bè bolognaestate 2016, gli appuntamenti di martedì 14 giugno

BOLOGNA – Questi gli appuntamenti di bè bolognaestate 2016 per martedì 14 giugno. Il calendario completo con tutte le informazioni aggiornate è disponibile su www.bolognaestate.it

Tra le iniziative segnaliamo:

Martedì 14 giugno 2016

ore 20 Teatro Comunale di Bologna – Stagione Opera e Balletto 2016
Largo Respighi
Luci mie traditrici di Salvatore Sciarrino (dal 14 al 17 giugno) – teatro musicale. Direttore Marco Angius, Regia Jürgen Flimm. Nuova produzione del Teatro Comunale di Bologna con la Staatsoper unter den Linden di Berlino. Interpreti principali Carola Höhn, Katharina Loschütz-Kammerloher, Otto Katzameier.
Al Teatro Comunale di Bologna va in scena “Luci mie traditrici”, uno dei lavori teatrali più celebri di Salvatore Sciarrino in una nuova produzione firmata dal regista Jürgen Flimm, coproduzione con la Staatsoper unter den Linden di Berlino; sul podio Marco Angius. Il repertorio teatrale contemporaneo costituisce uno dei fili conduttori delle stagioni più recenti del Teatro Comunale di Bologna: dopo “Il suono giallo di Solbiati” nel 2015 (Premio Abbiati dell’Associazione Nazionale Critici Musicali come migliore novità del 2015), “Luci mie traditrici” di Salvatore Sciarrino – Leone d’Oro 2016 della Biennale di Venezia – debutta in una nuova produzione internazionale realizzata con la Staatsoper unter den Linden di Berlino firmata da Jürgen Flimm, uno dei più importanti registi teatrali tedeschi. Sul podio dell’Orchestra del Teatro Comunale un grande esperto del repertorio contemporaneo, e di Sciarrino in particolare, Marco Angius. Nei ruoli vocali Katharina Kammerloher (La Malaspina), Lena Haselmann (L’ospite), Christian Oldenburg (Un servo della casa), Otto Katzameier (Il Malaspina), Lena Haaselmann (Voce da dietro). Scene di Annette Murcheit, costumi di Birgit Wentsch, luci di Sebastian Alphons e drammaturgia di Jens Schroth.
La prima rappresentazione di Luci mie traditrici del 14 giugno sarà trasmessa in diretta radiofonica su Rai Radio 3 a partire dalle ore 20.00.
Lo spettacolo segna il debutto dell’opera nel cartellone di una Fondazione Lirica Italiana.
Inoltre in occasione dell’opera Luci mie traditrici, dal 14 al 22 giugno, presso il Foyer Respighi e la Rotonda Gluck del Teatro Comunale, si potrà assistere alla mostra di Rudy Cremonini, intitolata Zone di sicurezza, a cura di Simona Gavioli e Alice Zannoni, soci fondatori dell’associazione Caravan SetUp, promotrice della cultura per mezzo dell’arte visiva.
I biglietti (da 10 a 75 €) sono in vendita sia online sul sito www.tcbo.it sia presso la biglietteria del Teatro Comunale di Bologna. Eventuali biglietti invenduti saranno disponibili da un’ora e mezza prima dell’inizio di ogni spettacolo al 50% del costo.
www.tcbo.it

Biografilm Festival. International Celebration of Lives
Il tema di questa dodicesima edizione, sulla scia della riflessione già avviata l’anno scorso con la celebration “Vite Connesse”, è The Brand New World – Raccontare la civiltà digitale. Internet è oggi onnipresente nella vita di ognuno di noi e molte dinamiche che un tempo consideravamo pura fantascienza sono ormai realtà, al punto che i grandi autori di quello che è il cinema del reale per eccellenza, il documentario, hanno già iniziato a interrogarsi su questo nuovo mondo che ci circonda e ci comprende.
Il programma di martedì 14/06: http://www.biografilm.it/2016/programmazione/day-2016-06-14
www.biografilm.it

ore 21.15 Bio Parco 2016bioparco2016-1
Parco del Cavaticcio – via Azzo Gardino, 65
Calcutta Live – indipendente nel cuore, Mainstream di fatto. Calcutta nasce e vive fra Latina e Roma. Dal 2011 suona in lungo e in largo per la penisola, nei locali, negli scantinati e a casa della gente. Canta di gite pontine, amori veri o immaginati e piccole cose che saranno capitate anche a voi. Nel 2015 dà alla luce “Mainstream”, disco che lo conduce ad una vertiginosa ascesa: oggi riempe i club di tutta Italia, cantando le stesse cose con le stesse emozioni.
Aperitivo e Aftershow a cura di Moreno Spirogi.
Ingresso libero
www.biografilm.it

