A Bologna arriva SPOTT, lo sportello telefonico di orientamento

Per le famiglie con bambini disabili da 0 a 6 anni,  dal 9 settembre darà informazioni su normative, agevolazioni, opportunità e servizi

Bologna centroBOLOGNA – Nuovo servizio per le famiglie con figli disabili da 0 a 6 anni: si chiama SPOTT, Sportello Telefonico e Telematico di Orientamento e dal 9 settembre darà informazioni sulle normative e sulle agevolazioni nazionali e locali in tema di disabilità, sulle opportunità e i servizi presenti sul territorio.

Lo sportello telefonico (051.0510196), gestito dalla cooperativa Accaparlante e promosso da IES – Istituzione Educazione e Scuola, è attivo tutti i venerdì mattina dalle 9.30 alle 12.30. Le informazioni possono sempre essere richieste all’indirizzo e-mail spott@accaparlante.it. Con SPOTT, oltre al colloquio telefonico, è inoltre possibile prenotare un incontro individuale con gli operatori.

“L’idea nasce dall’incontro tra IES e CDH – Centro Documentazione Handicap, che da tempo gestisce il Centro Risorse Handicap di Bologna – spiega Marina Cesari, direttrice IES – Priorità per l’Istituzione è infatti quella di offrire alle famiglie con figli disabili da 0 a 6 anni un primo servizio di aiuto che possa intervenire proprio nei primi mesi e anni di vita, e CDH era il partner perfetto per questo progetto”.

Tramite SPOTT si possono avere informazioni sulle normative e le agevolazioni nazionali e locali sul tema della disabilità. Quali sono le leggi di riferimento per eventuali agevolazioni per acquistare ausili? Come funziona l’agevolazione lavorativa? Questi ad esempio due temi sui quali gli operatori dello sportello telefonico potranno aiutare le famiglie.

SPOTT è il canale giusto anche per ricevere informazioni sulle opportunità e i servizi offerti dal territorio. Gli operatori aiuteranno le famiglie a conoscere i parchi accessibili o con giochi adatti a bambini disabili, le ludoteche, i centri e le associazioni accessibili e che propongono attività e giochi accessibili. E ancora, telefonando si potranno conoscere quali sono le piscine o le associazioni sportive attrezzate per la pratica sportiva di bambini disabili.