo del Sindaco Paolo Lucchi e dell’Assessore alla Cultura Christian Castorri).

«In questo sguardo all’indietro, ciò che è stato in un momento, nell’attimo di una recita teatrale o in un passo di danza nel ventre del Teatro Alessandro Bonci, nella sua reale irrealtà trova nuova spazialità artistica, frutto del nostro tempo. Perché l’arte è da sempre un modo di espressione della nostra “civiltà imperfetta”. “Come nel teatro anche nell’arte tutto fa arte. Perché le arti, tutte, sono specialissima “sintesi di umanità” nel loro essere talvolta mondi esclusi ed assoluti” (G. Strehler).
L’invito allora è quello di sentire forte la necessità di adesione a tutta una “prospettiva d’arte”: artistica, letteraria, teatrale, musicale, performativa. Un’adesione ampia intesa come somma e sommatoria per risvegliare la nostra umana sensibilità. Solo così impareremo “a darci la misura di un cammino percorso, di una costellazione raggiunta, di una probabilità per il domani” (G. Strehler)» (da “Spiriti Ardenti” – un cortocircuito fra arte & fotografia, di Marisa Zattini).

Il catalogo (IL VICOLO editore) documenta tutte le opere degli artisti invitati e le fotografie prescelte – di cui un corposo nucleo di scatti dell’architetto-fotografo Gian Paolo Senni, esposti in mostra – i testi istituzionali e critici, un contributo a firma dell’architetto Elisabetta Vasumi Roveri che riassume le vicende storiche del “glorioso” Teatro Alessandro Bonci, una riflessione del poeta-drammaturgo Fabrizio Parrini e la testimonianza dei laboratori teatrali presso il Liceo Classico Vincenzo Monti di Cesena e la Casa Circondariale di Forlì, che hanno portato alla rappresentazione dell’opera originale Ceci n’est pas Ubu.

Mostra “Spiriti Ardenti” fra arte e fotografia
dal 16 luglio al 25 settembre 2016
Sede espositiva: Galleria Comunale d’Arte – Palazzo del Ridotto CESENA
Ingresso: gratuito
Orario: pomeriggio 18.00 alle 21.00 dal martedì alla domenica
Mattina 10,30 – 13,00 nei giorni di mercoledì, sabato e domenica
A luglio, venerdì apertura serale fino alle 23,30
Ente Promotore: COMUNE DI CESENA- Assessorato alla Cultura
Curatore: Marisa Zattini
Allestimento: Augusto Pompili
Per Info: IAT – Comune di Cesena t 0547 3563
Organizzazione e Ufficio Stampa:
IL VICOLO Sezione Arte
Società di Servizi Culturali & Progetti Espositivi
Via Carbonari 16 – Cesena
t 0547 21386 – arte@ilvicolo.com
www.ilvicolo.com