ore 21.15 Giardini al Cubo
Cubo Unipol – Porta Europa, Piazza Vieira de Mello 3
Alfonsina y el mar – Storie di tango e di passioni. Amanda Sandrelli voce, Giampaolo Bandini chitarra, Cesare Chiacchiaretta bandoneon.
amandasandrelli cubo-unipolAmanda Sandrelli interpreta le pagine più suggestive di alcuni dei poeti più famosi della storia argentina. Musica e parole che si rincorrono, magia e ricordi che si uniscono in un solo istante, sulle note delle pagine più emozionanti che la storia della musica moderna abbia mai ricordato. “Quell’abbraccio così stretto tra uomo e donna l’ha inventato il tango. Nessuna danza precedente aveva mai osato tanto. Esiste segno più evidente dell’amore?” (Horacio Ferrer).
Un viaggio intenso tra le note malinconiche delle musiche di Astor Piazzolla, i poetici duelli di Jorge Luis Borges, e la passione straziante delle canzoni di Carlos Gardel. Il tango è la perfezione sensuale di un istante; è evocazione d’erotismo e di sguardi lanciati a chilometri di distanza, espressione di definitiva solennità; ritmo lento di torpore dopo pranzo come uccelli migratori posati sui fili a riposare dopo una tappa massacrante. Musica intrisa di una fisicità liricamente minimalista, che è nata trafficando ai confini dell’illegalità (case di appuntamenti e bische clandestine), e così si è sporcata, si è spiegazzata, ha cambiato la traiettoria, ha graffiato il suono. Il tango è tutte queste cose, e moltissimo altro.
Ingresso libero
www.cubounipol.it

ore 21 Zambè
Piazza Scaravilli
Ensemble di ottoni – concerto a cura del Conservatorio G.B. Martini.
La Ma-Ma Brass Band si esibirà in concerto nell’ambito di Zambè, la rassegna organizzata dall’Alma Mater e promossa insieme al Comune di Bologna nell’ambito di bè bolognaestate.
Progetto e coordinamento a cura di: Luca Braghiroli, Igino Conforzi, Giuseppe Pezzoli, Marco Tampieri, Ivano Venturini. Il progetto della Brass Band Martini-Maderna nasce dall’idea dei docenti di ottoni dei Conservatori di Bologna e Cesena con lo scopo di allineare l’offerta musicale e didattica agli standard moderni della musica occidentale. Un grande ensemble di ottoni e percussioni – costituito per la prima volta nel territorio bolognese – che, oltre il panorama esecutivo, si pone come veicolo formativo e promozionale. Il repertorio eseguito include brani originali e arrangiamenti che mettono in risalto le emozionanti sonorità con la loro peculiare spettacolarità. Una formula accattivante che riscuote consensi, capace di attrarre un pubblico vasto ed eterogeneo.
Ingresso libero
https://eventi.unibo.it/zambe/calendario-eventi-giugno

ore 21 Zu.Art Giardino delle Arti
Giardino Zu.Art – vicolo Malgrado 3/2
filippo-marzocchizu-artFabric – 8 Channel Soundscape – performance di Filippo Marzocchi, allievo dell’Accademia di Belle Arti, vincitore premio Zucchelli. La performance si presenta come un’esecuzione musicale, la peculiarità è che gli strumenti sono dispositivi, ovvero un essere umano che attraverso la sua esistenza e percezione raccoglie suoni direttamente dal paesaggio sonoro reale.
L’artista diventa un esecutore in quanto possiede il compito di ricevere, presentare la realtà rielaborata anch’essa in diretta. La realtà è manipolata da gusto estetico e dall’anima senziente dell’artista, quindi si può affermare che l’esecuzione abbia una natura concertistica e per questo prettamente musicale, sebbene rimanendo nel campo dell’improvvisazione. La ricerca verte sulla manipolazione della realtà, del nostro esistere all’interno di essa e la nostra capacità decisionale. L’artista si trova a manipolare stimoli reali in diretta senza avere l’opportunità di stabilire nessun pensiero razionale, obbligandosi a seguire l’istinto; la caratteristica dell’improvvisazione è fondamentale. Un altro dato che emerge è la connessione di più percezioni nella creazione di un unico risultato attraverso più fasi, il suono è raccolto da esseri umani che sondano e scoprono fisicamente lo spazio attraverso la loro facoltà conoscitiva e decisionale. Questi dati vengono trasmessi all’artista che li dirige rielaborandoli, qui si viene a creare un legame interdipendente fra i vari elementi, i quali collaborando creano una struttura artistica fondata sullo spazio-tempo presente, ovvero la realtà, tradotto in contenuto conoscitivo e forma d’arte.
Ingresso libero
www.fondazionezucchelli.it

