Bonaccini in visita al Mast di Bologna

Il Presidente della Regione Emilia Romagna ha salutato i ragazzi del corso di Alta Tecnologia al Mast di Bologna

Corso di Alta Tecnologia-BolognaBOLOGNA – Si è svolto al Mast di Bolgna un corso per 31 studenti dell’Emilia-Romagna, sull’alta tecnologia. Per conoscere da vicino l’industria 4.0, ma anche per imparare a sviluppare creatività e imprenditorialità. Al centro delle lezioni, il futuro dell’industria digitale: dalle nuove macchine per la produzione automatizzata all’intelligenza artificiale, dai big data alle stampanti tridimensionali.

“Un’esperienza straordinaria, che non a caso si svolge in un luogo altrettanto straordinario come il Mast”. Ha dichiarato il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, in visita oggi ai ragazzi del corso. Ed ha aggiunto: “L’Emilia-Romagna è uno dei territori più industrializzati e innovativi d’Italia e d’Europa. Un traguardo raggiunto grazie a un intero sistema che funziona: quando istituzioni, imprese e mondo della scuola si mettono insieme unendo risorse e idee, i risultati arrivano. Siamo convinti però, di poter fare di più e meglio. Per questo investiamo su ricerca industriale e sviluppo, internazionalizzazione, start up e innovazione d’imprese: a disposizione ci sono oltre 130 milioni di euro, tra fondi regionali ed europei, che utilizzeremo tutti e bene”.

L’Emilia-Romagna detiene l’11% di start up in Italia, 680, e ha già aperto un bando da 6 milioni di euro destinato ad avviare o consolidare start up innovative. È anche la regione con il maggior numero, il 50% a livello nazionale, di Corporate Academy, le accademie formative interne alle imprese, e può vantare 19 Fabrication laboratory, i nuovi modelli di business per l’impresa che si strutturano come piccoli spazi per grandi idee innovative. “L’obiettivo è generare sviluppo e creare futuro per garantire ai giovani di poter crescere in una regione europea, innovativa e dinamica”, ha concluso Bonaccini.