ore 21 Kilowatt Summerkilowatt-summer
Serre dei Giardini Margherita – via Castiglione, 132-136
3/8 (tre/ottavi) – Brani Incolti: Vegetazioni letterarie alle Serre dei Giardini
Aldo Gianolio, scrittore e critico musicale per L’Unità e Musica Jazz, presenta il suo libro “Ottavio il timido” (Robin Edizioni 2016). Il protagonista del romanzo è un impiegato maltrattato dall’azienda e dalla vita, batterista in uno scalcinato gruppo rock senza scritture e senza prospettive. Gianolio, senza pronunciare una parola e affidandosi alla voce dello scrittore, traduttore e documentarista Marco Raffaini, accompagnerà la lettura suonando la batteria in assolo.
Ingresso libero
kilowatt.bo.it

ore 21 Stasera parlo io in via Orefici
Libreria.coop Ambasciatori – via Orefici 19
Salvatore Striano presenta “La tempesta di Sasà” – Leggere e conoscere con Chiarelettere.
Il romanzo di una vita salvata da Shakespeare e dall’amore per i libri. Il riscatto da un destino che sembrava segnato per sempre. Salvatore Striano a quattordici anni aveva la guerra in testa, la cocaina nel sangue e due pistole infilate nei calzoni. Era uno dei leader delle Teste matte, una banda di ragazzini terribili che si sono fatti camorristi per difendersi dalla camorra. Vita di strada, anni di sangue. Poi il carcere, non ancora trentenne.
Ingresso libero
www.librerie.coop.it

ore 21 Serate controtempo
Centro San Domenico – Piazza San Domenico 13
“Prudenza” La virtù del voler guardare lontano. Incontro con Stefano Zamagni e Ferruccio De Bortoli. Parole dimenticate per ripensare il nostro tempo. A cura de Il Mulino.
Ingresso libero
https://www.mulino.it/a/serate-controtempo

ore 21 Riscoprire Bologna
Fontana del Nettuno (partenza)
Le torri di Bologna: le Torri Sud – visita guidata a cura di Didasco.
La Bologna medievale svelata attraverso un percorso dedicato alle sue torri. Tecniche di costruzione, storia, aneddoti vi verranno svelati in questo percorso alla scoperta delle torri gentilizie poste a sud di Piazza Maggiore. Agresti, Catalani, Galluzzi, Pascipoveri … e molte altre!
A pagamento e su prenotazione al n. 3481431230 (pomeriggio e sera).
www.didasconline.it

ore 21 Nuvole, di Nanni Garella – Replica
Arena del Sole Sala De Berardinis – via Indipendenza 44
Replica dello spettacolo ispirato alle sceneggiature “Che cosa sono le nuvole?” e “La terra vista dalla luna” di Pier Paolo Pasolini. A pagamento.
Fino al 25 giugno nel Chiostro dell’Arena, dalle ore 18.30, sarà aperto il bistrot con aperitivo e cena dopo-spettacolo. Non mancherà la musica. Chiuso il lunedì.
Aperitivi speciali, menu estivo, un vino da raccontare ogni sera.
www.arenadelsole.it

babybè

restate-al-giardino-favabeore 19 R-estate al Giardino Fava
Giardini Fava – via Milazzo, 32
Bici senza frontiere: laboratorio ciclo-creativo per bimbi e bimbe dai 5 ai 10 anni per fornire, attraverso il gioco e la pratica con bici e tricicli, gli strumenti di educazione stradale e la fiducia in se stessi, a cura dell’Associazione Salvaciclisti. Tutti i martedì dal 14 giugno al 5 luglio, dalle h 19.
Gratuito
http://www.dry-art.com

Tutto il cartellone di bè bolognaestate 2016, caratterizzato dall’immagine della pecora realizzata da Cristian Chironi – già creatore di “Donkeys Tower” il Vecchione del Capodanno 2015/2016 è disponibile su bolognaestate.it, area di Bologna Agenda Cultura, il sito del Comune di Bologna che raccoglie e presenta ogni giorno le informazioni sulle attività culturali cittadine bolognagendacultura.it

Tutti gli eventi del cartellone sono presenti anche nell’app Bologna Agenda Cultura.
Info per scaricarla : www.bolognagendacultura.it/app

L’estate è anche mostre e musei:
con la Card Musei Metropolitani di Bologna, tanti vantaggi e nuove opportunità per visitare i musei, le mostre e il patrimonio storico-artistico di Bologna e dell’area metropolitana www.cardmuseibologna.it

bè bolognaestate 2016 è il cartellone di eventi sostenuto e coordinato dal Comune di Bologna, con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e Gruppo Unipol.
artwork originale: Cristian Chironi
identità visiva e gestione artwork: LO studio

bè bolognaestate 2016
bolognaestate@comune.bologna.it
www.bolognaestate.it
bolognagendacultura.it

Facebook: https://www.facebook.com/bocultura
Twitter https://twitter.com/BolognaCultura
Instagram https://instagram.com/bolognacultura
#bolognaestate